Come funziona il servizio di preventivi di habitissimo?
In meno di 1 minuto e gratis

Richiedi prezzi di nuova costruzione residenziale online. Servizio totalmente gratuito e senza impegno. Potrai paragonare vari preventivi di nuova costruzione residenziale dai migliori professionisti.

Prezzo di Costruzione Case

Quanto costa un lavoro di Costruzione Case?

Il prezzo medio è di

60.381 €
Da 450 € Prezzo più basso per la categoria: nuova costruzione residenziale
Fino 239.500 € Prezzo massimo indicatoci dai professionisti per i lavori di nuova costruzione residenziale

Questi prezzi sono approssimativi e possono variare in funzione di fattori come la qualità dei materiali, la durata del lavoro, le dimensioni...

Per ottenere un preventivo personalizzato:

In questa guida

Le nuove tecnologie applicate alle costruzioni residenziali

Casa in bioedilizia

Casa in bioedilizia

Costruire un nuovo edificio residenziale vuol dire anche applicare nuove tecnologie alla sua costruzione. La prima che ci può venire in mente è la bioedilizia, un metodo di costruzione molto quotato anche per la crescente importanza di temi come il rispetto per l’ambiente, il risparmio energetico e lo sfruttamento di risorse che possono essere sostenute dall’ambiente.

La bioedilizia utilizza materiali completamente naturali o rinnovabili, oltre ad essere caratterizzata da un risparmio energetico molto elevato, dato dai bassi consumi e dall’isolamento avanzato. I materiali utilizzati per la costruzione di un nuovo edificio residenziale con la bioedilizia sono: legno; blocchi di legno-cemento; rivestimenti in cotto; pietre naturali; panneli di sughero; mattoni; laterizi porizzati con farina di legno e tanti altri. 

Fonte dell'immagine in: btboresette.com

Casa in legno prefabbricata

Casa in legno prefabbricata

 Un altro metodo di costruzione di nuove villette o edifici residenziale potrebbe essere l’utilizzo di prefabbricati. Si tratta di “parti della casa” già costruite ed in commercio, come pareti, pavimenti o altro, in modo da velocizzare enormemente la costruzione della villa.

Spesso si utilizzano due materiali principali per i materiali prefabbricati utilizzati per la costruzione di nuove villette: il legno e l’acciaio, ognuno dalle specifiche caratteristiche anche se, ovviamente, rispetto ai materiali utilizzati ex novo, specialmente quanto parliamo del legno, si ha uno svantaggio a livello qualitativo. 

Fonte dell'immagine in: immobilgreen.it/

Come funziona la domotica

Come funziona la domotica

Un altro grande vantaggio che la tecnologia moderna ha dato alla costruzione di nuovi edifici residenziali, in generale, è la domotica. Cos’è, direte voi, ma è semplice. La Domotica non è nient’altro che l’utilizzo della tecnologia per gestire al meglio la propria abitazione, un enorme vantaggio rispetto al passato.

Grazie alla domotica, ad esempio, possiamo installare sistemi di sicurezza che funzionano grazie a semplici app sul cellulare. Possiamo controllare le nostre persiane e le luci di casa con un’app o con un semplice telecomando e, ad alti livelli, si può espandere ad ogni aspetto della casa (luci, stereo, audio, video, climatizzazione) in modo da poter controllare tutto rapidamente e semplicemente anche in remoto. 

Fonte dell'immagine in: abitareinclasseasicilia.com

Energie Rinnovabili

Energie Rinnovabili

L’ultimo grande vantaggio che le tecnologie moderne danno alla costruzione di nuovi edifici residenziali, e  stiamo parlando di un’opzione che unisce la tecnologia al rispetto e alla preoccupazione per l’ambiente, e l’utilizzo delle energie rinnovabili per poter dare energia alla propria abitazione.

Per prima cosa possiamo utilizzare pannelli solari da piazzare sul tetto o nel giardino, se lo abbiamo, in modo da accumulare costantemente energia. Un’altra opzione, se viviamo in un poso molto ventoso, è installare una piccola pala eolica, anche se, vista la spesa, la cosa più conveniente è l’installazione di pannelli solari, la cui tecnologia migliore sempre di più. 

Fonte dell'immagine in: consulentenergia.it

Informazione utile
  • Accedere ad un mutuo per la costruzione di un nuovo edificio residenziale non è un’impresa semplicissima, almeno virtualmente, vista la crisi nella quale ci troviamo, ma, dando le giuste garanzia, sia per privati che per ditte del settore è possibile richiederli e ottenerli.

    Ovviamente c’è differenza tra i mutui per privati e per costruttori, anche nella semplicità di ottenerli, e nella quantità di denaro richiesto, ma, in ogni caso, bisogna ben ponderare tutte le spese necessarie prima di richiedere una cosa simile. 

  • Tempistiche: 1-7 giorni
  • Difficoltà: Media

Come si calcola il costo potenziale di un edificio residenziale.

I permessi necessari per una costruzione residenziale

Per poter effettuare la costruzione di un edificio residenziale c’è bisogno di vari permessi che, di solito, si dividono in: SCIA e DIA o SUPERDIA. La prima unisce tutti i lavori possibili, costruzioni e ristrutturazioni, in zone libere, le seconde li suddivide in caso di vincoli particolari.

La SCIA, Segnalazione Certificata di Inizio Attività, è un permesso che riguarda tutti gli interventi che non necessitano di permessi come la: Comunicazione di inizio lavori, Attività di edilizia libera e Permesso di Costruire. Si tratta di un permesso necessario anche per lavori di restauro o risanamento conservativo, di manutenzione straordinaria di parti strutturali e di cambi di destinazione d’uso.

La DIA, Denuncia di Inizio Attività, è un permesso simile alla SCIA, ma viene utilizzato quando ci sono vincoli ambientali, paesaggistici o culturali. Si tratta di un permesso, insomma, che viene adoperato per gestire aree molto importanti per il Paese e che quindi richiedono il rilascio più oculato di permessi di costruzione. 

La Super Dia, invece, sempre utilizzata in caso di vincoli paesaggistici, culturali o ambientali, è utilizzata in caso si debbano fare interventi di ristrutturazione edilizia che porti un la struttura di un edificio di qualunque tipo ad essere, del tutto o in parte, diversa dal precedente e che comporti un aumento di unità immobiliari, una modifica del volume, della sagoma, dei prospetti o delle superfici.

Ovviamente, per la richiesta di tutti questi permessi, è necessaria una relazione tecnica, ossia un documento che spieghi per filo e per segno come si vuole progettare l'edificio, o come si vuole ristrutturare, insieme al suo impatto ambientale, la classe energetica e tutti i dati possibili. 

Infine, per realizzare un’abitazione che possa essere abitata bisogna rispettare i parametri stabiliti dal Decreto ministeriale del Ministero della Sanità del 5 luglio del 1975, dove si stabilisce che: l’altezza minima dei soffitti deve essere di 2,70 metri, con alcune riduzioni per ambienti della casa come corridoi o disimpegni o che ogni abitante deve essere garantita una superficie abitabile non inferiore ai 14 mq. 

Dai un punteggio a questa guida

Punteggio medio: 0 stelle

0 punteggi dati

18 persone hanno chiesto preventivi per nuova costruzione residenziale

Prezzi per categoria
Prezzi correlati
Registra la tua impresa

Contatta all'istante persone nella tua zona alla ricerca di professionisti esperti negli ambiti della costruzione, ristrutturazione, installazioni, traslochi, architetti ecc..