Come funziona il servizio di preventivi di habitissimo?
In meno di 1 minuto e gratis

Richiedi prezzi di manutenzione condomini a Roma online. Servizio totalmente gratuito e senza impegno. Potrai paragonare vari preventivi di manutenzione condomini a Roma dai migliori professionisti.

Prezzo di manutenzione condomini a Roma

Quanto costa un lavoro di manutenzione condomini a Roma?

Il prezzo medio è di

700 €
Da 700 € Prezzo più basso per la categoria: manutenzione condomini
Fino 700 € Prezzo massimo indicatoci dai professionisti per i lavori di manutenzione condomini

Questi prezzi sono approssimativi e possono variare in funzione di fattori come la qualità dei materiali, la durata del lavoro, le dimensioni...

Per ottenere un preventivo personalizzato:

In questa guida

Qualche informazione sulla manutenzione straordinaria in un condominio a Roma

Con il termine manutenzione straordinaria si intendono tutte quelle operazioni che hanno l’obiettivo di realizzare opere e modifiche per rinnovare o sostituire parti strutturali degli edifici esistenti, inclusi la realizzazione e l’integrazione di servizi igienico sanitario e tecnologici. 

Nello specifico, le operazioni che rientrano in questa categoria sono molteplici: riparazione o sostituzione di un impianto elettrico, di un’autoclave, di un ascensore, il rifacimento dei prospetti interni ed esterni di un edificio. Ad essi si aggiungono la sostituzione di pali telefonici fatiscenti, il consolidamento dei solai o delle scale, la realizzazione di opere accessorie che non modificano i volumi o le superfici utili, la demolizione e ricostruzione di pareti divisorie. Vengono incluse anche le sostituzioni di infissi esterni e serramenti o persiane con serrande, la realizzazione e adeguamento di canne fumarie, scale di sicurezza, ascensori, il consolidamento delle strutture nelle fondazioni o in elevazione, gli interventi finalizzati al risparmio energetico.

Quando si tratta di un condominio la manutenzione straordinaria è soggetta alle esclusive decisioni dell’assemblea condominiale, con il raggiungimento della maggioranza e l’amministratore provvederà ad attuare tali opere di manutenzione del condominio. Una prassi che si segue anche nei condomini di Roma. La delibera dunque si raggiunge con la maggioranza di 1/3 dei condomini che rappresentano almeno 1/3 del valore millesimale dell’edificio. Per i lavori più costosi è necessaria la maggioranza dei presenti che rappresentino almeno la metà del valore millesimale del condominio. Per le innovazioni invece è necessaria la maggioranza che rappresenti almeno i 2/3 del valore dell’edificio. 

Ad esempio, nel caso della manutenzione di un ascensore, si andrà ad attuare una modernizzazione dell’impianto. Pertanto alcuni elementi strutturali non subiranno alcuna modifica, mentre saranno sostituite le apparecchiature elettriche e meccaniche, indipendentemente dalla tipologia di motore, oleodinamico o elettrico. Un aggiornamento dell'infrastruttura per consentire un accesso più sicuro e comodo, soprattutto ai soggetti diversamente abili. Comunemente si tratta di un'operazione che avviene ogni circa 25 anni, al fine di garantire un buon livello di efficienza della macchina, di sicurezza e di messa a norma secondo le normative. In questo discorso, le spese di manutenzione dell’ascensore in un condominio sono da ripartire tra tutti i condomini, per metà in ragione dell’altezza del piano dell’unità abitativa e per l’altra metà in base al valore di ciascun appartamento rispetto a quello totale del condominio.

Se invece si attua un adeguamento di canne fumarie, si può pensare alla ristrutturazione di un vecchio camino, non soltanto per valorizzarlo dal punto di vista estetico, ma anche funzionale migliorandone le prestazioni. Questa operazione prevede quindi l’installazione di una nuova canna fumaria, elemento fondamentale della struttura, che segue le norme comunali e quelle previste dal codice civile, inoltre sarà necessario munirsi di permesso di costruzione. Sarà utile poi, inserire un focolare prefabbricato per ridurre le dispersioni di calore. Infine bisognerà scegliere una cornice e il rivestimento che daranno un nuovo aspetto al camino.

L’art. 7, comma 1, lett. b), Legge n. 488/1999, prevede l'applicazione dell'aliquota Iva agevolata del 10% sia per gli interventi di manutenzione ordinaria che straordinaria, la realizzazione di fabbricati a prevalente destinazione abitativa.

Dai un punteggio a questa guida

Punteggio medio: 0 stelle

0 punteggi dati

95 persone hanno chiesto preventivi per manutenzione condomini a Roma

Altre categorie
Prezzi per categoria
Prezzi correlati
Registrati
Registra la tua impresa

Contatta all'istante persone nella tua zona alla ricerca di professionisti esperti negli ambiti della costruzione, ristrutturazione, installazioni, traslochi, architetti ecc..