Come funziona il servizio di preventivi di habitissimo?
In meno di 1 minuto e gratis

Richiedi prezzi di riscaldamento a Firenze online. Servizio totalmente gratuito e senza impegno. Potrai paragonare vari preventivi di riscaldamento a Firenze dai migliori professionisti.

Prezzo di riscaldamento a Firenze

Quanto costa un lavoro di riscaldamento a Firenze?

Il prezzo medio è di

1.550 €
Da 1.550 € Prezzo più basso per la categoria: riscaldamento
Fino 1.550 € Prezzo massimo indicatoci dai professionisti per i lavori di riscaldamento

Questi prezzi sono approssimativi e possono variare in funzione di fattori come la qualità dei materiali, la durata del lavoro, le dimensioni...

Per ottenere un preventivo personalizzato:

In questa guida

Informazione utile
  • Anche se siamo persone “freddolose” e ci piacerebbe passare ore e ore davanti al camino o sul divano godendo del tepore dei termosifoni, non possiamo avere il riscaldamento in funzione ventiquattrore su ventiquattro. Infatti, secondo un’ordinanza ministeriale, l’orario di accensione del riscaldamento in tutta Italia non dovrebbe iniziare prima delle cinque del mattino e non dovrebbe protrarsi dopo le 23 di sera e, in tutti casi, non dovrebbe superare i 22 gradi centigradi.

    Chi ha inoltre il riscaldamento centralizzato deve rispettare l’orario previsto dal proprio comune per l’accensione e lo spegnimento dei caloriferi a gas. L’Italia infatti è stata divisa in sei fasce climatiche in base al suo fabbisogno energetico: le città che hanno temperatura più alte, come le città del Sud, possono accendere i riscaldamenti per i soli mesi freddi (da dicembre a marzo), mentre quelle situate al Nord o in zone montuose non hanno restrizioni poiché si trovano in zone con temperature medie annue molto fredde.

    Firenze si trova nella zona D, quindi i riscaldamenti centralizzati saranno in funzione dal 1 novembre al 15 aprile, per una durata massima giornaliera di 12 ore.

    In caso di freddi improvvisi o di particolari situazioni climatiche, il Sindaco può tuttavia modificare questi orari per poter consentire ai cittadini il giusto comfort domestico.

    La divisione climatica dell’Italia è stata fatta per prevenire gli sprechi e limitare i consumi, portando sia un vantaggio ecologico per l’ambiente, in quanto si limita il consumo di combustibile fossile, sia un vantaggio economico per gli italiani, che vedono in un certo modo limitato il tetto massimo di spesa della bolletta per il riscaldamento.

  • 1 novembre - 15 aprile
  • Difficoltà: Facile

Informazioni interessanti sul riscaldamento a Firenze

Ci sono città, come Firenze, in cui il problema dell'inquinamento è particolarmente sentito e la popolazione cerca di fare il possibile per contenere i consumi e gli sprechi.

Anche l'Amministrazione Comunale fa la sua parte, ad esempio tramite il progetto di riqualificazione di impianti di riscaldamento pubblici come quelli degli istituti scolastici e dei palazzi storici di proprietà comunale, in cui è stato portato il metano, come Palazzo Medici Riccardi.

I risultati non si sono fatti attendere:

  • riduzione di anidride carbonica nell'aria cittadina;
  • riduzione delle polveri sottili;
  • diminuzione dei consumi di petrolio.

L'ambiente ringrazia e i fiorentini anche.

Ma a livello personale cosa si può fare per migliorare le prestazioni del riscaldamento domestico?
Si può pensare ad un intervento di riqualificazione energetica della propria abitazione installando una tipologia di impianto che funzioni meglio rispetto a quello in essere.
Con "funzionare meglio" si intende un consumo inferiore di carburante, gas, metano, elettricità o qualunque fonte si utilizzi e, a parità di consumo, abbia un rendimento superiore, come nel caso del riscaldamento a pavimento elettrico o del riscaldamento a soffitto rispetto ad un impianto tradizionale con termosifoni.

Installare il riscaldamento a pavimento, ad esempio, ha un certo costo in quanto va rimosso il rivestimento attuale, posato l'impianto e rimessa la pavimentazione, ma la riqualificazione energetica degli edifici da diritto alla detrazione IRPEF del 65% delle spese sostenute. Un ecobonus veramente imperdibile per tutti i proprietari di casa, anche per chi ha il riscaldamento centralizzato.

Inoltre questo tipo di riscaldamento funziona a temperature molto più basse rispetto ai normali caloriferi, e questo significa che verrà consumato meno carburante a parità di rendimento, facendo notare il miglioramento energetico ed economico già alla prima bolletta.

Essenziale, per poter accedere all'agevolazione fiscale, è rivolgersi ad un professionista specializzato in riscaldamento domestico che emetta regolare fattura da pagare tramite bonifico bancario. Nella causale del bonifico va citata la finalità dell'agevolazione fiscale corredata di dati del committente e del tecnico.

L'importo verrà recuperato in rate che coprono un periodo di 10 anni per un massimo di 96.000 euro. Una cifra decisamente considerevole.

Dai un punteggio a questa guida

Punteggio medio: 0 stelle

0 punteggi dati

552 persone hanno chiesto preventivi per riscaldamento a Firenze

Altre categorie
Prezzi per categoria
Prezzi correlati
Registrati
Registra la tua impresa

Contatta all'istante persone nella tua zona alla ricerca di professionisti esperti negli ambiti della costruzione, ristrutturazione, installazioni, traslochi, architetti ecc..