Come funziona il servizio di preventivi di habitissimo?
Richiedi un preventivo gratuitamente In meno di 1 minuto e gratis

Richiedi preventivi per pulizie e manutenzione online. Riceverai diversi preventivi da confrontare dai migliori professionisti di pulizie e manutenzione.Servizio completamente gratuito e senza impegno.

Prezzo di Pulizie E Manutenzione

Quanto costa un lavoro di Pulizie E Manutenzione?

Il prezzo medio è di

271 €
Da 120 € Prezzo più basso per la categoria: pulizie e manutenzione
Fino 500 € Prezzo massimo indicatoci dai professionisti per i lavori di pulizie e manutenzione

Questi prezzi sono approssimativi e possono variare in funzione di fattori come la qualità dei materiali, la durata del lavoro, le dimensioni...

Per ottenere un preventivo personalizzato:

Esempi di pulizia e manutenzione ordinaria e straordinaria

Facciata

Facciata

Uno degli interventi di manutenzione ordinaria è la tinteggiatura della facciata, rispettando colori e materiali preesistenti. La facciata è un po’ la lettera di presentazione della nostra casa, ed è bene che si presenti al meglio, senza quelle crepe antiestetiche e soprattutto pericolose: i professionisti, prima della tinteggiatura, si occuperanno anche della manutenzione e della pulizia dei muri da eventuali muffe, smog ed altre sostanze.

Fonte dell'immagine in: foto.habitissimo.it

Serramenti

Serramenti

Un altro intervento di manutenzione ordinaria comune è la sostituzione degli infissi e dei serramenti. Porte e finestre sono infatti i luoghi principali in cui avviene lo scambio termico ed è bene che siano installate a regola d’arte, evitando spiacevoli infiltrazioni d’aria e anche talvolta di acqua; dopo l'installazione dei nuovi serramenti è importante eseguire una pulizia profonda di questi, da ripetere almeno una volta al mese.

Fonte dell'immagine in: foto.habitissimo.it

Rifacimento del bagno

Rifacimento del bagno

Tra gli interventi di manutenzione straordinaria rientra senza dubbio il rifacimento integrale del bagno: non si tratta solo di sostituire la rubinetteria o i sanitari con pezzi nuovi, dal design moderno, ma anche di installare un nuovo impianto grazie al lavoro di un valido idraulico, sistemando le tubature vecchie, effettuandone la pulizia o installando un nuovo tipo di caldaia.

Fonte dell'immagine in: foto.habitissimo.it

Ascensore

Ascensore

Installare un ascensore ex novo è un intervento che mira al miglioramento del comfort di chi vive in quell’edificio e aumenta il valore di mercato di un immobile: rientra quindi nella manutenzione straordinaria.

Fonte dell'immagine in: foto.habitissimo.it

Tegole

Tegole

Soprattutto dopo la brutta stagione o a seguito di grandinate improvvise, un intervento di manutenzione ordinaria quasi obbligatorio è la riparazione e sostituzione delle tegole del tetto, facendo attenzione a rispettare la tipologia, il materiale e l’aspetto preesistente. Nel caso le tegole preesistenti siano coperte dal muschio, oltre alla manutenzione, è possibile far effettuare una pulizia da ditte specializzate.

Fonte dell'immagine in: archilovers.com

Tinteggiatura

Tinteggiatura

Dare un tocco di novità alla tua casa rifacendo completamente gli intonaci e riverniciando le pareti interne ed esterne con colori diversi rispetto a prima è un ottimo suggerimento per rinnovare e rinnovarsi. Anche questo è fare manutenzione straordinaria alla propria casa. Optando per le pitture lavabili, è possibile effettuare una manutenzione più semplice delle pareti, eseguendo la loro pulizia con un semplice panno inumidito.

Fonte dell'immagine in: silvestri.info

Informazione utile
  • La pulizia e la manutenzione (sia essa ordinaria o straordinaria) sono fondamentali per la propria abitazione. Solo con una cura costante ogni casa si manterrà bene nel tempo e avrà bisogno di minori interventi di ristrutturazione.

  • Variabile
  • Difficoltà: Media

Pulizia e manutenzione straordinaria e ordinaria degli ambienti

Manutenzione straordinaria bagno

Manutenzione straordinaria bagno

Con la pulizia e la manutenzione straordinaria vengono eseguiti interventi volti a migliorare un edificio e a prevenire in maniera rilevante il suo deterioramento. Si tratta perlopiù di interventi atti a migliorare le prestazioni e l’affidabilità dell’edificio, mantenendolo al passo con le nuove tecnologie (installazione di ascensori, impianti di sicurezza, impianti fotovoltaici e interventi in favore dell’eco-sostenibilità). Fra questi interventi rientrano anche quelli svolti sulle facciate dell'edificio, come ad esempio, la loro pulizia: i tecnici specializzati, tramite l'utilizzo di ecosabbiatrici e idropulitrici, provvederanno alla rimozione di ogni tipo di macchia presente sui muri.

Un tempo, prima di cominciare dei lavori di ristrutturazione straordinaria, bisognava produrre una DIA (dichiarazione di inizio attività), mentre ora basta produrre una SCIA (segnalazione certificata di inizio attività) e inviarla al comune dove si intende procedere con la ristrutturazione.

Fonte dell'immagine in: foto.habitissimo.it

Manutenzione ordinaria finestra

Manutenzione ordinaria finestra

La pulizia e la manutenzione ordinaria degli edifici sono interventi molto importanti: basti pensare alle opere di riparazione, al rinnovamento ed alla sostituzione delle finiture degli stabili, alle operazioni necessarie ad integrare o mantenere in efficienza gli impianti tecnologici esistenti ed anche a tutti quegli interventi di pulizia per le parti esterne, come balconi, grondaie e tetti.

Con le nuove riforme non serve più alcun permesso né comunicazione per gli interventi di manutenzione ordinaria, a patto che nei lavori si conservi l’aspetto preesistente della parte di edificio che si va a ristrutturare.

Fonte dell'immagine in: foto.habitissimo.it

Manutenzione straordinaria cucina

Manutenzione straordinaria cucina

La manutenzione straordinaria di una cucina può riguardare vari aspetti della stessa, a seconda delle condizioni in cui versa e dei lavori di adeguamento che si vogliono realizzare: si può parlare di pulizia vera e propria ma anche di lavori sulla struttura. Un intervento può ad esempio comportare il cambio del piano di lavoro, uno degli elementi più importanti di una qualsiasi cucina. In molti casi si decide di cambiare il piano cucina perché questo si è usurato, e l'intenzione in tali circostanze deve'essere quella di scegliere un materiale che possa avere buone prestazioni in termini di durata. Ogni materiale ha bisogno di una diversa manutenzione e tecnica di pulizia: il marmo, ad esempio, deve essere lavato con un panno umido imbevuto di acqua calda; detergere il legno invece è più complesso ed occorre acquistare dei prodotti specifici.

Altri interventi di manutenzione straordinaria della cucina possono riguardare il cambio dei rivestimenti. Le piastrelle in cucina sono elementi fondamentali ed garantiscono sia un buon impatto dal punto di vista del design che dal punto di vista dell'utilizzo. In alcuni casi è anche possibile posarle direttamente sul vecchio rivestimento. Esistono anche altri materiali adatti a rivestimenti per cucine, come le moderne resine, il sempre valido legno o le pietre naturali, ma le piastrelle garantiscono in ogni caso le giuste prestazioni e la giusta validità al punto di vista estetico.

Fonte dell'immagine in: ameripest.us

Manutenzione ordinaria caldaia

Manutenzione ordinaria caldaia

Invece, tra le operazioni di manutenzione ordinaria non possono mancare certamente quelle relative alla caldaia di casa, il cuore della maggior parte degli impianti di riscaldamento: le operazioni di manutenzione ordinaria su una caldaia (che non comprendono soltanto gli interventi sulle componenti ma anche la loro pulizia periodica) hanno lo scopo di valutare l'efficienza energetica della stessa e sono affiancate da un'attenta verifica dei fumi.

Per realizzare la manutenzione ordinaria di una caldaia è necessario rivolgersi ad un tecnico che abbia l'autorizzazione ad effettuare questo tipo di controlli, e di rilasciare la relativa certificazione della caldaia, che garantisce la sicurezza degli ambienti domestici, il corretto risparmio energetico dell'impianto di riscaldamento, ed una ridotta emissione di agenti inquinanti.

Fonte dell'immagine in: housemag.it

Tutto ciò che c'è da sapere sulle detrazioni fiscali legate alla pulizia ed alla manutenzione degli immobili

Gli interventi di manutenzione straordinaria sono soggetti a numerosi sconti e detrazioni; in particolare, si può avere un alleggerimento della spesa fiscale sull’IRPEF pari al 50% della spesa sostenuta fino a 96.000 euro, da diluire poi sulle tasse in un arco di dieci anni.

Se stiamo eseguendo lavori di miglioramento energetico invece le detrazioni salgono al 65% (sono i cosiddetti Ecobunus): rientrano in questa tipologia l’installazione di pannelli solari sul tetto, il rifacimento degli impianti, l’installazione di infissi o pannelli per migliorare l’isolamento termico della casa, e tutti quei lavori che rendono la nostra dimora più confortevole e soprattutto più ecosostenibile.

Nel caso di ristrutturazione straordinaria del bagno, bisogna tener presente che l’acquisto di alcuni beni di valore significativo come rubinetteria, caldaie e sanitari possono essere acquistati con IVA agevolata al 10%. Le piastrelle e altre ceramiche, in quanto considerate prodotti semilavorati, non godono di quest’agevolazione e hanno un costo comprensivo di IVA al suo valore corrente.

Bisogna inoltre ricordare che, oltre alle spese per l’esecuzione dei lavori veri e propri (comprensivi quindi di manodopera e materiali), ai fini della detrazione è possibile considerare anche:

  • le spese per la progettazione e le altre prestazioni professionali connesse
  • le spese per la manutenzione e la pulizia delle facciate con la tecnica dell'aerosabbiatura
  • le spese per prestazioni professionali comunque richieste dal tipo di intervento
  • le spese per la messa in regola degli edifici ai sensi del DM 37/2008
  • le spese per l’acquisto dei materiali
  • il compenso corrisposto per la relazione di conformità dei lavori alle leggi vigenti
  • le spese per l’effettuazione di perizie e sopralluoghi
  • l’imposta sul valore aggiunto, l’imposta di bollo e i diritti pagati per le concessioni, le autorizzazioni e le denunzie di inizio lavori.

Anche gli interventi di manutenzione ordinaria possono godere delle agevolazioni, ma solo se si interviene sulle parti comuni degli edifici condominiali, e cioè i locali di servizio (lavanderie o portinerie), i parcheggi, gli ingressi, le scale, gli elementi strutturali dell’edificio (fondamenta, tetto, pilastri), gli ascensori e tutti i tipi di impianti purché comuni (ad esempio, riscaldamento centralizzato).
I condomini, partecipando alla spesa in base ai millesimi di proprietà, godranno delle detrazioni fiscali sulla spesa da essi sostenuta e non sul totale delle spese per i lavori.

In particolare godono della detrazione dall’IRPEF al 50% i seguenti interventi in maniera generica:

  • manutenzione, pulizia e ristrutturazione delle grondaie, dei balconi, delle scale, dei lucernari o delle tegole del tetto purché conservino l’aspetto precedente
  • interventi di impermeabilizzazione del tetto e dei balconi comuni (nel caso di tetto calpestabile)
  • sostituzione di pavimenti, infissi e serramenti interni ed esterni

37.006 persone hanno chiesto preventivi per pulizie e manutenzione

Preventivi per categoria