Come funziona il servizio di preventivi di habitissimo?
Richiedi preventivi gratuitamente In meno di 1 minuto e gratis

La posa di piastrelle consiste nel rivestire il suolo o parete con piastrelle decorate per ottenere risultati decorativi, compito che richiede massima precisione e cura. Se hai bisogno di un esperto piastrellista, non dubitare e contatta con un professionista responsabile, richiedi il tuo preventivo per la posa di piastrelle e ricevi le migliori offerte.

Prezzo di Muratori

Quanto costa un lavoro di Muratori?

Il prezzo medio è di

2.443 €
Da 400 € Prezzo più basso per la categoria: piastrelle
Fino 6.500 € Prezzo massimo indicatoci dai professionisti per i lavori di piastrelle

Questi prezzi sono approssimativi e possono variare in funzione di fattori come la qualità dei materiali, la durata del lavoro, le dimensioni...

Per ottenere un preventivo personalizzato:

6.306 persone hanno chiesto preventivi per piastrelle

Ristrutturazione pavimento esterno
Pubblicato il 25/04/2018 Lido Estensi, Comacchio (Ferrara)

Preventivo ristrutturazione pavimento esterno

Rimozione e smaltimento 16 mt quadrati piastre di cemento posate su sabbia e 8 mt quadrati di piastrelle incollate su massetto. Posa di 20 mt quadrati di piastrelle o autobloccanti su sabbia con telo, ghiaino ecc. . . Sotto. 3) posa di8 mt di piastrelle incollate dove sono state tolte quelle sopra ...

Pavimentare e Piastrellare
Pubblicato il 19/04/2018 Bordano (Udine)

Preventivo pavimentare e piastrellare

Lavori richiesti: Cucina: sostituzione e posa in opera di piastrelle in gres porcellanato a pavimento (Superficie: 14, 60 mq) e su di una parete (Superficie (altezza 2, 50): 11, 00 mq). Posa in opera di zoccolo battiscopa (14, 00 ml). Ingresso e soggiorno: ...... (Superficie: 14, 60 mq) e su di una parete (Superficie (altezza 2, 50): 11, 00 mq). Posa in opera di zoccolo battiscopa (14, 00 ml). Ingresso e soggiorno: sostituzione e posa in opera di piastrelle in gres porcellanato (Superficie: 36, 50 mq) e di zoccolo battiscopa (30, 00 ml).

Quali piastrelle scegliere per gli ambienti di casa?

Originali e di tendenza: piastrelle esagonali

Originali e di tendenza: piastrelle esagonali

Ecco una particolare tipologia di piastrelle esagonali, oggi molto di tendenza, che consente di creare rivestimenti veramente unici anche in camera da letto. Questo tipo di sagoma, infatti, offre la possibilità di realizzare delle pose non tradizionali e la scelta di tonalità è davvero ampia, in modo da ottenere un risultato più sobrio con le piastrelle tinta unita oppure un effetto originale con quelle decorate.

Lussuose e moderne: piastrelle in gres effetto marmo

Lussuose e moderne: piastrelle in gres effetto marmo

Se il nostro sogno è quello di realizzare un bagno di lusso senza spendere grandi cifre, rivolgiamoci ad un esperto rivenditore di piastrelle che potrà guidarci e consigliarci al meglio per realizzarlo. Queste bellissime piastrelle in gres effetto marmo, ad esempio, sono una valida alternativa alla pietra naturale, molto costosa. L'effetto estetico è davvero strabiliante, grazie alle straordinarie tecniche ed alle materie utilizzate, che garantiscono il risultato desiderato.

Raffinate ed eleganti: piastrelle in gres effetto legno

Raffinate ed eleganti: piastrelle in gres effetto legno

Le piastrelle in gres porcellanato effetto legno conferiscono senza dubbio un tocco di raffinatezza ed eleganza alla nostra casa. Si tratta di un particolare tipo di ceramica molto resistente, inassorbente e molto semplice da pulire. Questa piastrella si presta a qualsiasi tipo di ambiente grazie alla vasta scelta di finiture e colori.

Colorate e allegre: piastrelle mosaico in cucina

Colorate e allegre: piastrelle mosaico in cucina

Grazie alle piastrelle mosaico oggi è possibile creare una grande varietà di composizioni e cornici per la cucina, riuscendo ad abbinarle perfettamente sia alle tinte chiare che a quelle scure. Il mosaico, inoltre, consente anche di lavorare soltanto su alcuni punti della parete che si desidera rivestire, come gli angoli, la fascia inferiore oppure quella più vicina al piano di lavoro.

Fonte delle immagini: foto.habitissimo.it

Informazione utile
  • Quali caratteristiche devono avere le piastrelle e dove posarle? Occorrono per il pavimento o per i rivestimenti di bagno o cucina?

    Le caratteristiche imprenscindibili:

    • resistenti
    • antiscivolo
    • anti - incisione

    Inoltre, a seconda dell'ambiente a cui destinarle, è possibile consultare la tabella PEI, che definisce la resistenza all'abrasione superficiale delle piastrelle. I prezzi delle piastrelle variano dai 15 euro del cotto fino ai 150 euro al metro quadro per le più pregiate piastrelle in gres porcellanato.

  • 5 - 7 giorni
  • Difficoltà: media

Tipologie di piastrelle più diffuse

Piastrelle in cemento

Piastrelle in cemento

Le piastrelle in cemento sono realizzate in lastre di grandi dimensioni (60 x 60, 60 x 120, 120 x 120) ed in genere vengono impiegate per la posa di pavimenti industriali, anche se è possibile trovarle pure in edifici pubblici e residenziali. A seconda della destinazione e dell'uso che si intende fare, esse possono essere personalizzate e dar vita a pavimenti molto originali e veramente gradevoli dal punto di vista estetico. I vantaggi di questo tipo di piastrelle sono:

  • economicità
  • velocità nella posa in opera
  • facilità nel pulirle
  • molto resistenti ai grandi carichi

Di contro, però, esse danno una sensazione di freddezza e per questo motivo non sempre si adattano facilmente alle strutture residenziali.

Fonte dell'immagine: Nikkolor

Piastrelle in cotto

Piastrelle in cotto

Le piastrelle in cotto, non smaltate ed in monocottura, si adattano perfettamente agli ambienti rustici e sono ideali per chi ama durevolezza ed estetica originale. Esse si presentano sottili e con una larghezza e lunghezza maggiori dello spessore e disponibili in varie sagome di dimensioni differenti. Inoltre, consentono di creare delle composizioni geometriche molto particolari che donano ai pavimenti un tocco artistico. Le piastrelle di questo tipo assicurano resistenza nel tempo ed agli agenti atmosferici, oltre ad essere versatili ed a donare bellezza agli ambienti in cui vengono posate. Allo stesso tempo, però, necessitano di molta manutenzione e la loro porosità rende particolarmente difficile eliminare le macchie.

Fonte dell'immagine: Terracottatuscanyart

Piastrelle in gres porcellanato

Piastrelle in gres porcellanato

Le piastrelle in gres porcellanato sono considerate le più diffuse e di tendenza al giorno d'oggi. Al primo posto nelle preferenze delle piastrelle sul mercato in quanto si tratta di un materiale che può riprodurre qualunque pietra e materia prima grazie alla sua lavorazione. In questo esempio si nota come sia confondibile l'effetto marmoreo lucido al punto da sembrare la pietra vera. Questo tipo di piastrelle vince per la sua praticità e manutenzione data dovuta alla sua resistenza durevole nel tempo, quella che manca alla delicatezza di una pietra porosa come il marmo o di un materiale come il legno.

Fonte dell'immagine: Quintastradaceramic

Piastrelle in ardesia

Piastrelle in ardesia

Le piastrelle in ardesia vengono realizzate con roccia naturale sedimentaria, definita appunto ardesia, la cui caratteristica principale è quella di poter essere divisa in lastre sottili oltre che presentarsi come materiale molto resistente. E' possibile trovare questo materiale in svariati colori ed utilizzarlo sia per i pavimenti che per i rivestimenti sia interni che esterni, oltre che per accessori e piani di lavoro. Essendo non porosa, inoltre, l'ardesia viene impiegata in particolare per gli ambienti esterni, ma essendo soggetta ad invecchiamento, necessita di cura e manutenzioni continue, in modo da riuscire a conservare lo stato originario.

Fonte dell'immagine: D'Introno

Come avviene la posa delle piastrelle del pavimento

Domande frequenti sulle piastrelle

Come si aggiustano le piastrelle scheggiate?

Oltre a chiedere consiglio ad un bravo piastrellista, un rimedio utile per le piastrelle scheggiate può essere un apposito stucco per piastrelle aggiunto a smalti o vernici sintetiche per ottenere lo stesso colore delle altre, che dovrebbe riparare il danno. In caso contrario è preferibile sostituirla direttamente.

Come bucare le piastrelle con il trapano?

Prima di bucare le piastrelle con il trapano è doveroso fare molta attenzione per evitare di spaccarla completamente. Detto ciò, è vivamente consigliato evitare di effettuare la foratura negli angoli oppure ai lati, ma di agire nella zona centrale. Inoltre, prima di cominciare a forare, è preferibile fare un segno con una penna ad alcool e scalfire leggermente il punto con martello e punzone, in modo che la punta del trapano non si sposti dal punto contrassegnato. Qualora fosse possibile, evitate di utilizzare la funzione a percussione all'inizio, ma fatelo quando la punta (del trapano) avrà oltrepassato lo spessore delle piastrelle.

Come dipingere le piastrelle in ceramica?

Dipingere le piastrelle non è un'operazione complessa, ma necessita comunque di una buona manualità ed una certa competenza e per tale motivo, se non ve la sentite di farlo da soli, meglio chiamare un esperto del settore. Prima di tutto è necessario pulire a fondo la superficie da trattare utilizzando uno sgrassatore, dopo aver opportunamente chiuso eventuali crepe con dello stucco da riempimento. Poi inizia la vera e propria verniciatura, ravvivando le fughe per poi applicare il colore lungo i bordi delle piastrelle. In seguito, con un apposito rullo di gommapiuma viene colorato l'interno delle stesse, ricordando di applicare sempre la stessa quantità di colore. Questa procedura viene eseguita due volte e successivamente si applicano le bande per fughe adesive. A questo punto occorre sigillare il colore mediante una specifica lacca trasparente e protettiva.

Come impermeabilizzare le piastrelle doccia

Per rendere le piastrelle del box doccia assolutamente impermeabili, generalmente si consiglia uno materiale specifico ed in grado di respingere l'acqua e prevenire la comparsa di muffe. In questo caso, è necessario lavorare sul perimetro di ogni singola piastrella impiegando un sigillante a base di silicone.

Come lucidare le piastrelle opache?

Per lucidare le piastrelle divenute opache, specie quelle del bagno e della cucina, i rimedi naturali sono molto efficaci e danno ottimi risultati. Ad esempio, l'alcool etilico pulisce, disinfetta e non necessita di essere asciugato perchè evapora velocemente: basta spruzzarne un poco su un panno in cotone e passarlo sulle mattonelle. Anche l'acqua ossigenata è molto indicata, in quanto aiuta a detergere ed a schiarire le macchie che si formano nelle fughe.

Come lavare le piastrelle in gres porcellanato?

Per lavare a fondo le piastrelle in gres porcellanato è necessaria dell'acqua calda in cui mescolare, a scelta, ammoniaca, alcool e aceto oppure prodotti specifici. Grazie all'assenza di porosità di questo materiale, infatti, lo sporco non penetra all'interno delle piastrelle, ragion per cui, occorre una pulizia ordinaria e poche accortezze.

Le piastrelle si possono posare senza fuga?

Le piastrelle per pavimenti e rivestimenti si possono posare sia con fuga che senza; naturalmente, la sua presenza incide sull'estetica e sulla funzionalità. Esistono particolari tipi di piastrelle, come quelle rettificate, dove è possibile ridurre al minimo la fuga e si prestano perfettamente per rivestimenti di tipo contemporaneo.