habitissimo - Ristrutturazioni e servizi per la casa

Piccole ristrutturazioni edili: Prezzo e Preventivi

225 €/m²Prezzo medio

Fascia di prezzo indicata dai professionisti di piccole ristrutturazioni edili: 150 €/m² - 300 €/m²

Richiedi preventivi ai migliori professionisti della tua zona

Questi prezzi sono indicativi e possono variare in base a fattori quali la qualità dei materiali, la durata del lavoro, le dimensioni...

piccole ristrutturazioni edili

Piccole ristrutturazioni edili: Prezzo e Preventivi

Prezzo medio225 €/m²

Rango de precios: 150 €/m² - 300 €/m²

Richiedi preventivi ai migliori professionisti della tua zona

Estos precios son una estimación y pueden variar en función de factores cómo la calidad de los materiales, la duración de la obra, las dimensiones, etc. por lo que te aconsejamos pedir un presupuesto personalizado

In questa guida

Richiedi preventivi gratuiti e senza impegno ai professionisti della tua zona

Come funziona il servizio preventivi di habitissimo?

Grafico di persona che richiede il suo preventivo tramite cellulare1. Raccontaci del tuo progetto piccole ristrutturazioni edili.
Persona richiedente un preventivo tramite il suo smartphone2. Confronta i migliori professionisti e aziende di piccole ristrutturazioni edili.
Conversazione telefonica tra un professionista e un privato3. Potrai ottenere preventivi e assumere, se lo desideri, il professionista che più ti piace.
In meno di un minuto e gratis

Costi per piccole ristrutturazioni edili

Tipo di lavoroPrezzoDettagli
Rivestire con cemento resina
1.000 €
10mq
Realizzare tettoia
500 €
Prefabbricato
Realizzare sottotetto
30.000 €
Piccola opera muraria
3.000 €
100mq / cartongesso
Come otteniamo i prezzi?

Come otteniamo i prezzi?

I prezzi che compaiono in questa Guida ai Prezzi provengono da informazioni reali che riceviamo dai nostri utenti privati ​​e professionali, confrontati e verificati da esperti del settore
+ 72.144richieste di preventivo di piccole ristrutturazioni edili
+ 21.535professionisti di piccole ristrutturazioni edili
+ 8.004recensioni verificate da piccole ristrutturazioni edili

Informazione utile

Grazie alle piccole ristrutturazioni edili può bastare davvero poco per dare un volto completamente diverso alla propria casa. Un nuovo bagno con nuovi sanitari, oppure una nuova cucina sono in grado di portare una ventata di freschezza all'abitazione, aumentandone anche di molto il valore in termini economici.

  • 1 giorno
  • Difficoltà: Bassa
arrow

Gli interventi di manutenzione ordinaria e le piccole ristrutturazioni edili

Tutti gli interventi che si inseriscono nel contesto delle piccole ristrutturazioni edili fanno parte della cosiddetta manutenzione ordinaria. Più precisamente le ristrutturazioni edili in generale sono così definite dal Testo Unico dell’Edilizia, D.P.R. 380/01 all’art.3, comma 1, lettera d: "Interventi rivolti a trasformare gli organismi edilizi mediante un insieme sistematico di opere che possono portare ad un organismo edilizio in tutto o in parte diverso dal precedente". Più specificatamente è poi stabilito quali tipi di interventi possono essere classificati come manutenzione ordinaria. 

La manutenzione ordinaria è definita dall’articolo 31 della legge 457/1978. In questo articolo sono elencati i vari tipi di lavori che rientrano in tale categoria e che possiamo definire come piccole ristrutturazioni edili, che non richiedono pertanto permessi di lavori o moduli DIA per essere portati a termine. Testualmente la Legge dice che fanno parte della manutenzione ordinaria tutte quelle "opere di riparazione, rinnovamento e sostituzione delle finiture degli edifici e quelle necessarie ad integrare o mantenere in efficienza gli impianti tecnologici esistenti". 

Facendo alcuni esempi vediamo che si parla di lavori piuttosto comuni come possono essere la sostituzione dei pavimenti o degli impianti già esistenti; anche il rifacimento del bagno con la sostituzione dei sanitari è considerata una piccola ristrutturazione edile, ed allo stesso modo lo è il rifacimento della cucina. Anche semplici opere di tinteggiatura delle pareti fanno parte di questa categoria e non richiedono particolari permessi per essere svolte.

Nel novero delle piccole ristrutturazioni edili compaiono anche l'abbattimento di tramezzi, o il cambio dei vani delle porte. In questo caso bisogna stare attenti perché alcuni Comuni hanno dei differenti regolamenti in merito, e in certi casi potrebbe essere necessario richiedere la Scia (Segnalazione Certificata di Inizio Attività). 

Un esempio di piccola ristrutturazione edilizia: Il rifacimento del bagno

Ristrutturare il bagno è uno di quelle piccole ristrutturazioni che non ha bisogno di permessi rilasciati dal Comune. Ovviamente però si tratta di un lavoro che va svolto con attenzione e per cui vanno seguiti dei passaggi precisi. Il primo passo da seguire quando si deve ristrutturare completamente un bagno, magari vecchio e degli anni 60/70, è quello di chiudere le chiavi di arresto dell’acqua e di sigillare bagno e stanze adiacenti, in modo che non si riempiano di polvere.

Adesso si può procedere alla rimozione di tutti i sanitari e degli arredi ed eventualmente anche alla rimozione del pavimento e dei rivestimenti esistenti, se si prevede di sostituire anche quelli. Nel caso vadano cambiate anche le vecchie tubazioni del bagno si dovrà procedere anche alla demolizione del massetto di sottofondo.

Dopo questa fase, ad opera di un muratore, viene il momento di posizionare i nuovi impianti, seguendo le tracce segnate in precedenza. Di questa fase normalmente si deve occupare un idraulico esperto affiancato da un elettricista. In particolare è l’idraulico a dover prestare maggiore attenzione durante la posa delle tubazioni dato che un suo errore potrebbe portare, a ristrutturazione ultimata, alla comparsa di perdite d’acqua sotto al pavimento. In questo caso il pavimento andrebbe smantellato nuovamente per risolvere il problema.

Prima di procedere alla posa del nuovo pavimento si provvederà a gettare il nuovo massetto, chiudendo anche le tracce aperte. Fatto questo potranno essere posati i nuovi pavimenti ed i nuovi rivestimenti che daranno immediatamente un colpo d'occhio nuovo e fresco al nostro bagno. È molto importante in questa fase che sia eseguita una posa a regola d’arte, con pavimenti e rivestimenti perfettamente a livello.

Nell'ultima fase entra in scena nuovamente l'idraulico che si occuperà di montare i nuovi sanitari, le rubinetterie ed il box doccia. Infine dovrà essere portato a termine un collaudo, dove si verificherà che la pressione dell’acqua sia adeguata e che non ci siano eventuali perdite dalle rubinetterie.