habitissimo - Ristrutturazioni e servizi per la casa

Energie rinnovabili: prezzi e preventivi

1.550 €/kwPrezzo medio

Fascia di prezzo indicata dai professionisti di energie rinnovabili: 600 €/kw - 2.500 €/kw

Richiedi preventivi ai migliori professionisti della tua zona

Questi prezzi sono indicativi e possono variare in base a fattori quali la qualità dei materiali, la durata del lavoro, le dimensioni...

energie rinnovabili

Energie rinnovabili: prezzi e preventivi

Prezzo medio1.550 €/kw

Rango de precios: 600 €/kw - 2.500 €/kw

Richiedi preventivi ai migliori professionisti della tua zona

Estos precios son una estimación y pueden variar en función de factores cómo la calidad de los materiales, la duración de la obra, las dimensiones, etc. por lo que te aconsejamos pedir un presupuesto personalizado

In questa guida

Richiedi preventivi gratuiti e senza impegno ai professionisti della tua zona

Come funziona il servizio preventivi di habitissimo?

Grafico di persona che richiede il suo preventivo tramite cellulare1. Raccontaci del tuo progetto energie rinnovabili.
Persona richiedente un preventivo tramite il suo smartphone2. Confronta i migliori professionisti e aziende di energie rinnovabili.
Conversazione telefonica tra un professionista e un privato3. Potrai ottenere preventivi e assumere, se lo desideri, il professionista che più ti piace.
In meno di un minuto e gratis

Costi per energie rinnovabili

Tipo di lavoroPrezzoDettagli
Impianto energia solare casa (100 mq)
9.300 €
6 Kw
Impianto energia solare villa (200 mq)
18.600 €
12 Kw
Impianto energia solare condominio (600 mq)
55.800 €
36 Kw
Impianto energia solare ufficio (50m)
4.650 €
3 Kw
Impianto energia locale commerciale (800 mq)
74.400 €
48 Kw
Come otteniamo i prezzi?

Come otteniamo i prezzi?

I prezzi che compaiono in questa Guida ai Prezzi provengono da informazioni reali che riceviamo dai nostri utenti privati ​​e professionali, confrontati e verificati da esperti del settore
+ 47.992richieste di preventivo di energie rinnovabili
+ 2.489professionisti di energie rinnovabili
+ 1.235recensioni verificate da energie rinnovabili

Quali sono le energie rinnovabili più utilizzate in Italia?

Energia da biomassa

Energia da biomassa

L’energia da biomassa deriva da materia organica, come piante e rifiuti animali trasformati per diventare combustibili alternativi a quelli fossili. Sottoposti a calore, i combustibili a biomassa sprigionano a loro volta calore in grado di riscaldare l’acqua il cui vapore viene immesso nelle tubazioni.

In ambito domestico questo tipo di energie è utilizzata per il riscaldamento, mediante l'impiego di caldaie a biomassa. Il costo per una caldaia a biomassa è di 4.000€.

Scopri i prezzi delle caldaie a biomassa!

Energia eolica

Energia eolica

L’energia eolica in Italia è ampiamente diffusa soprattutto nelle aree molto ventose. Il sistema di funzionamento è molto semplice ed è costituito da pale che si muovono con il vento, azionando con il movimento delle turbine che generano energia elettrica.

Un impianto eolico domestico può essere utilizzato per la produzione quindi di energia elettrica, differendo dai grandi impianti industriali solo per le dimensioni. Il costo per installare un impianto di questo tipo è di 5.000€.

Energia geotermica

Energia geotermica

L’energia geotermica è il calore contenuto all’interno della terra. In pratica non si fa altro che sfruttare il calore naturalmente sprigionato dal sottosuolo per azionare delle turbine per la produzione di energia elettrica.

In ambito domestico un sistema geotermico può essere utilizzato anche per la produzione di calore. Il costo per installare un impianto geotermico per la casa è abbastanza elevato: 20.000€.

Installare un impianto geotermico: prezzi e consigli utili

Energia solare

Energia solare

L’energia solare è sfruttata attraverso l’impiego di pannelli in grado di catturare i raggi solari. Esistono i pannelli solari, che non fanno altro che trasformare l’energia del sole in calore adatto a riscaldare l’acqua sanitaria, mentre i pannelli solari fotovoltaici riescono a produrre energia elettrica. Questi sistemi sono tra i più diffusi in Italia.

Entrambi i sistemi possono, quindi, contribuire a soddisfare il fabbisogno energetico di una casa, con un notevole risparmio. Il costo per installare un impianto fotovoltaico è di circa 7.000€ mentre per i pannelli solari il costo arriva fino a 15.000€.

Informazione utile

Installare pannelli solari sul tetto è un'ottima soluzione per risparmiare sui consumi e far abbassare il prezzo delle vostre bollette! Infatti, a fronte di un investimento iniziale di circa 6.000€, recuperabile in qualche anno, c'è un risparmio di circa il 50% rispetto agli altri strumenti di produzione di energia.

  • 2/3 ore
  • Difficoltà: Media
arrow

Qual è l'energia rinnovabile più facile da produrre

Ormai le energie rinnovabili hanno compiuto passi da gigante; per produrre energia e calore in strutture pubbliche e private, infatti, oggi si ricorre sempre più all'installazione di impianti fotovoltaici che, prima di tutto:

  • non inquinano
  • sono presenti in natura in quantità illimitate e rigenerabili
  • aiutano a ridurre i costi legati all'energia elettrica.

Ma vediamo nel dettaglio quale sia l'energia rinnovabile più semplice da produrre.

Quali sono le fonti di energia rinnovabili

Iniziamo col dire che vengono definite fonti di energia rinnovabili quelle che generano energia pulita e, quindi:

  • sole
  • vento
  • maree
  • rifiuti organici ed inorganici
  • prodotti vegetali.

Senza dubbio, l'energia pulita più facile da produrre è quella solare, poichè è una risorsa immediatamente reperibile, arriva a noi attraverso i raggi solari e, soprattutto deriva da una fonte praticamente inesauribile.

Leggi questo approfondimento per saperne di più riguardo ai pannelli fotovoltaici!

Domande frequenti ai professionisti sulle energie rinnovabili

Perché scegliere le energie rinnovabili?

L’uso delle energie rinnovabili è sempre più diffuso in quanto queste hanno innanzitutto un basso impatto ambientale e sfruttano fonti che non sono soggette ad esaurimento (sole, vento o il calore della terra).

Questo contribuisce non solo a diminuire l’inquinamento, producendo energia pulita, ma anche a ridurre sostanzialmente il consumo energetico.

Come contribuiscono le energie rinnovabili al benessere ambientale?

Le energie rinnovabili hanno come principale caratteristica quella di produrre energia pulita, cioè che non emette agenti inquinanti dannosi per l’ambiente ma anche per la salute delle persone. Inoltre sfrutta fonti che sono rinnovabili, appunto, e sostenibili.

Un impianto fotovoltaico sostituisce il collegamento alla rete elettrica?

No. Infatti nonostante le elevate prestazioni di questo sistema rinnovabile per la produzione di energia, non è sufficiente da solo a ricoprire il fabbisogno energetico.

Quanto consuma una caldaia a biomassa

Il risparmio in termini di consumo, rispetto alle caldaie a gas e metano, è del 60%, con una spesa annua che si aggira intorno agli 800€, a fronte di 2.000€.

Per l'installazione di una caldaia a biomassa il costo è di 4.000€.

Perché la caldaia a biomassa è considerata una fonte energetica rinnovabile?

La caldaia a biomassa è vantaggiosa ed è considerata tra le risorse rinnovabili  perché include gli scarti della lavorazione di materiali naturali come il legno, diminuendo la dipendenza dai combustibili fossili.

Pro e contro delle energie rinnovabili

Le energie rinnovabili, grazie ai loro importanti vantaggi, hanno contribuito a far accrescere negli anni il numero di installazioni di impianti sui tetti delle abitazioni italiane, ma oltre a questo, è utile capire anche quali siano gli aspetti meno "belli".

 I pro delle energie rinnovabili: rispetto per l'ambiente e la vita

Iniziamo ad elencare gli aspetti positivi delle energie rinnovabili, partendo proprio dal rispetto per l'ambiente e la salute umana. Essendo prodotte da fonti "pulite", infatti, esse hanno un impatto ambientale e sanitario inferiore rispetto alle energie derivanti dai combustibili fossili, contribuendo a migliorare la qualità della vita.

I pro delle energie rinnovabili: sono inesauribili

Utilizzare le energie rinnovabili significa anche eliminare ogni forma di spreco, cosa che invece succede con i combustibili fossili, infatti, le fonti che in tal caso vengono sfruttate (sole, vento, etc.) sono praticamente inesauribili.

I pro delle energie rinnovabili: risparmio economico

Da non sottovalutare, scegliendo l'energia pulita, è anche il vantaggio di risparmiare in termini economici. Nel tempo un impianto fotovoltaico permette un ritorno di ciò che si è speso molto interessante, attraverso la fruizione di incentivi statali che consentono di recuperare circa la metà del costo sostenuto (per l'impianto), sotto forma di credito d'imposta. Oltre a questo, esso contribuisce ad abbattere i costi dell'energia elettrica e del gas (tramite installazione di pompe di calore e piani di induzione).

Gli svantaggi delle energie rinnovabili

Anche le energie rinnovabili presentano qualche svantaggio, che è opportuno tenere comunque in considerazione prima di decidere se usufruirne o meno, magari chiedendo consiglio ad un esperto del settore:

  • non tutte le abitazioni private possono installare un impianto solare, specie le case a più piani ed i condomini ove non tutti i residenti sono propensi a sostenerne i costi;
  • per essere utilizzata, l'energia sostenibile deve sfruttare superfici inutilizzate, come tetti e terreni non coltivabili, in caso contrario arrecherebbe danni;
  • il calo di produzione energetica diminuisce di notte e quando il cielo rimane coperto per lunghi periodi.

Agevolazioni fiscali previste per l'installazione di pannelli solari

Per l'installazione di pannelli solari esistono delle agevolazioni fiscali veramente appetibili, gli ecobonus.

Grazie agli ecobonus si può usufruire di una detrazione dall’IRPEF o dall’IREF pari al 50% dell’investimento sostenuto per la riqualificazione degli edifici esistenti. Rientrano in queste spese le istallazioni di pannelli solari per la produzione di acqua calda ad uso domestico, commerciale o industriale, per un valore non superiore ai 96.000 euro. Non rientrano in tali detrazioni i pannelli solari fotovoltaici, cioè quei pannelli destinati alla conversione di energia solare in energia elettrica.

Nel caso di investimenti e installazione di pannelli solari in zone comuni di edifici o di un condominio, la detrazione può salire fino al 75%, per un tetto massimo di 40.000 euro per unità abitativa, e con una proroga fino al 31 giugno 2021.

Le detrazioni sono verranno distribuite nell’arco di 10 anni e sono compatibili con lo scambio sul posto (immissione in rete di energia elettrica prodotta privatamente e consumata in un secondo momento) ma non con le agevolazioni del Conto Energia.

Kike Álvarez

Kike Álvarez

Kike è responsabile della SEO di Habitissimo. Laureato in Comunicazione Audiovisiva presso l'Università Rey Juan Carlos e con un master in Marketing Digitale, ha sempre mantenuto la sua passione per la comunicazione e la scrittura. Habitissimo, Kike si occupa di rivedere tutti i contenuti, cercando di renderli utili per i nostri lettori e di fornire le informazioni più accurate e aggiornate.

Vedi profilo