habitissimo - Ristrutturazioni e servizi per la casa
pulizia fossa biologica

Pulizia fossa biologica: prezzi e preventivi

Prezzo medio360 €/h

Fascia di prezzi: 120 €/h - 600 €/h

Richiedi preventivi ai migliori professionisti della tua zona

Questi prezzi sono una stima e possono variare in base alla qualità dei materiali, la durata dei lavori, le dimensioni, ecc. per questo ti consigliamo di richiedere un preventivo personalizzato

In questa guida

Richiedi preventivi gratuiti e senza impegno ai professionisti della tua zona

Come funziona il servizio preventivi di habitissimo?

Grafico di persona che richiede il suo preventivo tramite cellulare1. Raccontaci del tuo progetto pulizia fossa biologica.
Persona richiedente un preventivo tramite il suo smartphone2. Confronta i migliori professionisti e aziende di pulizia fossa biologica.
Conversazione telefonica tra un professionista e un privato3. Potrai ottenere preventivi e assumere, se lo desideri, il professionista che più ti piace.
In meno di un minuto e gratis

Costi per pulizia fossa biologica

Tipo di lavoroPrezzoDettagli
Pulizia fossa biologica
160 €
2 ore
Svuotamento fossa biologica
400 €
3 ore
Pulizia pozzo nero
450 €
5 ore
Depurazione parziale fossa biologica
150 €
Fossa biologica condominiale
Spurgo fossa biologica
500 €
Fossa biologica condominiale

Quanto costa la pulizia della fossa biologica in base alle tipologie?

Pulizia fossa biologica tradizionale

Pulizia fossa biologica tradizionale

La fossa biologica standard (con due o tre camere) è un sistema per la raccolta delle acque nere, dotato di condotta di afflusso ed efflusso, la cui funzione primaria consiste nel separare i residui solidi da quelli liquidi. Tale struttura, impiegata principalmente per gli immobili che non possono essere collegati alla rete fognaria, può essere realizzata in vetroresina e calcestruzzo ed è interrata.

Il prezzo medio per la pulizia di una fossa biologica tradizionale di 6 metri cubi è di circa 800€+IVA.

Pulizia rete fognaria: prezzi e preventivi

Pulizia fossa biologica Imhoff

Pulizia fossa biologica Imhoff

La fossa biologica Imhoff è un serbatoio il cui scopo è quello di trattare i liquami derivanti da immobili scollegati dalla rete fognaria. Questa vasca (generalmente, fabbricata in calcestruzzo) viene posta sotto terra, ed è dotata di un sistema di entrata per le acque nere, e di uno di uscita, per le acque chiarificate (depurate per mezzo del processo anaerobico).

Il costo medio per la pulizia di una fossa biologica Imhoff di 3 metri cubi è di circa 480€+IVA.

Scopri i prezzi per il trattamento acque!

Pulizia e spurgo del pozzetto

Pulizia e spurgo del pozzetto

Il pozzetto o pozzo nero, è un elemento in muratura interrato. A differenza della fossa biologica, presenta soltanto una condotta di afflusso dei liquami, ma non una di scarico. Per questa ragione (ed anche perché non possiede alcun tipo di sistema di depurazione), tale struttura deve essere svuotata e pulita con una certa frequenza. 

Il prezzo medio per la pulizia e lo spurgo di un pozzetto con mezzo combinato canal-jet della durata di un’ora, è di circa 250€+IVA.

Installare un depuratore d'acqua: prezzi e informazioni utili

Informazione utile

Il prezzo medio per la pulizia di una fossa biologica di 2 metri cubi è di circa 500€+IVA, tutto incluso.

  • Circa 2 ore
  • Difficoltà: Alta
arrow

Cosa incide sul preventivo della pulizia della fossa biologica?

Il fattore principale che incide sul costo della pulizia di una fossa biologica è la grandezza (capacità) di quest’ultima. In secondo luogo, per stabilire una spesa realistica, bisogna valutare anche le tariffe dei professionisti, la complessità dell’intervento, la posizione in cui è collocata la struttura ed infine, le sue condizioni (allagamento ed ostruzione).

Ecco quattro esempi di preventivi relativi alla pulizia delle fosse biologiche.

  • Pulizia fossa biologica di 4 metri cubi: 600€+IVA
  • Spurgo fossa biologica di 3 metri cubi: 500€+IVA
  • Aspirazione vasca settica di 1500 litri (1,4 mc): 500€+IVA
  • Costo orario autospurgo fosse biologiche100€+IVA

I prezzi degli interventi di pulizia di una fossa biologica possono variare anche in base al giorno e all’orario in cui viene richiesta tale operazione.

Pulizia della fossa biologica di un condominio

Esistono alcuni condomini collocati in luoghi piuttosto isolati, per i quali si è preferito  piuttosto che realizzare il collegamento alla rete fognaria. Si tratta di un’ottima soluzione per tali contesti, in quanto questa configurazione è dotata sia di una condotta di immissione, sia di efflusso. Quest’ultima, consente di portare i liquami presso una determinata area, in cui avviene la depurazione. I condomini situati in città, invece, sono direttamente collegati alla fognatura (sia per le acque bianche, che per quelle nere).

Per eseguire la pulizia della fossa biologica di un condominio, è necessario rivolgersi a una ditta di spurghi. In genere, quando si tratta di un edificio condominiale, viene stipulato un contratto di abbonamento annuale con un’impresa specializzata che si occupa della pulizia della fossa settica.

La stessa ditta, oltre a eseguire la manutenzione ordinaria della fossa biologica, ne svolge anche quella straordinaria. Di norma gli interventi vengono programmati dall’amministratore di condominio, pertanto, gli inquilini non devono occuparsi in prima persona dell'organizzazione della pulizia della fossa biologica.

Per scegliere il professionista più adatto a cui affidare il lavoro, è importante valutare numerosi fattori, primo fra tutti, la regolare iscrizione all'Albo Nazionale Gestori Ambientali dell’impresa. Allo scadere del contratto, o in caso di cattiva gestione della manutenzione da parte della ditta scelta, è possibile rivolgersi ad un’azienda concorrente. Ciò, può avvenire soltanto se i condomini, riuniti in assemblea, sono d'accordo.  In tal caso, è necessario richiedere vari preventivi a più ditte di spurghi, e, in base al rapporto qualità/prezzo, scegliere l’impresa a cui affidare la pulizia e manutenzione della fossa biologica condominiale.

Una delle questioni più spinose relative alla pulizia della fossa biologica di un condominio, è la ripartizione delle spese. Naturalmente, tale operazione ha un costo a carico di ogni inquilino. La ripartizione delle spese per la pulizia della fossa biologica condominiale avviene in base ai millesimi, fatto salvo casi particolari presenti nel Regolamento di Condominio (come ad esempio, la presenza di attività commerciali e di servizi particolari che utilizzano in maniera copiosa la fossa biologica).

La pulizia della fossa biologica di un condominio può essere eseguita una volta all'anno, al pari di quella di un'abitazione unifamiliare. Ciò soltanto se la fossa al momento della costruzione è stata dimensionata adeguatamente in base al numero di persone che occupano il condominio. Se al contrario, risulta essere sottodimensionata, è necessario intervenire con una maggior frequenza e programmare alcuni interventi di ispezione.

Scopri anche alcuni consigli sulle pulizie post ristrutturazione!

Domande frequenti per la pulizia della fossa biologica

Come capire se la fossa biologica è piena?

In genere, quando si contatta una ditta specializzata per l’ispezione annuale della fossa biologica, è possibile stabilire il momento in cui questa deve essere pulita. Vi sono però alcuni fattori da tenere in considerazione per capire se la fossa biologica è piena: ne sono un esempio, la fuoriuscita di liquame dal wc, i cattivi odori emanati dagli scarichi ed uno scorrimento ridotto o più lento dell’acqua dai rubinetti.

Quanto costa l'intervento di autospurgo?

Solitamente, le ditte specializzate nella pulizia della fossa biologica, offrono il servizio di autospurgo al costo medio di 200€+IVA (tariffa che comprende la chiamata ed un’ora di intervento) ed 80-100€+IVA/h (trascorsa la prima ora).

Perché è importante svuotare la fossa biologica?

Svuotare e pulire la fossa biologica sono operazioni fondamentali per garantire un buon funzionamento dell’intero sistema nel tempo. Con questi interventi infatti, si evitano ostruzioni (che possono causare danni alla fossa settica), problemi di igiene ed allagamenti.

Quanto tempo è necessario per la pulizia completa di una fossa biologica?

Le tempistiche relative alla pulizia di una fossa settica variano in base alla capacità in litri o metri cubi della stessa ed al grado di sporco ed allagamento che presenta. In genere, per pulire una fossa biologica di 3 metri cubi, sono necessarie circa 2-3 ore.

Come avviene la pulizia di una fossa biologica?

Quando un edificio si trova in una posizione isolata, è facile che sia provvisto di una fossa biologica. Come già detto in precedenza, questa soluzione è adatta a questi contesti, poiché consente di evitare lo svolgimento di lavori (spesso onerosi e complessi) per collegare il sito alla rete fognaria comunale.

La fossa biologica non è altro che un sistema di fognatura per la raccolta delle acque nere e grigie provenienti da un immobile, ossia, un grande serbatoio all'interno del quale avviene la sedimentazione del liquame, che si divide in una sezione pesante (non riutilizzabile) e in una sezione leggera, chiarificata, che può essere impiegata per l'irrigazione del terreno. Quando invece non è previsto un sistema di smaltimento di parte del liquido, si ha a che fare con un pozzo nero. All'interno del pozzo nero possono essere raccolte solo le acque nere.

L'intervento di pulizia di una fossa biologica ha un iter ben preciso:

  • tutto inizia con una videoispezione dei condotti della fognatura per valutarne lo stato e l'eventuale necessità di spurgo;
  • segue lo svuotamento della fossa biologica tramite un autospurgo, un macchinario che, per mezzo di una pompa che viene inserita all'interno della fossa biologica, ne aspira il contenuto raccogliendolo all'interno di una cisterna;
  • infine, si procede con il lavaggio della fossa biologica tramite idropulitrice, uno strumento in grado di rimuovere ogni residuo di sedimento. Dopo questa fase, la ditta incaricata si occuperà dello smaltimento corretto dei liquami.

Cosa dice la legge circa le pulizie della fossa biologica?

Le normative riguardanti le fosse biologiche sono davvero numerose, proprio perché tali strutture, se non vengono realizzate e mantenute correttamente, possono causare gravi danni alla salute ed all’ambiente. Innanzitutto, occorre tenere a mente che, per poter installare una vasca settica, è necessario richiedere un’autorizzazione al proprio Comune di residenza. Inoltre, è bene ricordare che, in base al luogo, alcuni regolamenti possono variare.

La documentazione necessaria per il montaggio di una fossa biologica deve comprendere il progetto di fabbricazione della stessa ed una relazione tecnica e geologica.

Le normative nazionali di riferimento relative alle fosse biologiche sono contenute nella Legge n. 319 del 10 maggio 1976, ossia, Norme per la tutela delle acque dall’inquinamento e nel Decreto Legislativo 152/2006 del Testo Unico Ambientale. Per costruire una fossa biologica a norma, oltre a rispettare i regolamenti comunali, è necessario basarsi sulle leggi appena citate.

Chi non esegue la corretta manutenzione e la pulizia della fossa biologica, è soggetto a sanzioni pecuniarie (fino a 30.000€ per gli edifici singoli e fino a 60.000€ per i condomini). Infine, la mancata pulizia di una fossa settica, può anche comportare altre multe e perfino l’arresto, secondo quanto descritto dall’articolo n. 674 del Codice Penale.

Consigli per mantenere efficiente la fossa biologica

Per mantenere sempre efficiente e funzionante una fossa biologica, è importante seguire alcuni consigli in merito ad un corretto utilizzo di tale sistema.

Tra gli interventi più importanti da svolgere per preservare la fossa biologica, vi sono, la sua pulizia periodica (almeno una volta all’anno), la manutenzione generale e le ispezioni programmate insieme alle ditte specializzate. Per essere più sicuri, è bene effettuare qualche controllo in più rispetto a quelli concordati, soprattutto, per monitorare l'efficienza della fossa biologica in caso di un uso maggiore rispetto al consueto.

Una fossa biologica è dimensionata nell'ottica di accogliere un determinato volume di liquido in ingresso. Se questa quantità viene rispettata, non ci sono problemi, mentre se si eccede, potrebbero sorgerne. Diventa quindi importante non superare il volume medio giornaliero di acqua previsto per quella fossa biologica specifica, onde evitarne il sovraccarico e l’intasamento.

Quando si possiede una vasca settica, è sempre bene rispettare una semplice regola: evitare additivi aggressivi ed un utilizzo massiccio di detersivi. In entrambi i casi, si tratta di sostanze chimiche che potrebbero influire negativamente sul naturale processo di separazione dei rifiuti solidi da quelli liquidi, il quale avviene all'interno della fossa biologica. Ciò non significa che non bisogna utilizzare i detersivi, bensì, che è consigliabile una maggior cautela nel loro impiego, sostituendoli (ove possibile) con prodotti a base naturale, che, inoltre, incidono meno sull'inquinamento ambientale.

Sia nel caso di una fossa biologica che della fognatura tradizionale, è importante non gettare mai corpi estranei nello scarico: questi infatti, possono intasare le tubature, con conseguenze spiacevoli anche all'interno dell’immobile in questione.

Raffaela Cozzolino

Raffaela Cozzolino

Nata e cresciuta in Liguria, Raffaela Cozzolino si occupa di scrittura creativa e SEO/copywriting dal 2017. Ha collaborato con varie Web Agency, startup e aziende per redigere e gestire i contenuti di blog e siti web aziendali. Da sempre interessata alla scrittura, all’interior design e al giardinaggio, è riuscita a trasformare la sua passione personale in una professione.

Vedi profilo