Come funziona il servizio di preventivi di habitissimo?
In meno di 1 minuto e gratis

Richiedi prezzi di ascensori online. Servizio totalmente gratuito e senza impegno. Potrai paragonare vari preventivi di ascensori dai migliori professionisti.

Prezzo di Ascensori

Quanto costa un lavoro di Ascensori?

Il prezzo medio è di

13.473 €
Da 300 € Prezzo più basso per la categoria: ascensori
Fino 47.000 € Prezzo massimo indicatoci dai professionisti per i lavori di ascensori

Questi prezzi sono approssimativi e possono variare in funzione di fattori come la qualità dei materiali, la durata del lavoro, le dimensioni...

Per ottenere un preventivo personalizzato:

In questa guida

Prezzi di ascensori

Tipo di ascensore Prezzo
Ascensori idraulici 20.000 €
Ascensori elettrici 18.000 €
Ascensore casa unifamiliare 10.000 €
Ascensore condominiale 30.000 €

I prezzi sono orientativi e possono variare in funzione di vari fattori a seconda del tipo di lavoro

Come otteniamo i prezzi?

Come otteniamo i prezzi?

I prezzi che appaiono in questa Guida vengono estrapolati da informazioni reali che riceviamo dai nostri clienti privati e professionali, contrastata e revisata da esperti del settore.
+ 13.801
richieste di preventivo di ascensori
+ 812
professionisti di ascensori
+ 173
opinioni verificate di ascensori
Informazione utile
  • I costi da sostenere per l'installazione di un ascensore all'interno o all'esterno della propria casa dipendono da vari fattori, incluse le opere murarie necessarie. Per gli ascensori esterni i prezzi si aggirano mediamente intorno a 25.000€.

  • 3-4 settimane
  • Difficoltà: Medio-alta

Di quale materiale possono essere le strutture degli ascensori?

Esempi di preventivi di ascensori in base al materiale

Esempi di preventivi di ascensori in base al materiale

In generale, gli ascensori possono essere realizzati con una struttura autoportante in acciaio, oppure, con un vano in cemento armato. Entrambe le soluzioni sono adatte a contesti differenti.

  • Gli ascensori con struttura in lamiera di acciaio autoportante o incastellatura metallica sono poco ingombranti, hanno un peso leggero e possono essere realizzati su misura. Proprio per questo motivo, risultano particolarmente adatti agli edifici in cui, per motivi strutturali o di spazio, non è possibile eseguire l’installazione di un elevatore standard. Spesso, per migliorare l’estetica di questi apparecchi, vengono montate pareti in vetro trasparente, complementi di illuminazione di design e finiture originali. Il prezzo medio di un ascensore con involucro in metallo e vetrate è di circa 20.000.

  • Gli ascensori con vano in cemento armato sono stabili, ignifughi e resistenti nel tempo. Per poter essere a norma, tali costruzioni devono possedere anche un impianto di aerazione. Nella progettazione di questa tipologia di strutture, è fondamentale eseguire varie analisi dei carichi, il cui fine è quello di stabilire se il vano è in grado di reggere il peso dell’ascensore stesso. Per l’installazione degli elevatori con vano in cemento è necessario svolgere lavori complessi, quindi, è consigliabile optare per questa soluzione solo in caso di costruzione ex novo di un edificio. Il prezzo medio di un ascensore con vano in cemento si aggira intorno a 30.000.

Cosa c'è da sapere sull'installazione di ascensori per disabili?

Domande frequenti per l'installazione di un ascensore

In caso d'installazione condominiale, come si calcola il rispettivo prezzo da pagare per i condomini?

Le regole concernenti la ripartizione delle spese per gli ascensori condominiali sono descritte all’interno dell’art. 1124 del Codice Civile, e si riferiscono agli importi relativi agli interventi di manutenzione e sostituzione degli elevatori.

Nel caso dell’installazione ex novo di un ascensore (presso un luogo in cui prima non era presente alcun tipo di impianto di elevazione) occorre considerare esclusivamente l’art. 1123 del Codice Civile, secondo il quale i criteri di ripartizione delle spese sono commisurati al valore della proprietà di ciascun condomino, salvo diversa convenzione.

Quando è necessario cambiare un'ascensore?

In genere, è necessario provvedere alla sostituzione di un ascensore quando questo è obsoleto o non è più funzionante. Vi sono però altri casi in cui occorre cambiare l’elevatore di un edificio: i segnali più significativi sono i rumori molto forti (come ad esempio, i cigolii), le fermate con dislivelli, la velocità ridotta ed il bisogno frequente di riparazioni.

Spesso, invece di sostituire l’ascensore già esistente, è possibile effettuare l’ammodernamento dell’impianto. Tale intervento deve essere consigliato esclusivamente da un professionista specializzato ed abilitato.

Quali sono i rischi se l'ascensore non è a norma?

Un ascensore non a norma rappresenta innanzitutto un grave rischio per chi la utilizza. Ogni anno migliaia di persone restano intrappolate in un ascensore. Inoltre  si verificano incidenti più o meno gravi dovuti per esempio a:

  • mancato livellamento;
  • caduta cabina o vano;
  • urto con le porte.

A rischiare dal punto di vista legale per l'installazione di un'ascensore non a norma è l'amministratore del condominio.

Per far sì che gli ascensori condominiali siano sicuri e perfettamente funzionanti, è necessario effettuare una manutenzione periodica degli stessi rivolgendosi esclusivamente a tecnici specializzati.

Gli ascensori condominiali, per rispettare le normative vigenti, devono essere dotati di sistemi di sicurezza ben precisi, tra cui:

  • telefono e controllo da remoto;
  • sistema di allarme;
  • fotocellule per rendere sicuro il passaggio;
  • chiave di abilitazione sulle pulsantiere;
  • luce di emergenza;
  • sistema di ritorno automatico al piano in caso di blackout;
  • presenza di impianti di emergenza per la comunicazione, sistemi di ventilazione ed illuminazione, pulsanti intuitivi, dispositivi salvavita e di sicurezza (blocco porte, elettricità ed ammortizzazione);
  • dati riguardanti la capienza del vano, al produttore dell'ascensore, alla portata ed altre informazioni relative;
  • sufficiente ampiezza del vano.

Quanto costa installare un mini-ascensore?

Definiti mini per le loro dimensioni ridotte, i mini-ascensori sono particolarmente consigliati quando non c’è a disposizione uno spazio sufficiente all’installazione di una ascensore di dimensioni più rilevanti. Solitamente il loro vano di carico può raggiungere i 60x60 cm. 

Un mini-ascensore viene solitamente installato quando si ha necessità di dotare un edificio di un mezzo di elevazione che garantisca quanto meno il trasporto di persone oppure quando si ha la necessità di un elevatore all'interno della propria abitazione privata e si sceglie di togliere meno spazio possibile agli ambienti.

  • Il costo per la sua installazione è di 6.000€.

In cosa consiste l'incastellatura dell'ascensore?

Le incastellature per ascensori in metallo sono strutture il cui scopo è quello di contenere l’impianto di elevazione. La funzione di tali elementi non è solo tecnica, bensì anche estetica: oltre ad essere pratici da installare ed affidabili, questi, migliorano sensibilmente l’aspetto complessivo degli ascensori, grazie agli eleganti profili metallici, alle vetrate trasparenti (realizzate in vetro stratificato di sicurezza) ed alle tettoie.

È possibile installare le incastellature su ascensori interni ed esterni, scegliendo tra i modelli aperti o chiusi (coibentati, standard, con finiture RAL o metalliche), oppure, optando per castelletti metallici autoportanti, i quali, attualmente, sono i più utilizzati.

Per essere a norma, queste strutture devono possedere il marchio CE e rispettare i requisiti descritti dalle normative europee ad esse relativi.

Normative e iter legali da tenere a mente per l'installazione di un ascensore in condominio

I passaggi da fare per installare un ascensore

Quando è necessaria la manutenzione e quanto costa?

La legge principale che regola la manutenzione degli ascensori è il D.P.R. 162/99, regolamento che attua la Direttiva Europea 95/16/CE (meglio conosciuta come Direttiva Ascensori), introdotta per rendere più efficiente la sicurezza degli elevatori e dei montacarichi. Secondo tale norma, è necessario effettuare la manutenzione ordinaria (o periodica) di un ascensore ogni due anni, operazione che può essere eseguita soltanto da ingegneri dell’ARPA o della ASL, oppure, da organismi di controllo accreditati.

Si considerano interventi di manutenzione straordinaria di un ascensore la sostituzione dei componenti e le modifiche a portata, velocità e corsa. Ogni volta che si effettuano questi lavori, il proprietario dell’impianto ha l’obbligo di comunicarlo al proprio Comune di residenza, consegnando anche i documenti ad esse relativi.

Naturalmente, i controlli devono essere svolti anche in base allo stato di conservazione degli impianti, per questo motivo, occorre affidarsi a tecnici del settore abilitati, i quali si occupino della programmazione annuale di eventuali interventi e verifiche.

Il prezzo medio per la manutenzione ordinaria di un ascensore varia in base agli interventi che è necessario svolgere, e, in generale, oscilla tra 300€ e 4.000€ all'anno. Molte aziende offrono diverse tipologie di servizi di monitoraggio periodico degli elevatori, i quali comprendono determinate verifiche ed hanno costi differenti.

Il costo per le operazioni di manutenzione straordinaria di un ascensore può facilmente superare i 5.000€.

La spesa per gestire un ascensore idraulico è minore rispetto a quella relativa alla manutenzione degli elevatori elettrici.

Quali sono i tipi di porta per ascensori?

Dai un punteggio a questa guida

Punteggio medio: 3.9 stelle

47 punteggi dati

8.626 persone hanno chiesto preventivi per ascensori

Prezzi per categoria
Prezzi correlati
Registrati
Registra la tua impresa

Contatta all'istante persone nella tua zona alla ricerca di professionisti esperti negli ambiti della costruzione, ristrutturazione, installazioni, traslochi, architetti ecc..