Come funziona il servizio di preventivi di habitissimo?
In meno di 1 minuto e gratis

Richiedi prezzi di progettare giardino casa online. Servizio totalmente gratuito e senza impegno. Potrai paragonare vari preventivi di progettare giardino casa dai migliori professionisti.

Prezzo di Paesaggisti

Quanto costa un lavoro di Paesaggisti?

Il prezzo medio è di

2.400 €
Da 400 € Prezzo più basso per la categoria: progettare giardino casa
Fino 4.000 € Prezzo massimo indicatoci dai professionisti per i lavori di progettare giardino casa

Questi prezzi sono approssimativi e possono variare in funzione di fattori come la qualità dei materiali, la durata del lavoro, le dimensioni...

Per ottenere un preventivo personalizzato:

In questa guida

Gli elementi giusti per progettare un giardino di casa: come è possibile arricchirlo e i consigli del paesaggista.

Dividere un giardino con le siepi

Dividere un giardino con le siepi

La presenza delle siepi è d’obbligo per creare zone diverse e zone d’ombra.

La loro utilità è pari all’aspetto estetico: una siepe divide gli spazi e crea “movimento” nel giardino.

L'importanza dei rilievi in un giardino

L'importanza dei rilievi in un giardino

Progettare dei rilievi (fossati o collinette) non è solo un modo per movimentare lo spazio, ma fa parte di un discorso di sicurezza legato al drenaggio e alla corretta gestione delle acque piovane. Le collinette fanno scivolare l’acqua evitando zone paludose, i fossati la raccolgono permettendo un defluire naturale.

Giochi per bambini felici

Giochi per bambini felici

Inserire dei giochi all’interno del giardino di casa (altalene, scivoli e affini) diventa fondamentale se ci sono dei bambini. I giochi disponibili sul mercato sono in legno o vetro resina, in entrambi i casi si tratta di materiali perfettamente in grado di resistere agli agenti atmosferici.

Barbecue per vivere serate divertenti

Barbecue per vivere serate divertenti

Insieme ad elementi fissi come i giochi, le statue da giardino, dai classici nanetti a figure mitologiche, creano un’atmosfera ricercata e languida. Per i meno romantici l’installazione di un barbecue sarà un’ottima idea per sfruttare il giardino per serate in compagnia.

Un laghetto per un tocco originale

Un laghetto per un tocco originale

Progettare un laghetto rende il giardino più completo. Per realizzarlo è possibile impiantare dei vasconi in vetro resina da ricoprire con materiali naturali per mimetizzarli, oppure realizzarli in modo più tradizionale, con materiali appositi capaci di trattenere l’acqua.

Aiuole per colorare il giardino

Aiuole per colorare il giardino

I fiori sono imprescindibili in un giardino, progettare delle aiuole che li contengano in siepi e cespugli rende l’area più piacevole e cromaticamente armoniosa. I fiori possono essere divisi per famiglie, oppure essere mescolati a piante verdi, in modo che le aiuole risultino più ricche.

Coltivare l'orto in giardino

Coltivare l'orto in giardino

In giardini privati la presenza dell’orto è molto frequente. Dedicare una zona alla coltivazione di piante aromatiche o verdure di consumo stagionale permette un bel risparmio a fine mese ma soprattutto si rivela un’attività molto piacevole e ricca di soddisfazioni.

Piscina per un giardino funzionale

Piscina per un giardino funzionale

Il sogno di ogni proprietario di giardino è possedere una piscina. Giardini molto grandi permettono questo lusso, che difatti è tra le installazioni più costose in assoluto. Una piscina, anche di piccole dimensioni, impreziosisce il giardino e rende lo spazio all’aperto davvero completo.

Fontane per uno spazio più accogliente

Fontane per uno spazio più accogliente

Un paesaggista può occuparsi di ogni aspetto inerente alla progettazione del giardino di casa.

La scelta delle fontane, per esempio, che possono essere di vario tipo: moderne, più classiche nello stile, piccole o grandi. Possono essere adatte a soli giochi d’acqua o molto semplicemente rifornire di acqua potabile i visitatori del giardino.

Informazione utile
  • Un giardiniere cura il giardino di casa nel migliore dei modi, ma è un paesaggista il responsabile del progetto, che richiede studi, calcoli e un occhio davvero attento ai dettagli. Un paesaggista è spesso un architetto, quindi iscritto all’albo, dunque un professionista abilitato.

  • Da tre settimane a un mese
  • Difficoltà: Medio-Alta

Il giardino in diversi stili: giardino inglese, italiano, francese, giapponese, zen, verticale.

I giardini inglesi hanno l’aspetto di luoghi impeccabili, dove nulla è trascurato, dove l’erba cresce perfettamente in ogni angolo del terreno e i fiori sono sempre al meglio delle loro potenzialità. La tradizione inglese in materia di giardini è davvero antichissima, risale infatti al Settecento.

La caratteristica di un giardino all’inglese, qualità che lo annovera tra i luoghi più piacevoli e rilassanti in assoluto, è l’abbandono di tutte quelle strutture geometriche o fittizie che caratterizzano altre tipologie di giardini. Un giardino inglese stupisce per i soli elementi naturali: ruscelli, laghetti, alberi secolari, viali, piante e fiori. Non ci sono molti elementi in più: solo la natura è responsabile della meraviglia.

Un giardino “all’italiana” è un giardino formale. Per via di un’antichissima tradizione (tardo-rinascimentale) legata alla progettazione delle aree verdi di ville e dimore storiche, il giardino diventa una vera e propria zona da concepire sulla carta come qualunque altra opera da erigere. Un giardino all’italiana presenta siepi geometriche, cespugli che sembrano disegnati e fontane dall’alto pregio artistico. Tutto in un giardino all’italiana è ispirato dal calcolo delle simmetrie, delle forme e dell’armonia.

Il giardino francese vanta una tradizione che si fa risalire al 1600, secolo di abbondanza decorativa ed estrema ricercatezza delle forme. Il giardino francese mostra simmetrie ed armonie ricercate, forme curate e scenari mozzafiato. Ogni angolo del giardino è progettato per stupire e abbagliare, per cui è un continuo susseguirsi di colpi di scena. Come fosse un teatro, il giardino alla francese stupisce, incanta e mostra di sé l’aspetto più scenico possibile: grandi alberi, vialoni lussureggianti, statue, fontane e terrazze fiorite sono gli elementi chiave di questi giardini.

Un giardino giapponese è lontanissimo dai giardini europei non soltanto in termini geografici, ma per ogni dettaglio progettuale. Come fosse il quadro stilizzato di un artista, un giardino giapponese è capace di ricreare diversi ambienti all’interno di un unico spazio, concettuali, spesso riproduttivi di altre realtà. Nei giardini giapponesi l’elemento acqua comincia a diventare il fulcro principale del progetto.

I giochi d’acqua sono lontani da quelli occidentali, in cui la responsabilità rappresentativa dell’elemento è affidato a fontane e acquitrini, in Giappone l’acqua occupa a volte anche tutta la superficie del giardino: ci si può passare sopra solo grazie a piccoli ponti, immersi nel profumo dei fiori acquatici, delle piante galleggianti e delle ninfee.

Il giardino Zen nasce ugualmente in Giappone, ma differenza del classico giardino giapponese, l’acqua è assente, motivo per il quale questo giardino è anche conosciuto come giardino “secco”. Alle pietre, alle piante e alle rocce spetta il compito di decorare queste aree verdi, spesso identificate come karesansui, ovvero “natura secca”.

La storia di questo giardino è certamente legata al fiorire del Buddhismo Zen e alla cura che i monaci dedicavano alla cura degli spazi all’aperto identificando le loro creazioni come rappresentazioni astratte della realtà. Di qui l’idea di “rappresentare” un elemento centrale come l’acqua.

Il più moderno in ordine storico è certamente il giardino verticale. Nato per dotare le aree urbane sovraffollate di piccoli polmoni, aree verdi coltivate o semplicemente decorative, il giardino verticale si ispira alla verticalità per affrontare la mancanza di spazio. Un giardino verticale si può realizzare predisponendo grandi facciate di palazzi ad accogliere piante di ogni tipo, oppure riempiendo letteralmente fioriere dei condomini in modo che sembrino piani verdi altissimi.

Aspetti da valutare nella progettazione del giardino di casa.

Alcune curiosità sulla progettazione di un giardino di casa.

Vediamo in breve quali possono essere alcuni dei dubbi più frequenti in materia di giardino.

  • Un manto erboso seminato nel modo corretto, sul giusto tipo di terriccio alternato a terreno, può mostrarsi già qualche giorno dopo la semina e dare il meglio di sé ad una sola settimana di distanza.
  • La quantità di terriccio necessaria per far crescere al meglio un manto erboso deve essere di almeno 4-5 cm sopra la terra. Considerando un giardino di 100 mq, avremo bisogno una decina di sacchi da 50 litri per coprirlo tutto.
  • Perché un giardino sia completo non possono mancare dei giochi come l’altalena. Un’altalena in legno che sia valida e funzionale può costare dalle 100 alle 300 Euro. Questo cambia in base alla qualità del prodotto e alle sue dimensioni.
  • Perché uno scavo diventi un laghetto è bene fare attenzione al materiale scelto per ricoprire il fondo. Il materiale ideale in questo caso è la sabbia, da posare sul fondo. Sulla sabbia andremo poi a posare il cosiddetto “geotessuto”, un telo isolante che garantisce la presenza dell’acqua per lungo tempo.

I compiti del paesaggista: non solo progettare il giardino di una casa.

Dai un punteggio a questa guida

Punteggio medio: 0 stelle

0 punteggi dati

206 persone hanno chiesto preventivi per progettare giardino casa

Prezzi per categoria
Prezzi correlati
Registrati
Registra la tua impresa

Contatta all'istante persone nella tua zona alla ricerca di professionisti esperti negli ambiti della costruzione, ristrutturazione, installazioni, traslochi, architetti ecc..