Come funziona il servizio di preventivi di habitissimo?
Richiedi preventivi gratuitamente In meno di 1 minuto e gratis

Prezzo di Parquettisti

Quanto costa un lavoro di Parquettisti?

Il prezzo medio è di

733 €
Da 300 € È il prezzo più economico per "parquettisti"
Fino 1.500 € Prezzo massimo che ci hanno indicato i professionisti per i lavori di "parquettisti"

Questi prezzi sono approssimativi e possono variare in funzione di fattori come la qualità dei materiali, la durata del lavoro, le dimensioni...

Per ottenere un preventivo personalizzato:

Aspetti da conoscere prima di contattare un parquettista

Come scegliere il miglior tipo di parquet?

Al momento dell’acquisto e dell’ installazione del parquet in casa bisogna prendere in considerazione diverse variabili, tra cui la tipologia di materiale, la tonalità, la durevolezza, le modalità di installazione, la luce o l’umidità presente nell’ ambiente, la successiva manutenzione, il tipo di arredo che si intende utilizzare… Se si tratta di un locale pubblico, ovviamente il pavimento sarà soggetto a un maggiore transito, e quindi ad una maggiore usura. Un materiale classificato come duro o molto duro è quindi più indicato per questo tipo di ambienti. Per quanto riguarda un’abitazione, invece, il pavimento non avrà esigenze particolari come quello di un locale pubblico, però occorre assicurarsi che la tipologia di materiale sia adatta all’ utilizzo su pavimenti di legno.

Cosa devo sapere prima di contrattare un preventivo con il parquettista?

Come già detto, esistono in commercio diversi tipi di parquet, ognuno dei quali è indicato per una situazione specifica. Perciò, la prima cosa da chiedersi prima di contrattare un preventivo è se il parquettista è abituato a lavorare con il tipo di parquet che si vuole installare in casa o in negozio. Inoltre sarebbe utile guardare foto di lavori realizzati in precedenza, per capire se corrispondono a ciò che state cercando. Infine bisogna considerare fattori quali i tempi di realizzazione dell’opera e, ovviamente, i costi.

Cosa deve contenere il preventivo di un parquettista?

Il prevenetivo di un parquettista deve contenere due informazioni importanti. Per prima cosa il prezzo del materiale, che potrà variare considerevolmente a seconda del tipo di parquet scelto e delle dimensioni della superficie da ricoprire. L’altra voce indispensabile è quella relativa alla manodopera. Inoltre, nel caso in cui ci si è accordati per la consegna dei lavori entro una certa data, è importante che tale data sia indicata nel preventivo, soprattutto se è previsto un extra per la rapidità.

Cosa deve essere incluso in una richiesta di preventivo?

Nella richiesta di preventivo al parquettista è importante indicare se si vuole installare il parquet da zero o effettuare semplicemente una levigatura di quello esistente. Inoltre occorre indicare se il parquet verrà collocato all’interno o all’esterno, specificando in entrambi i casi il tipo di parquet, o magari lasciandoci consigliare dai professionisti del settore. Ovviamente per ottenere un preventivo realistico è importante includere nella richiesta le dimensioni dell’ambiente in cui il parquet verrà collocato.

Di cosa occorre tenere conto quando si esaminano i vari preventivi?

Per capire quale sia il preventivo migliore bisogna tenere presente che il prezzo dei materiali varia molto in funzione della qualità, perciò occorre distinguere se i professionisti sono più economici perché utilizzano parquet di qualità inferiore. Quanto ai costi della manodopera, la logica direbbe di optare per quella più economica, a patto però che i costi minori non siano dovuti alla scarsa esperienza dei lavoratori e quindi non vadano a scapito della qualità del lavoro realizzato.

14.045 persone come te hanno richiesto preventivi per parquettisti

Sbiancare parquet iroko
Pubblicato il 16/08/2017 Russi (Ravenna)

Preventivo sbiancare parquet iroko

Buonasera, Mi hanno appena installato un parquet iroko (non prefinito) nel piano notte. Purtroppo invece di lasciarlo del colore naturale, è stato trattato con un impregnante o protezione che lo ha reso di un colore molto scuro e oggettivamente brutto. Richiedo se è possibile riportarlo al colore naturale o comunque renderlo molto chiaro. Grazie, un saluto.

Levigare e Verniciare Parquet (Completa)
Pubblicato il 16/08/2017 Adrara San Martino (Bergamo)

Preventivo levigare e verniciare parquet (completa)

Devo far levigare i pavimenti di due camere da letto e un corridoio. Preferirei farlo entro la metà di settembre, prima di entrare ad abitarci. L'appartamento si trova a castelli calepio ed è posizionato al primo piano. Metratura complessiva da verificare sul posto circa 36 metri quadrati.

Informazione utile
  • Se abitate già nella casa dove volete far posare il parquet prediligete un parquet rifinito con vernice ad acqua (priva di sostanze tossiche e di odori sgradevoli) da posare preferibilmente con posa galleggiante così da averlo pronto in brevissimo tempo. Per quanto riguarda la scelta dell’essenza del legno, della tipologia di parquet (in legno massello, prefinito, impiallacciato o stratificato), della tecnica, direzione e geometrie di posa affidatevi ai consigli di un parquettista esperto.

  • 1-20 giorni
  • Difficoltà: Media

Differenti tipologie di posa del parquet

Posa del parquet a spina di pesce

La posa del parquet a spina di pesce richiede grande precisione, di conseguenza può essere realizzata solo da un parquettista esperto.

Foto Braga srl

Posa del parquet a correre

Nella posa del parquet a correre listoni di differenti lunghezze vengono disposti parallelamente

Foto archdaily

Posa del parquet innovativa

Esistono, inoltre, delle pose del parquet innovative, come quella che potete vedere in foto, resa possibile dall'utilizzo di tavole caratterizzate da geometrie differenti

Foto arredamento.it

Posa del parquet: i passi da seguire

Quali domande fare a un parquettista

Da quanto tempo lavora come parquettista?

Gli anni di esperienza sul campo sono la miglior garanzia di affidabilità per ottenere un parquet di qualità, dalla resa perfetta e duratura. Il fatto che un posatore di parquet lavori da anni e abbia avuto molti clienti che sono rimasti soddisfatti del suo lavoro è un ottimo biglietto da visita: infatti se il parquettista non porta a termine con qualità e perizia gli interventi richiesti per la sua specifica professionalità, difficilmente resta sul mercato per molto tempo.

È iscritto all’Associazione Nazionale Posatori Professionisti e ha una certificazione delle sue competenze?

Oltre all’ esperienza sul campo è molto importante la qualifica e la professionalità del posatore di parquet che può essere certificata dall’ iscrizione all’Associazione Nazionale Posatori Professionisti e da documenti che attestino il possesso di tutti i requisiti di conoscenza, abilità e competenza relativi alla sua specifica attività professionale, requisiti che sono definiti dalla norma UNI 11556, 2014.

Quale tipo di prodotti e materiali impiega di solito?

Un posatore può decidere di impiegare materiali e prodotti più tradizionali e magari più efficaci e più facili da utilizzare oppure materiali e prodotti a basso impatto ambientale o meno dannosi per la salute, quali essenze di legno più ecosostenibili, materiali isolanti in sughero e legno e non in materiale plastico, vernici ad acqua invece che a solvente, olii e cere naturali invece che quelle di origine petrolchimica, che ovviamente costano di più ma sono più attenti all’ambiente e non sono nocivi. O ancora potrebbe trovare un compromesso tra il budget a disposizione del cliente e le necessità pratiche e ambientali.

La posa del parquet e la sua finitura sono coperti da un’assicurazione e da garanzia?

È importante accertarsi subito di quali garanzie e assicurazioni per danni contro terzi dispone il posatore di parquet a cui ci rivolgiamo. Anche il miglior parquettista potrebbe arrecare dei danni durante lo svolgimento delle sue attività, per questo è importante verificare che eventuali danneggiamenti siano coperti da un'assicurazione e che il parquet posato abbia una garanzia.

Quali tipologie, direzioni e geometrie di posa sono più adeguate per gli ambienti della mia casa?

Un posatore di parquet esperto sa dare degli ottimi consigli, magari che vanno a migliorare il progetto iniziale del cliente, sia sulle essenze di legno e la tipologia di parquet più indicate che su quali siano le migliori tipologie, direzioni e geometrie di posa a seconda delle esigenze sia estetiche e d’illuminazione che funzionali, esigenze che variano a seconda delle caratteristiche delle singole stanze dove andrà posato il pavimento in legno.

Consigli per scegliere un buon parquettista

Posa del parquet e agevolazioni fiscali

Rinnovare i pavimenti della propria casa per esempio posando un parquet su un massetto in cemento o su un pavimento preesistente, trattandosi di un’opera interna all’abitazione che non modifica in alcun modo i prospetti esterni, la volumetria complessiva dell’edificio e non comporta mutamenti della sua destinazione d’uso, preso singolarmente viene classificato come un intervento di manutenzione ordinaria o non uno di ristrutturazione edilizia, quindi non può godere delle agevolazioni fiscali previste fino al 31 dicembre 2016 per interventi di ristrutturazione eseguiti su immobili a prevalente destinazione abitativa privata quali la detrazione IRPEF al 50%, il bonus mobili e l’IVA agevolata al 10%. Ovviamente se questo lavoro di posa del parquet accompagna altri lavori di ristrutturazione e risulta necessario per eseguire gli interventi agevolabili, le spese sostenute per la sua realizzazione potranno rientrare nel computo totale da detrarre. In particolare per quanto riguarda l’IVA agevolata al 10% si può usufruirne dopo che si è presentata in Comune la comunicazione di inizio lavori per ristrutturazione e solo se l'azienda fornitrice dei materiali per realizzare il parquet è anche esecutrice del lavoro di posa della pavimentazione.