Come funziona il servizio di preventivi di habitissimo?
In meno di 1 minuto e gratis

Richiedi prezzi di certificazione impianto elettrico online. Servizio totalmente gratuito e senza impegno. Potrai paragonare vari preventivi di certificazione impianto elettrico dai migliori professionisti.

Prezzo di Certificazione Impianto Elettrico

Quanto costa un lavoro di Certificazione Impianto Elettrico?

Il prezzo medio è di

506 €
Da 130 € Prezzo più basso per la categoria: certificazione impianto elettrico
Fino 1.575 € Prezzo massimo indicatoci dai professionisti per i lavori di certificazione impianto elettrico

Questi prezzi sono approssimativi e possono variare in funzione di fattori come la qualità dei materiali, la durata del lavoro, le dimensioni...

Per ottenere un preventivo personalizzato:

In questa guida

La classificazione degli impianti elettrici civili

Livello 1: base

Livello 1: base

L'impianto elettrico base è quello disegnato per rispettare gli standard minimi stabiliti per gli impianti elettrici. Viene sicuramente consigliato per piccoli appartamenti in cui ci si pu accontentare degli elementi essenziali legati alle funzionalità della corrente elettrica.

Livello 2: standard

Livello 2: standard

Il livello successivo riguarda un impianto elettrico che ha come obiettivo la protezione della casa. In questi casi si prevede l'installazione di sistemi di allarme o di videosorveglianza, per garantire la sicurezza all'interno delle proprie mura.

Livello 3: domotica

Livello 3: domotica

Il livello massimo a cui può arrivare un impianto elettrico riguarda le unità abitative più moderne, nelle quali si effettua l'installazione di un sistema di domotica. Si tratta di sistemi automatizzati per gestire qualsiasi elemento della casa, sfruttando la tecnologia per assicurare il massimo del comfort a chi la vive.

Informazione utile
    • La dichiarazione di conformità degli impianti elettrici civili deve obbligatoriamente essere rilasciata dall’azienda che effettua l’installazione dell’impianto.

    • La dichiarazione di rispondenza può essere richiesta quando il certificato di conformità non è disponibile.

  • 1 - 2 settimane
  • Difficoltà: Media

Come deve essere elaborata una certificazione a norma?

Alcune informazioni essenziali

Cos'è una dichiarazione di conformità dell'impianto elettrico

Si tratta di un documento ufficiale che deve essere rilasciato da un elettricista autorizzato. Serve a dimostrare che l'impianto elettrico soddisfa tutti i requisiti necessari. Sostanzialmente si distinguono due varianti: il certificato delle specificità tecniche e il certifcato della potenza, usato per aumentare la potenza dell'impianto o per passaggi di proprietà.

Quali sono le sanzioni in caso di inosservanza?

In caso di mancato rilascio del certificato da parte dell’impresa di installazione dell’impianto, sono previste sanzioni amministrative da 1.000 a 10.000 euro.

Dove va depositato il certificato?

Una copia del certificato di conformità va depositata  presso lo Sportello Unico dell’Edilizia del comune di residenza del committente.

È obbligatorio installare l'impianto di terra?

L'impianto di messa terra non può essere imposto in presenza dell'interruttore differenziale da 30 mA, poichè il decreto è in proposito esplicito. Tuttavia deve essere chiaro che occorre comunque aggiungere l'impianto di terra in occasione di ampliamenti.

Dichiarazione di conformità installazioni elettriche: domande frequenti

Quali sono i documenti richiesti per la dichiarazione di conformità delle installazioni elettriche?

La dichiarazione deve, pena la sua nullità, contenere dei dati. In generale, i certificati contengono una parte generale, che ricomprende i dati del committente, del proprietario dell’immobile, dell’ubicazione, della tipologia dell’impianto e l’attestazione che l’impianto rispetta i criteri imposti dalle leggi vigenti.

Alla dichiarazione devono inoltre essere inclusi degli allegati, come lo schema o il progetto dell’impianto, l’elenco dei materiali e l’iscrizione alla Camera di Commercio della ditta.

Chi può aiutarmi per la dichiarazione di conformità installazioni elettriche?

La legge prevede che sia l’installatore dell’impianto a rilasciare la dichiarazione di conformità. Tuttavia, nel caso in cui l’impianto sia anteriore alla legge che ha imposto la certificazione, oppure, per diversi motivi, non si possegga materialmente il certificato, è possibile chiamare un tecnico abilitato che rediga la dichiarazione di rispondenza.

La dichiarazione di conformità delle installazioni elettriche a chi va consegnata?

Il tecnico che esegue la dichiarazione di conformità delle installazioni elettriche deve produrne diverse copie. Una deve essere consegnata all’utilizzatore dell’impianto, un’altra al committente. Un’ulteriore copia deve essere portata dallo stesso installatore allo sportello dell’edilizia del Comune in cui si trova l’impianto.

Quali sono i costi per la dichiarazione di conformità delle installazioni elettriche?

I costi oscillano in base alla zona in cui l’impianto è ubicato e anche alle tariffe del professionista che rilascia il certificato. In media, il prezzo è circa di 400 Euro.

Differenti tipologie di impianti elettrici domestici

Certificazione impianto elettrico: informazioni utili

Dichiarazione di conformità delle installazioni elettriche, termini da conoscere

  • Dichiarazione di conformità delle installazioni elettriche: è un documento, disciplinato dal Dm 37/2008, con il quale il professionista che ha realizzato l’impianto elettrico certifica che lo stesso rispetta i criteri previsti dalla legge. Questo certificato deve essere obbligatoriamente rilasciato dalla ditta che ha costruito l’impianto.

  • Modello per la dichiarazione di conformità delle installazioni elettriche: è quello che viene compilato per il rilascio della dichiarazione. È standard, e contiene l’indicazione di inserimento di alcuni dati obbligatori. Il modello da compilare è quello previsto dal Decreto del 19 maggio 2010.

  • Dichiarazione di rispondenza: viene rilasciata quando non è presente la dichiarazione di conformità, sia perché è stata smarrita, sia perché la costruzione dell’impianto è avvenuta prima dell’emanazione della legge che impone il certificato.

  • Impianto elettrico civile: è costituito dall’insieme delle apparecchiature che hanno la funzione di trasportare l’energia elettrica nei vari locali. La realizzazione di un impianto elettrico è disciplinata da diverse norme, che mirano a tutelare la sicurezza pubblica.

  • Autocertificazione: in alcuni casi, tassativamente previsti dalla legge, il privato può produrre un’autocertificazione con la quale attesta la funzionalità dell’impianto.

Dichiarazione di conformità delle installazioni elettriche: leggi e sanzioni

La dichiarazione di conformità delle installazioni elettriche è stata disciplinata per la prima volta dalla legge n. 46 del 1990, che è stata poi modificata da alcune norme, come il DM n. 37 del gennaio 2008. Il Decreto del maggio 2010 ha emendato quello del 2008 modificandone alcune parti riguardanti le attività di installazione.

L’impresa che installa gli impianti elettrici deve rilasciare obbligatoriamente il certificato di conformità. In caso contrario, potrà essere assoggettata a pensanti sanzioni amministrative, che prevedono un’ammenda da mille a 10 mila Euro.

Dai un punteggio a questa guida

Punteggio medio: 0 stelle

0 punteggi dati

1.114 persone hanno chiesto preventivi per certificazione impianto elettrico

Prezzi per categoria
Prezzi correlati
Registra la tua impresa

Contatta all'istante persone nella tua zona alla ricerca di professionisti esperti negli ambiti della costruzione, ristrutturazione, installazioni, traslochi, architetti ecc..