Come funziona il servizio di preventivi di habitissimo?
Richiedi preventivi gratuitamente In meno di 1 minuto e gratis

Il Cartongesso è un materiale composto di intonaco e cellulosa che si utilizza per realizzare pareti, divisioni o controsoffitti. Hai bisogno di un professionista nella collocazione e/o riparazione di un cartongesso? Non esitare a richiedere preventivi di cartongesso ai migliori professionisti, e potrai selezionare l'offerta più conveniente .

Prezzo di Cartongesso

Quanto costa un lavoro di Cartongesso?

Il prezzo medio è di

1.173 €
Da 400 € Prezzo più basso per la categoria: cartongesso
Fino 2.950 € Prezzo massimo indicatoci dai professionisti per i lavori di cartongesso

Questi prezzi sono approssimativi e possono variare in funzione di fattori come la qualità dei materiali, la durata del lavoro, le dimensioni...

Per ottenere un preventivo personalizzato:

11.415 persone come te hanno richiesto preventivi per cartongesso

Realizzazione di pareti divisorie in cartongesso
Pubblicato il 13/12/2017 Bari (Bari)

Preventivo realizzazione di pareti divisorie in cartongesso

Si tratta di separare un ambiente da un altro, all'interno di un appartamento. Si devono costruire due pareti in cartongesso per uno sviluppo totale di circa 7 metri per realizzare un disimpegno a servizio di due ambienti in cui separare un appartamento. Le due pareti devono anche avere un vano ciascuno per l'inserimento

Realizzare Mobile Cartongesso
Pubblicato il 11/12/2017 Casalecchio di Reno (Bologna)

Preventivo realizzare mobile cartongesso

... In pratica questa porta scorrevole si troverebbe a sinistra della porta d'ingresso. Purtroppo posso concedere sopralluoghi dal 20 gennaio ( dopo rogito). Nel frattempo sarei grata di avere un preventivo relativo a questo progetto di armadio e pareti con porte tutto in cartongesso. Posso inviare piantina fatta da me. Grazie mille. Elena.

Informazione utile
  • Le lastre di cartongesso sul mercato hanno diversi prezzi in base alla composizione, allo spessore ed alle funzionalità: generalmente, il costo per metro quadro di una lastra di cartongesso tipo si aggira fra i 2 e i 12 euro.

  • 2-3 giorni
  • Difficoltà: medio-alta

Differenti tipi di soluzioni d’arredo con il cartongesso

Cabina armadio in cartongesso

Soluzione veloce, economica, pratica e comoda per dividere gli ambienti senza opere in muratura è la realizzazione, all’ interno della camera da letto o di una stanza attigua, di una cabina armadio: si ottiene un pezzo d’arredo unico e personalizzato, originale ed esclusivo dove riporre tutto il proprio guardaroba, il tutto con un piccola spesa se si confronta con quella che si dovrebbe affrontare per farlo realizzare in muratura e legno.

Controsoffitto in cartongesso

Se si ha la necessità si può costruire un controsoffitto in cartongesso. Di solito questo elemento è orizzontale ma può essere anche realizzato inclinato o curvo e in forme particolari grazie al fatto che le lastre in cartongesso sono molto sottili ed elastiche e possono essere plasmate senza sforzo.

Libreria in cartongesso

Soluzione di grande successo perché realizzare una libreria in cartongesso permette di avere un pezzo di arredo unico, esclusivo, originale e su misura, che personalizza l’ambiente in cui è inserita e s’integra perfettamente in esso come tutte le opere in muratura (per esempio nicchie e pilastri), e allo stesso tempo un mobile economico e funzionale.

Parete in cartongesso

Con il cartongesso si possono realizzare pareti divisorie diritte o curve, anche dotate di nicchie, di vani e di aperture, che rappresentano una valida alternativa ai tramezzi tradizionali in muratura. Le pareti in cartongesso, più sottili delle tradizionali tramezzature in mattoni e quindi perfette per avere più spazio, riescono a delimitare gli ambienti, per esempio separare l’ingresso dal soggiorno o dividere in due un’ampia sala.

Fonte delle immagini: foto.habitissimo.it

Installazione del cartongesso: i passi da seguire

Domande da fare al tuo professionista sul cartongesso

Quali sono i vantaggi del cartongesso rispetto alle opere murarie in laterizio?

Il cartongesso è un materiale estremamente leggero e, al tempo stesso, anche particolarmente facile da usare e maneggiare e pratico, semplice e veloce da posare – quindi può essere posato anche in modalità fai da te. Inoltre è uno dei materiali più versatili presenti nel settore dell’edilizia. Il cartongesso inoltre, se opportunamente trattato e addizionato, il cartongesso è idrorepellente e antimuffa. Il cartongesso poi, se impiegato in accoppiamento con specifici pannelli e materiali, ha migliori caratteristiche termoisolanti e fonoassorbenti rispetto a un muro tradizionale in muratura.

Che cosa posso realizzare con il cartongesso?

Il cartongesso è un materiale molto versatile, economico e facile da lavorare: con esso, infatti, si possono realizzare le più disparate strutture leggere sia per fini estetici che funzionali quali finti pilastri, archi, tramezzi sia dritti che curvi, pareti, contropareti, nicchie, mensole, arredi come librerie e cabine armadio completamente attrezzate, controsoffitti sospesi anche dalle forme curve e dotati di diversi livelli e colori e nei quali si possono installare strisce di led o faretti e pure se si vuole ispezionabili.

Posso risolvere i problemi di umidità della mia casa usando il cartongesso?

Se si hanno problemi di umidità e di condensa in casa, il cartongesso è una soluzione ottimale. Si può accoppiarlo con pannelli di polistirene estruso e creare così una controparete che migliora le prestazioni di resistenza all’ umidità e alla muffa e di isolamento termoacustiche delle pareti esistenti. Oppure scegliere di applicare il cartongesso antimuffa, ossia un cartongesso costituito da un cuore di gesso addizionato di fibre di vetro, che si riconosce dal colore verde dell’impasto.

Termini tecnici da sapere sul cartongesso

  • Cartongesso: materiale da costruzione tra i più usati nell'edilizia leggera per realizzare tramezzi, controparti, controsoffitti e mobili data la sua versatilità, la sua velocità di applicazione e le sue particolari doti termoacustiche, ignifughe ed idrorepellenti.
  • Lastra tipo A: pannello di cartongesso standard, ossia che non è dotato di caratteristiche particolari, adatto a ricevere l’applicazione di intonaco a gesso o decorazione; è il tipo più utilizzato pre realizzare pareti divisorie, controsoffitti, arredi come librerie, cabine armadio, archi, mensole, ecc., contropareti ovviamente in ambienti che non hanno esigenze specifiche di resistenza al fuoco, all’ umidità e ai rumori.
  • Lastra tipo H: pannello di cartongesso idrofugo o idrorepellente detto anche antiumido per la sua capacità di resistere all’ umidità, grazie alla presenza di additivi che ne riducono l’assorbimento d’acqua e al rivestimento con materiali idrorepellenti e una barriera al vapore in alluminio, e quindi perfetto per ambienti ricchi di vapori, acqua e umidità come bagni, cucine, cantine scantinati dove di solito è usato per realizzare tramezzi, contropareti e controsoffitti.
  • Lastra tipo E: pannello di cartongesso per esterni dotato di una ridotta capacità di assorbimento d’acqua e di un fattore di resistenza al vapore non superiore al 25%, formato da una parte interna costituita da cemento, sabbia e pietrisco di origine vulcanica racchiusa da reti in fibre di vetro rivestite in cemento e che quindi non s’imbarca, non si gonfia, non si modifica né si usura.
  • Lastra tipo F: pannello di cartongesso ignifugo o antincendio costituito da un nucleo di gesso emidrato, ossia parzialmente disidratato, addizionato di fibre minerali di vetro, perlite e vermiculite, e ad adesione migliorata ad alta temperatura, detta anche tipo fuoco, che consente al pannello stesso di avere un comportamento migliore in caso d’incendio.
  • Lastra tipo D: pannello di cartongesso a densità controllata, non inferiore a 800 kg/mc, grazie alla quale ha prestazioni superiori in talune applicazioni, e dotato di una faccia adatta a essere intonacata a gesso o a essere decorata. 
  • Lastra tipo I: pannello di cartongesso con durezza superficiale migliorata che viene valutata in base all’ impronta lasciata dall’ urto di una biglia d’acciaio, che non deve essere superiore a 15 mm e dotato di una faccia adatta a essere intonacata a gesso o a essere decorata. 

Trucchi e consigli per affrontare il lavoro di posa del cartongesso