Come funziona il servizio di preventivi di habitissimo?
Richiedi preventivi gratuitamente In meno di 1 minuto e gratis

Richiedi preventivi per ristrutturazione integrale casa a Roma online. Riceverai diversi preventivi da confrontare dai migliori professionisti di ristrutturazione integrale casa a Roma.Servizio completamente gratuito e senza impegno.

Prezzo di ristrutturazione integrale casa a Roma

Quanto costa un lavoro di ristrutturazione integrale casa a Roma?

Il prezzo medio è di

21.162 €
Da 13.300 € Prezzo più basso per la categoria: ristrutturazione integrale casa
Fino 49.900 € Prezzo massimo indicatoci dai professionisti per i lavori di ristrutturazione integrale casa

Questi prezzi sono approssimativi e possono variare in funzione di fattori come la qualità dei materiali, la durata del lavoro, le dimensioni...

Per ottenere un preventivo personalizzato:

2.558 persone come te hanno richiesto preventivi per ristrutturazione integrale casa a Roma

Ristrutturazione Casa
Pubblicato il 16/10/2017 Roma (Roma)

Preventivo ristrutturazione casa

Buona sera, avrei bisogno di sapere quanto costa al metro quadro una ristrutturazione di un villino unifamiliare con dei materiali buoni, ma non di pregio, in cui dovrei rifare tre bagni, posare un pavimento in ceramica direttamente su quello preesistente, spostare delle ...... in alcune stanze, pittura, nuove piastrelle per tre angoli cottura ecc. Mi rendo conto che occorre sempre un sopralluogo, ma in questa fase mi basta sapere un prezzo a metro quadro per una ristrutturazione standard. Grazie ed attendo un vostro contatto. Barbara.

Ristrutturazione Casa
Pubblicato il 13/10/2017 Ciampino (Roma)

Preventivo ristrutturazione casa

... (2 pareti larghe 1, 20 mt e alte 3 mt e su una delle due pareti installarci una porta di accesso per una stanza. Per la pittura e le finestre ho già 2 carissimi amici e se ne occuperanno loro. Il preventivo non deve includere la fornitura dei materiali (pavimenti, piastrelle, caldaia, battiscopa, porte) che verrà valutata a parte anche con vs fornitori se avete qualcuno da suggerire.

Ristrutturazione totale 120mq
Pubblicato il 12/10/2017 Roma (Roma)

Preventivo ristrutturazione totale 120mq

... una camera, rifare completamente il bagno esistente, rifare tutti gli impianti, elettrico, idraulico e termico. Probabilmente da effettuare anche coibentazione. Manterrei i pavimenti di circa 1/3 di casa ed il restante lo farei sovrapporre senza rompere il pavimento esistente. La casa attualmente è inabitabile, sono 120mq, è composta da ampio corridoio, salone (35mq), cucina, 3 camere e 1 bagno, più ...

Ristrutturazione integrale casa a Roma

Una ristrutturazione integrale a Roma, riguarda tutti quegli interventi volti alla trasformazione edilizia, al fine di ottenere un elemento architettonico, in parte o in toto, diverso dal precedente. La demolizione e la ricostruzione, la trasformazione di superfici accessorie in zone utili, l’ampliamento della volumetria esistente, eventuali cambi di destinazione d’uso, così come il frazionamento di più unità immobiliare e la modifica di prospetto dell’edificio, fanno parte di lavori importanti da effettuare su un immobile. Conviene iniziare una ristrutturazione integrale qualora non ci fossero elementi sufficienti per permettere un risanamento o un restauro. Il tempo necessario per effettuare una ristrutturazione del genere, è impossibile da definire a priori, in quanto è strettamente legato ad un’infinità di variabili: le metrature, i volumi da modificare, gli impianti da rifare, i materiali da posare, eventuali interventi sui muri, sul tetto, sugli infissi e sulle fondamenta, oltre alla coibentazione, al sistema di condizionamento e ad eventuali opere di impermeabilità e sicurezza. Proprio in relazioni a questi ingenti lavori occorrono parecchi documenti per assicurarsi di fare tutte le cose in regola. Si parte dalla la presentazione all’ufficio competente di un progetto firmato da un tecnico abilitato. In comune, prima dell'inizio dei lavori, occorre fornire una Comunicazione di Inizio Lavori (C.I.L, C.I.A. o C.I.A.L.). Laddove gli interventi prevedano manovre su parti strutturali, sarà d’obbligo munirsi di una Segnalazione Certificata di Inizio Attività (S.C.I.A.). In questa situazione occorrerà inoltre depositare il progetto e la verifica strutturale, al Genio Civile.
Bisogna poi fare attenzione a tutte le prescrizioni in materia di sicurezza presentando una notifica preliminare all'ASL, (questo nel caso in cui ci siano almeno due imprese impegnate nel cantiere). Qualora ci fosse la necessità di installare su suolo pubblico ponteggi e attrezzature da lavoro, ci vorrà una richiesta di Occupazione di Suolo Pubblico (OSP), pagando gli oneri del caso. Infine, in presenza di una modifica della distribuzione interna dell'edificio o di nuove finestre o porte, bisognerà provvedere alla richiesta di variazione catastale.  L’agevolazione fiscale sugli interventi di ristrutturazione edilizia integrale è disciplinata dall’art. 16-bis del Dpr 917/86. Si tratta di una detrazione dall’Irpef del 36% delle spese sostenute, fino ad un ammontare complessivo non superiore a 48.000 euro per unità immobiliare. Tuttavia la legge di bilancio 2017 (legge n. 232 dell’11 dicembre 2016) ha prorogato al 31 dicembre dell’anno in corso, la possibilità di usufruire della maggiore detrazione Irpef (50%), sul limite massimo di spesa di 96.000 euro per unità immobiliare. Dal 1° gennaio prossimo la detrazione tornerà alla misura ordinaria del 36% e con il limite di 48.000 euro previsti. Infine, riguardo alle spese sostenute per interventi di adozione di misure antisismiche, la legge di bilancio 2017 ha previsto, oltre alla proroga fino a fine 2021, nuove e più specifiche norme per poterne usufruire, differenziandole a seconda del risultato ottenuto, della zona in cui si trova l’immobile e della tipologia di edificio. A differenza della precedente normativa l’agevolazione riguarda non soltanto gli edifici che si trovano nelle zone sismiche ad alto rischio ma anche quelli situati nelle zone più tranquille.