Come funziona il servizio di preventivi di habitissimo?
Richiedi preventivi gratuitamente In meno di 1 minuto e gratis

Prezzo di Arredare Casa

Quanto costa un lavoro di Arredare Casa?

Il prezzo medio è di

1.754 €
Da 130 € Prezzo più basso per la categoria: arredare casa
Fino 14.200 € Prezzo massimo indicatoci dai professionisti per i lavori di arredare casa

Questi prezzi sono approssimativi e possono variare in funzione di fattori come la qualità dei materiali, la durata del lavoro, le dimensioni...

Per ottenere un preventivo personalizzato:

Con che stile arredare casa? Ecco le ultime tendenze!

Stile etnico

Stile etnico

Una delle tendenze più diffuse negli ultimi tempi è quella di arredare casa in stile etnico, che si ispira ai paesi lontani e prevede l’utilizzo di mobili esotici.
A questo fine, vengono spesso utilizzati mobili in bamboo e in teak.
Non possono mancare i tappeti e altri caratteristici elementi ornamentali, come le statue di idoli.
È possibile arredare in stile etnico senza spendere molto reperendo gli oggetti decorativi dai mercatini dell'usato.
Per quanto riguarda il pavimento, l’ideale è il parquet in bamboo, economico ed ecologico.

Fonte dell'immagine in: dandreadesign.it

Stile shabby chic

Stile shabby chic

Lo shabby chic è uno stile anticato che ripropone linee, modelli e finiture tipiche degli anni passati.
Shabby in inglese significa trasandato, anche se in realtà questo stile è ricercato in ogni dettaglio.
È previsto l’utilizzo di mobili vintage, quindi lo stile shabby è ideale per chi desidera arredare la casa riciclando, perché consente di recuperare mobili antichi e che da tempo non si utilizzano più.
I colori sono teneri e romantici, come il bianco ed il rosa, e viene fatto impiego abbondante di decorazioni.
Per quanto riguarda il pavimento, l’ideale è installare un parquet anticato.

Fonte dell'immagine in: donnaglamour.it

Stile nordico

Stile nordico

Come suggerisce il nome, lo stile nordico proviene dal nord Europa ed è caratterizzato da due elementi essenziali:

  • l’esaltazione della luce;
  • la sobrietà delle linee.

La luce viene enfatizzata attraverso l’utilizzo abbondante del bianco.
Le linee sono semplice ed essenziali e l'elemento predominante è il legno, utilizzato sia per i mobili che per il pavimento, per il quale si scelgono essenze chiare come rovere, acero e faggio.

Oltre al legno, si può usare l’acciaio per esaltare bordi e contorni.
Questo stile d’arredamento è prediletto da chi ama arredare la casa in bianco e nero:alle tonalità chiare viene spesso affiancato anche il nero, grazie al quale è possibile ottenere un effetto di contrasto.

Fonte dell'immagine in: donnamoderna.com

Stile classico

Stile classico

Lo stile classico è scelto da coloro che desiderano arredare con mobili che non passano mai di moda.
Questo design è molto elegante e raffinato e prevede l’inserimento di un numero di decorazioni adeguato, senza eccessi né privazioni.
Vengono prediletti materiali tradizionali come il legno, mentre il velluto e i tessuti sono utilizzati per le poltrone, le sedie e le tende.
Un soggiorno in stile classico prevede l’utilizzo di mobili di legno, divani in pelle, tappeti. Il mobile principale solitamente contiene una vetrinetta, dentro la quale riporre l’argenteria o la cristalleria.
Al centro del soggiorno non può mancare il classico tavolino.
La pavimentazione ideale è il parquet in legno massello, magari con finitura lucida che esalta la bellezza del legno.

Fonte dell'immagine in: msyte.com

Stile minimal

Stile minimal

Arredare una casa in chiave moderna prevede spesso l’utilizzo dello stile minimal che, come suggerisce la parola, impiega linee semplici, essenziali e geometricamente squadrate.
Chi ama lo stile minimal rifiuta ogni decorazione e predilige la gestione più libera degli spazi, senza inutili orpelli ed ingombri.
Per questo motivo lo stile è ideale per chi ha una vita molto intensa e desidera mobili belli esteticamente, ma anche molto semplici da pulire.
I mobili perfetti sono quelli in legno laccato, i colori preferiti sono quelli chiari, che sono in grado di enfatizzare la luce, mentre per la pavimentazione sono da prediligere i materiali continui e senza fughe, come il cemento resina. In alternativa, può essere installato un parquet chiaro.

Fonte dell'immagine in: living.corriere.it

Stile industrial

Stile industrial

Uno stile che si sposa perfettamente con la tendenza moderna di ristrutturare vecchi spazi di lavoro trasformandoli in loft è lo stile industrial.
Questo tipo di arredamento comprende sia le scelte architettoniche per tutta la casa, fatte di pareti lasciate al grezzo o con mattoni a vista, putrelle in acciaio - anch'esse rigorosamente a vista - dipinte con colori scuri o insoliti, pavimenti di ispirazione industriale come resine, linoleum o parquet industriale.
L'arredamento segue lo stesso stile con elementi in acciaio o ferro abbinati a legno chiaro non pregiato, materiali di recupero come bancali da utilizzare in maniera originale, linee rigide e poche decorazioni.
I colori sono il bianco, il nero, il grigio e il color legno chiaro.
Fonte dell'immagine in: mammaespillo.it

Informazione utile
  • Per arredare una casa è meglio rivolgersi ad un interior designer, che sarà in grado di fornire i giusti consigli in base alla metratura dell’immobile, i gusti, le necessità, ed il budget del cliente.

  • 2 mesi
  • Difficoltà: Media

Arredare casa riciclando: 4 idee creative

Arredare casa con i pallet

Arredare casa con i pallet

I pallet sono spesso impiegati per arredare una casa low cost.
Con il pallet si possono realizzare diversi mobili come divani, letti, tavoli, ma anche decorazioni.
Il letto in pallet è formato con bancali abbinati ad un comodo materasso.
Lo stesso può dirsi per i mobili del bagno e della cucina.
Con un po’ fantasia e di creatività, i bancali possono essere utilizzati anche per creare elementi decorativi, da attaccare alle pareti o appoggiare a terra.

Fonte dell'immagine in: magdibutor.blog.hu

Arredare casa con le cassette della frutta

Arredare casa con le cassette della frutta

Per arredare la casa senza spendere troppo è possibile utilizzare le cassette della frutta, che possono essere recuperate e posizionate sui muri, servire da contenitori o ripiani.
Tuttavia, con queste cassette è possibile realizzare anche mobili, come piccoli tavoli.
Recuperare una cassetta della frutta non è così difficile, infatti, basta levigarne la superficie con carta vetrata e procedere con la verniciatura del colore preferito.

Fonte dell'immagine in: studiocuvier.se

Arredare casa con le bottiglie di vetro

Arredare casa con le bottiglie di vetro

Anche le bottiglie di vetro possono essere opportunamente recuperate e utilizzate per creare oggetti originali per arredare casa.
Infatti, le bottiglie di vetro si prestano a vari utilizzi, perché sono resistenti, non risentono del contatto con il calore e possono essere colorate a piacimento.
Le bottiglie di vetro possono essere utilizzate come lampadari, vasi da fiori, portacandele o come soprammobili.

Fonte dell'immagine in: Convert Casa

Arredare casa con le piante

Arredare casa con le piante

Le piante sono importanti elementi d’arredamento, perché migliorano l’aria della casa e favoriscono il relax.
Possono essere sfruttate per riempire spazi vuoti, che altrimenti non sarebbero sufficientemente valorizzati.
Bisogna però scegliere le piante adeguate e lo stile dei vasi deve intonarsi a tutto l’arredamento.
Un angolo buio potrà essere arricchito con un boschetto verticale, mentre in soggiorno possono essere inserire piante fiorite, che donando vivacità all’ambiente.

Fonte dell'immagine in: zillow.com

Arredare casa con l'aiuto di un decoratore

Che può fare un decoratore di interni per arredare casa?

Se ci si rivolge a un decoratore d’interni per decorare casa,  si vince la partita. Anche se si spende un po’ di più, il risultato finale sarà stupendo, si avrà una casa unica e personalizzata. Tra i trucchi del mestiere del decoratore si hanno:

  • Realizzazione di bozzetti: un decoratore sa realizzare dei bozzetti di casa in quanto conosce le basi del disegno, per esempio l’uso dei colori, organizzazione dello spazio, illuminazione, stile decorativo, ecc. Inoltre, sa tutto in fatto di rivestimenti e di elementi decorativi, inclusi i pro e i contro di ognuno di essi.
  • Soluzioni pratiche: se la casa non è molto grande, un professionista aiuterà a far in modo che lo sembri. Utilizzerà, per esempio, specchi e vetri, piccole astuzie per creare l’illusione ottica di uno spazio più grande. Tra gli altri trucchi del mestiere: evitar di riempire la casa di oggetti e usa mobili incassati che occupano pochissimo spazio.
  • Funzionalità: il decoratore sa come organizzare gli spazi e sceglierà la soluzione più adatta ad ogni stanza. Il decoratore sa risolvere questioni tecniche, combinando praticità ed estetica come nessun altro.
  • Progetto: un bravo decoratore sa realizzare un progetto che segue i desideri del committente ma in modo che si adattino al benessere di tutti gli abitanti della casa, per garantire il massimo del comfort.

Cosa deve includere il progetto di un decoratore?

Il progetto di come arredare casa si realizza per essere analizzato e studiato in modo da ottenere il piano e il preventivo definitivo da presentare al cliente.

  • Analisi preliminare: prima di realizzare il progetto, il decoratore deve realizzare un’analisi in cui verranno prese in considerazione questioni come i desideri dei clienti, il budget e lo spazio a disposizione. Una volta raccolte le informazioni necessarie, il progetto potrà essere avviato.
  • Pianta dello stato attuale: prima di procedere alla decorazione, è necessario fare un disegno e una descrizione della casa.
  • Schema delle varie zone: ad ogni zona deve essere dedicato uno spazio in base all'uso che se ne fa.
  • Pianta con le modifiche da apportare: una volta ottenuta la pianta dello stato attuale e lo schema delle zone della casa, si passa alla fase successiva, definendo la distribuzione dello spazio. Inoltre, si indicheranno i materiali da utilizzare caso per caso.
  • Scelta degli elementi decorativi: si definisce la distribuzione esatta dei mobili e degli altri elementi decorativi. Sulla base di luci, colori e spazi, il decoratore suggerirà quali materiali e mobili scegliere.
  • Preventivo: bisogna fare richiesta di preventivo a fornitori e professionisti. Se il decoratore ha definito abbastanza bene lo spazio, il preventivo rifletterà la realtà e non ci saranno sorprese dell’ultimo minuto.
  • Prospetti e prospettive: per far sì che il cliente visualizzi il progetto, lo spazio e la distribuzione dello stesso.
  • Presentazione e modifiche: a questo punto si presenta il preventivo e si fanno le dovute modiche affinché il cliente possa dare la sua approvazione.
  • Piani e dettagli: quando il cliente ha dato la sua approvazione, arriva il momento di disegnare i piani di istallazione e i vari dettagli per arredare casa.

Cosa bisogna inserire nella richiesta di preventivo?

Quando si vuole fare una richiesta di preventivo a un professionista si deve considerare certi aspetti da dettagliare come i costi, la qualità dei materiali, gli onorari. L’ideale è descrivere l' idea nella maniera più dettagliata possibile.

A chi rivolgersi per arredare casa?

Come arredare una casa piccola: consigli utili

I materiali migliori per arredare casa

935 persone hanno chiesto preventivi per arredare casa