Come funziona il servizio di preventivi di habitissimo?
Richiedi un preventivo gratuitamente In meno di 1 minuto e gratis

Richiedi preventivi per ascensori online. Riceverai diversi preventivi da confrontare dai migliori professionisti di ascensori.Servizio completamente gratuito e senza impegno.

Prezzo di Ascensori

Quanto costa un lavoro di Ascensori?

Il prezzo medio è di

20.623 €
Da 420 € Prezzo più basso per la categoria: ascensori
Fino 54.900 € Prezzo massimo indicatoci dai professionisti per i lavori di ascensori

Questi prezzi sono approssimativi e possono variare in funzione di fattori come la qualità dei materiali, la durata del lavoro, le dimensioni...

Per ottenere un preventivo personalizzato:

Prezzi per ascensori

Tipo di ascensore Prezzo
Ascensore esterno dai 20.000€ in su
Ascensore a pistone dai 6000€
Ascensore autoportante dai 15.000 ai 20.000€
Ascensore a fune tra gli 8.000 e i 14.000€

I prezzi sono orientativi e possono variare in funzione di vari fattori a seconda del tipo di lavoro

Richiedi preventivi gratis

Le diverse tipologie di ascensori

Ascensore idraulico o oleodinamico

Ascensore idraulico o oleodinamico

Tra gli ascensori più diffusi e comuni in molti edifici in Italia compare certamente l’ascensore idraulico. Per le sue caratteristiche tecniche si adatta perfettamente alle esigenze di un condominio di piccola e media dimensione poiché garantisce una prestazione efficiente ad un prezzo moderato. L’unico difetto di questo ascensore è la velocità: non è molto veloce, ma per un edificio privato, caratterizzato da un contenuto via vai, è senz’altro adeguato. Il funzionamento di un ascensore idraulico è solitamente affidato allo scorrimento di un fluido, frequentemente identificato con l’olio e per questo definito oleodinamico. Come dice il termine stesso il meccanismo dipende dal moto di un pistone idraulico collegato ad una centralina dell'olio mediante una tubazione in cui scorre il fluido in pressione.

Fonte dell'immagine in: cosedicasa.it

Ascensore elettrico o a pistoni

Ascensore elettrico o a pistoni

L’ascensore elettrico è altrettanto diffuso, soprattutto negli edifici pubblici perché garantisce una velocità elevata di viaggio, più adeguata quando il traffico di gente che sale e scende è più intenso. L’ascensore elettrico è difatti frequente all’interno di centri commerciali, istituzioni aperte al pubblico, ospedali, e altre grandi strutture molto frequentate. Gli ascensori elettrici possono raggiungere velocità elevate pur mantenendo bassi i consumi energetici, nonostante l'uso intensivo. Non hanno limiti di portata, velocità o numero di piani da servire. Il suo funzionamento dipende da un argano che invia il moto alla cabina grazie all'aderenza delle funi. Argano, motore e quadro elettrico dell’impianto vengono posizionati nella parte alta del vano permettendo la manutenzione ordinaria e straordinaria sull’ascensore senza arrecare disagio agli utenti.

Fonte dell'immagine in: Pinterest.it

Ascensore panoramico

Ascensore panoramico

Tra gli ascensori più curati nel design e dall’aspetto più accattivante va annoverato l’ascensore panoramico, definito tale perché possiede porte e pareti che delimitano l’abitacolo in cristallo: l’ascensore panoramico può essere installato all’esterno o all’interno. Tra le ragioni per scegliere un ascensore panoramico ci sono il design di forte impatto soprattutto per uso personale, installato cioè all’interno di ville che si sviluppano su più piani, e la necessità di installare gli ascensori esterni  in centri commerciali e alberghi curati nel prospetto.

Fonte dell'immagine in: cbssrl.net

Mini-ascensore

Mini-ascensore

Definiti mini per le loro dimensioni ridotte, i mini-ascensori sono particolarmente consigliati quando non c’è a disposizione uno spazio sufficiente all’installazione di una ascensore di dimensioni più rilevanti. Solitamente il loro vano di carico può raggiungere i 60x60 cm. Un mini-ascensore viene solitamente installato: quando si ha necessità di dotare un edificio di un mezzo di elevazione che garantisca quanto meno il trasporto di persone oppure quando si ha necessità di un elevatore all'interno della propria abitazione privata e si sceglie di rubare meno spazio possibile agli ambienti.

Fonte dell'immagine in: Pinterest.it

Informazione utile
  • La manutenzione di un ascensore va fatta mediamente ogni sei mesi.

    Il costo di un mini-ascensore si attesta di solito intorno agli 8000 euro.

    Per ascensori elettrici il prezzo base parte da almeno 8.500 euro.

    I prezzi per gli ascensori idraulici variano in genere dai 10000 ai 14000 euro.

  • 3-4 ore
  • Difficoltà: medio alta

I tipi di intervento di manutenzione per un ascensore

Aspetti da conoscere sulla manutenzione di ascensori

Quali sono i servizi di manutenzione più comuni per gli ascensori?

Le ditte che si occupano di manutenzione degli ascensori normalmente offrono due tipi di servizi. Alcune di esse addebitano una quota mensile o annuale in cambio di revisioni periodiche e riparazioni degli eventuali guasti che possono verificarsi. Altre invece prevedono un costo per ciascun intervento di manutenzione/riparazione. In generale, a prescindere dal tipo di intervento, i servizi di manutenzione più comuni sono i seguenti.

  • Manutenzione ascensore unifamiliare

  • Manutenzione ascensore condominiale

  • Manutenzione edificio non residenziale

  • Manutenzione montacarichi

  • Altri lavori di manutenzione ascensori

Bisogna tenere presente che non tutte le ditte sono specializzate in ciascuna delle manutenzioni elencate, perciò è importante verificare prima che i professionisti a cui abbiamo richiesto il preventivo di manutenzione dell’ascensore siano effettivamente in grado di eseguire per il lavoro richiesto. È importante scegliere sempre ditte specializzate nel settore specifico che ci interessa, dato che sono le uniche realmente capaci di eseguire il lavoro.

Esistono dei servizi di manutenzione obbligatori?

Tutti i condomini e i proprietari dovranno affidare la manutenzione degli ascensori ad una ditta, che potrà essere la stessa che ha effettuato l’installazione oppure un’altra impresa autorizzata. Le revisioni periodiche richieste per legge sono:

  • Edifici industriali e pubblici: ogni 2 anni

  • Edifici abitativi con più di 4 anni piani o 20 abitazioni: ogni 4 anni

  • Resto degli edifici: ogni 6 anni.

Queste manutenzioni verranno eseguite in presenza della ditta. Le ispezioni periodiche sono a cura dell’ente locale competente, che dovrà redigere un documento apposito. È il proprietario che ha il compito di richiedere e pagare l’ispezione, comunicando alla ditta la periodicità e le date. Perciò, richiedere un preventivo di manutenzione per l’ascensore è un compito obbligatorio in qualsiasi condominio.

Cosa devo includere nella richiesta di preventivo di manutenzione per l’ascensore?

Nel modulo di Habitissimo per la richiesta di preventivo di manutenzione c’è innanzitutto un riquadro dove vanno inserite le caratteristiche del progetto. Qui occorre descrivere il tipo di ascensore presente nel condominio, il tipo di edificio e la natura dell’intervento da eseguire, ovvero una revisione o la riparazione di un guasto, e nel secondo caso bisogna specificare il tipo di guasto riscontrato. Poi occorre indicare i tempi di realizzazione desiderati, che solitamente sono molto urgenti per i lavori di riparazione, soprattutto in caso di guasti. Infine va chiarito se si dà maggiore importanza al prezzo, alla qualità o al rapporto tra questi due, e nel giro di qualche giorno si riceverà una risposta dalla ditta in questione.

Le regole per la manutenzione di un ascensore

Spese condominiali per la manutenzione dell’ascensore.

La manutenzione dell'ascensore è un obbligo di natura condominiale: esso infatti è considerato un bene comune e quindi si paga come tale. La normativa nazionale applicabile in questa materia è relativa all’articolo 1123 del Codice civile.

Secondo questo articolo, le spese necessarie per la "conservazione e per il godimento delle parti comuni dell'edificio" così come per la prestazione dei servizi "nell'interesse comune e per le innovazioni deliberate dalla maggioranza" devono essere affrontate dai condomini in misura proporzionale al valore della proprietà di ciascuno, secondo la classica regola dei millesimi, salvo diversa convenzione.

La normativa vigente quindi dice che, le spese ordinarie e straordinarie, devono essere ripartite per metà esclusivamente in misura proporzionale all’altezza di ciascun piano dal suolo. Ma per l’altra metà della quota sarà divisa invece tra tutte le unità immobiliari, anche quelle del pian terreno, perché l’ascensore ha un costo in quanto elemento costitutivo dell’intero stabile, dunque tutti ne sono responsabili.

Installare un ascensore all'interno della propria casa

6.180 persone hanno chiesto preventivi per ascensori

Preventivi per categoria
Preventivi relazionati