14.500 €/ud

Prezzo medio

Il prezzo medio delle pompe di calore aria-acquada 9 kW e 10 kW è di circa 12.500€.

Intervallo di prezzi indicato dai professionisti dipompa di calore: 4.000 €/ud - 25.000 €/ud

Questi prezzi sono approssimativi e possono variare in funzione di fattori come la qualità dei materiali, la durata del lavoro, le dimensioni...

In questa guida
Come funziona il servizio di preventivi di habitissimo?
In meno di 1 minuto e gratis

Costi per pompe di calore

Tipologia di pompe di calore Prezzo Dettagli
Pompa di calore aria-aria 4.000€3 kW potenza (senza installazione)
Pompa di calore aria-acqua 7.000€15 kW potenza (senza installazione)
Pompa di calore geotermica 23.000€23 kW potenza (con installazione)
Pompa di calore ibrida 10.000€5 kW pompa di calore e 33 kW caldaia potenza (con installazione)
Pompa di calore ad assorbimento 13.500€Da 2,8 kW a 37,9 kW (modulante, senza installazione)
Pompa di calore acqua-acqua 8.400€8,3 kW potenza
Informazione utile
  • Il prezzo medio delle pompe di calore aria-acquada 9 kW e 10 kW è di circa 12.500€.

  • 3-5 giorni
  • Difficoltà: Media

Esempi di preventivi di pompe di calore

Il costo medio per installare una pompa di calore varia in base a determinati fattori, tra cui:

  • la potenza dei dispositivi (e quindi, la portata complessiva dell’impianto);

  • l’eventuale intervento sull’impianto elettrico (modifiche di potenza, cambio di contratto fornitura);

  • i possibili lavori da eseguire sulla muratura (fori sui muri per il passaggio di cavi e tubazioni, realizzazione di locali ad hoc per ospitare la pompa di calore, costruzione di sistemi ad incasso);

  • il marchio del prodotto scelto;

  • i costi legati alla progettazione e i compensi dei tecnici;

  • l’urgenza del lavoro;

  • la disinstallazione e lo smaltimento dei vecchi sistemi di riscaldamento.

Di seguito, si elencano alcuni esempi di preventivi per svolgere il suddetto intervento.

  • Fornitura di una pompa di calore aria-acqua monoblocco ad accumulo da 9 kW e 230 V: prezzo medio di circa 12.000€.

  • Fornitura di una pompa di calore aria-acqua da 6k W con sistema ad incasso compatto per esterni: costo medio di circa 6.500€.

  • Acquisto di una pompa di calore aria-acqua con modulo idronico e alimentazione trifase (40 kW): prezzo medio di circa 20.000€.

  • Fornitura di una pompa di calore geotermica reversibile condensata ad aria (con accumulo e pompa trifase): prezzo medio di circa 9.000€.

  • Fornitura di un climatizzatore con pompa di calore aria-aria da 12000 BTU: costo medio di circa 1.800€.

I costi legati all’installazione delle pompe di calore oscillano da 3.500€ a 5.000€ + IVA.

Consigli per scegliere la migliore pompa di calore

Domande frequenti sulle pompe di calore

Quando conviene installare una pompa di calore?

Una pompa di calore è molto utile quando c'è la disponibilità di una delle fonti energetiche richieste. Ad esempio, una falda acquifera, oppure, un terreno dal quale estrarre calore per un impianto geotermico. Le pompe di calore aria-aria possono poi essere utilizzate ovunque, e sono sconsigliate solamente in casi di climi troppo rigidi. Pertanto si tratta di un sistema di riscaldamento sempre valido, specialmente se si è attenti a non voler produrre inquinamento.

Quanto consuma un impianto con pompa di calore?

La pompa di calore non ha consumi troppo elevati, considerando quanto permette di risparmiare su combustibili di vario tipo, come il metano o il GPL delle classiche caldaie. Solamente, le pompe di calore aria aria hanno un dispendio elettrico che può essere elevato se devono lavorare in ambienti molto freddi. Per fare un esempio, una pompa aria aria, per riscaldare un ambiente di 80 metri quadri, consuma in un anno circa  4.500 kWh

ll consumo di una pompa di calore è legato alla potenza dell’apparecchio e alla sua frequenza di utilizzo. Ad esempio, una pompa di calore aria-acqua da 5 kW, ha un consumo medio di energia elettrica che varia da 0,5 kWh a 2 kWh. Per quanto concerne il consumo medio annuo relativo al riscaldamento (sempre per un modello di questo tipo e considerando un utilizzo di 8 ore al giorno), esso è di circa 1.600 kWh.

Una pompa di calore di 9kW può assorbire da 1,94kW a 2,92 kW circa di energia elettrica.

Quale pompa di calore mi conviene scegliere? Monoblocco o split?

Una pompa di calore split è particolarmente adatta in zone climatiche molto fredde e soggette a glaciazione. In tutti gli altri casi può essere adatta invece una pompa di calore monoblocco.

Come funziona la caldaia a pompa di calore?

La caldaia con pompa di calore è un impianto molto efficiente dal punto di vista energetico, poiché unisce due sistemi di riscaldamento innovativi, che sono in grado di ridurre i consumi e quindi, di far risparmiare.

Questo sistema può essere utilizzato per il riscaldamento, per l’acqua calda sanitaria e anche per il raffrescamento.

Il suo funzionamento è piuttosto complesso, in quanto si tratta a tutti gli effetti, di un impianto ibrido. Vi sono infatti una caldaia (generalmente, a condensazione), che può essere alimentata con gas metano o GPL, combinata con una pompa di calore, alimentata da energia rinnovabile, le quali si attivano in base alle necessità energetiche, date dal clima e dalle temperature.

Ad esempio, quando il fabbisogno energetico (per quanto riguarda il riscaldamento) è minore, si attiva solo la pompa di calore; al contrario, se occorre riscaldare un po' di più (come avviene durante l’inizio dell’inverno), i due sistemi funzionano contemporaneamente. La caldaia si attiva soltanto quando le temperature sono davvero molto rigide, in quanto è l’unico dispositivo che può garantire un riscaldamento efficiente unitamente alla produzione di acqua calda sanitaria.

Asciugatrice, quale scegliere: pompa di calore o condensazione?

Le asciugatrici con pompa di calore hanno costi più elevati rispetto a quelle a condensazione, tuttavia, sono più efficienti di queste ultime. Inoltre, consumano meno energia, pertanto, garantiscono un risparmio notevole in bolletta. Le asciugatrici a condensazione producono consumi molto alti, a fronte di un prezzo ridotto per quanto riguarda installazione e fornitura del prodotto.

A cosa serve la pompa di calore?

La pompa di calore permette di riscaldare gli ambienti prelevando calore dall’esterno (terreno, acqua o aria). Inoltre, questo dispositivo, consente anche di raffrescare casa e di produrre acqua calda sanitaria.

A quanti gradi impostare la pompa di calore?

La temperatura di mandata di una pompa di calore, in genere, può essere impostata a circa 60°.

Per quanti mq è adatta l’installazione di una pompa di calore da 12 kW?

La pompa di calore da 12 kW è idonea per l’installazione presso ambienti grandi fino a 120 mq.

Dove posizionare unità esterna della pompa di calore?

L’unità esterna della pompa di calore va posizionata esclusivamente negli spazi esterni delle abitazioni. L’area outdoor presso la quale montare tale dispositivo deve essere facilmente accessibile, per consentire ai tecnici di poter eseguire tutti i controlli e gli interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria necessari.

Inoltre, il luogo in cui installare le unità esterne delle pompe di calore deve essere riparato adeguatamente, in modo da non subire l’azione degli agenti atmosferici. Per una maggiore efficienza del dispositivo, è opportuno collocare l’unità esterna al riparo da correnti fredde e vento, e infine, sistemarla in un punto che sia ben esposto al sole.

La pompa di calore può essere posizionata sia all’interno sia all’esterno delle abitazioni. Se si sceglie uno spazio outdoor, è necessario sistemare il dispositivo in un punto protetto da pioggia, vento e precipitazioni nevose, il quale sia anche bene esposto alla luce del sole.

Nel caso in cui si decida di montare la pompa di calore in un locale interno, occorre considerare alcuni elementi, come ad esempio, la posizione del locale stesso rispetto alle altre stanze della casa (proprio perché l’elettrodomestico è piuttosto rumoroso), la metratura disponibile per l’installazione, la ventilazione del locale (che deve essere ottimale) e infine, l’umidità presente all’interno di quest’ultimo (la quale deve essere tra il 45% e il 65%).

Climatizzatore a pompa di calore: come funziona e quanto costa?

Pompa di calore: perché conviene?

Quando non conviene installare una pompa di calore?

Anche se la pompa di calore è un dispositivo molto efficiente che consente di risparmiare sui costi energetici, esistono alcune situazioni in cui la sua installazione è altamente sconsigliata.

Innanzitutto, è meglio non montare una pompa di calore se si desidera un impianto di riscaldamento che permetta di usufruire immediatamente di tanti litri di acqua calda sanitaria. La pompa di calore infatti, non è altro che un sistema ad accumulo: che produce, quindi, una limitata quantità di acqua calda disponibile subito. Ciò fa sì che non sia particolarmente adatta nei casi in cui si abbia bisogno quotidianamente di un elevato quantitativo di acqua calda.

Esistono modelli dotati di cisterne che sono in grado di contenere numerosi litri di acqua, tuttavia, per installare queste ultime, occorre avere a disposizione molto spazio.

Senza contare che, se si vuole installare una pompa di calore all’esterno, bisogna valutare l’impatto estetico di quest’ultima.

Vi è un’altra buona ragione per preferire altri sistemi di riscaldamento alla pompa di calore, che riguarda principalmente la metratura delle abitazioni e la loro dispersione termica. Nelle case più grandi di 200 mq, è sconsigliabile montare questo tipo di dispositivo, proprio perché non è abbastanza potente per riscaldare gli spazi. Rispetto alle caldaie a condensazione, ad esempio, le pompe di calore possiedono una potenza minore.

Inoltre, la questione si complica maggiormente quando si effettua il montaggio di una pompa di calore all’interno di una casa scarsamente isolata. In questo frangente infatti, potrebbe essere necessario aggiungere un altro tipo di impianto di riscaldamento.

Infine, è fondamentale anche considerare la potenza dell’impianto elettrico (sempre in rapporto alla grandezza della propria casa) che deve essere in grado di soddisfare il fabbisogno delle pompe di calore e, contemporaneamente, degli altri elettrodomestici.

Qual è la differenza tra pompa di calore elettrica e ad assorbimento?

Raffaela Cozzolino

Raffaela Cozzolino

Nata e cresciuta in Liguria, Raffaela Cozzolino si occupa di scrittura creativa e SEO/copywriting dal 2017. Ha collaborato con varie Web Agency, startup e aziende per redigere e gestire i contenuti di blog e siti web aziendali. Da sempre interessata alla scrittura, all’interior design e al giardinaggio, è riuscita a trasformare la sua passione personale in una professione.

Visualizza profilo

Dai un punteggio a questa guida

Voto medio: 4.5 stelle

97 voti realizzati

Prezzi per categoria
Prezzi correlati
Registrati
Registra la tua impresa

Contatta all'istante persone nella tua zona alla ricerca di professionisti esperti negli ambiti della costruzione, ristrutturazione, installazioni, traslochi, architetti ecc..