Impresa o Professionista?Iscrizione gratis!Sei un'impresa o un professionista?Registrati gratis!»

habitissimo - Ristrutturazioni e servizi per la casa

Certificazione acustica: Prezzo e Preventivi

600 €/udPrezzo medio

Il prezzo della certificazione acustica varia in base alla grandezza e alla tipologia dell’immobile. Solitamente, i certificati acustici hanno un costo medio di 650€.

Rango de precios indicado por los profesionales de certificazione acustica: 400 €/ud - 800 €/ud

Richiedi preventivi ai migliori professionisti della tua zona

Questi prezzi sono indicativi e possono variare in base a fattori quali la qualità dei materiali, la durata del lavoro, le dimensioni...

In questa guida

Richiedi preventivi gratuiti e senza impegno ai professionisti della tua zona

Come funziona il servizio preventivi di habitissimo?

Grafico di persona che richiede il suo preventivo tramite cellulare1. Raccontaci del tuo progetto certificazione acustica.
Persona richiedente un preventivo tramite il suo smartphone2. Confronta i migliori professionisti e aziende di certificazione acustica.
Conversazione telefonica tra un professionista e un privato3. Potrai ottenere preventivi e assumere, se lo desideri, il professionista che più ti piace.
In meno di un minuto e gratis

Costi per certificazione acustica

Tipo di lavoroPrezzo
Certificazione acustica rumori esterni 760 €
Certificazione acustica per palestre 750 €
Certificazione acustica per interno casa 700 €
Certificazione acustica impianti780 €

Informazione utile

Il prezzo della certificazione acustica varia in base alla grandezza e alla tipologia dell’immobile da certificare, ma, in media la perizia fonometrica e la certificazione del livello di insonorizzazione acustica di un edificio di aggirano tra i 600 e i 700 euro.

La perizia fonometrica, inoltre, deve essere sempre realizzata da un tecnico competente in acustica ambientale, regolarmente iscritto al registro nazionale del Ministero dell’Ambiente, altrimenti la certificazione acustica non ha valore.

  • 600/700 euro
  • Difficoltà: Difficile
arrow

Cosa fare per ottenere la certificazione acustica

Tutti gli edifici di nuova costruzione, o, costruiti in seguito all'entrata in vigore della normativa UNI 11367 del 31 dicembre 2011 devono necessariamente possedere la certificazione acustica per poter essere venduti o affittati.

L'obbligo di legge riguarda tutte le tipologie di costruzioni: residenziali, commerciali, industriali, artigianali e scolastiche, ma, non include gli edifici costruiti prima del 2011.

Tale normativa è volta a tutelare la salute delle persone dai rischi legati ad alti livelli di inquinamento acustico che spesso si registrano nelle nostre città.

La richiesta per una perizia acustica deve essere avanzata dal proprietario dell’immobile, o in alternativa, dall’amministratore della società costruttrice o del condominio. 

La perizia deve essere eseguita necessariamente da un tecnico specializzato, il 'tecnico competente in acustica ambientale', che effettua la  cosiddetta ‘perizia fonometrica'. 

La perizia fonometrica viene eseguita in tutti gli ambienti che compongono l'edificio.

La media dei risultati ottenuti in ogni ambiente determina un indice in base al quale l'edificio viene classificato in 4 diverse ‘classi di efficienza acustica'. 

Nel corso della perizia vengono presi in considerazione diverse tipologie di rumori generati da fonti eterogenee, ovvero: i rumori esterni, il calpestio e i rumori  causati dal funzionamento di impianti come caldaie o ascensori. 

Le classi di efficienza acustica vanno dalla 1, che è il livello più silenzioso, alla classe 4 che, invece, è la più rumorosa.

Una volta effettuata la perizia fonometrica, si ottiene la certificazione acustica dell’edificio

In base alla classe di appartenenza è possibile valutare se è necessario effettuare interventi per migliorare l'isolamento acustico dell’edificio. 

I lavori che si possono effettuare per migliorare il livello di isolamento acustico di un edificio sono diversi, ma in linea di massima, la tecnica più utilizzata e più economica consiste nell’applicare pannelli fonoassorbenti alle pareti, capaci di attutire i rumori sia interni che esterni. Tra i materiali più utilizzati ci sono il poliuretano espanso, la lana di vetro, la lana di roccia, ecc.

Chi può eseguire la certificazione acustica?

La certificazione acustica di un edificio, con la relativa perizia fonometrica, deve essere eseguita da un professionista regolarmente iscritto ad un registro nazionale istituito presso il Ministero dell’Ambiente: il tecnico competente in acustica ambientale

Per poter conseguire tale titolo e potersi iscrivere al registro, bisogna possedere una serie di requisiti, tra cui:

  • Essere in possesso di una laurea in ingegneria o una specializzazione tecnico-scientifica
  • Aver conseguito un master con un modulo dedicato all’acustica di almeno 12 crediti di cui tre laboratori di acustica su tematiche inerenti la legge 447/95, meglio nota come “Legge quadro sull’inquinamento acustico”.
  • Sostenere e superate l'esame finale del corso in acustica per tecnici competenti
  • Essere in possesso di un diploma di scuola media superiore ad indirizzo tecnico o maturità scientifica
  • - Essere in possesso del titolo di dottore di ricerca con una tesi di dottorato in acustica ambientale.
  • Aver lavorato in questo settore dell’acustica per almeno quattro anni.

I campi di azione del tecnico in acustica ambientale sono diversi e numerosi. Il tecnico competente in acustica ambientale, infatti, può occuparsi di:

  • Valutazione di impatto acustico
  • Valutazione di clima acustico
  • Progettazione per la riduzione dell’inquinamento acustico
  • Piano di risanamento acustico
  • Valutazione della salubrità dell’ambiente di lavoro a livello acustico
  • Misurazione vibrazioni
  • Valutazione requisiti tecnici passivi in ambiente abitativo.

Per i tecnici in acustica ambientale è obbligatorio l'aggiornamento professionale periodico, pena la sospensione e nei casi più gravi la cancellazione dal registro nazionale.