Come funziona il servizio di preventivi di habitissimo?
In meno di 1 minuto e gratis

Richiedi prezzi di ristrutturare balconi online. Servizio totalmente gratuito e senza impegno. Potrai paragonare vari preventivi di ristrutturare balconi dai migliori professionisti.

Prezzo di Ristrutturare Balconi

Quanto costa un lavoro di Ristrutturare Balconi?

Il prezzo medio è di

840 €
Da 2.100 € Prezzo più basso per la categoria: ristrutturare balconi
Fino 2.100 € Prezzo massimo indicatoci dai professionisti per i lavori di ristrutturare balconi

Questi prezzi sono approssimativi e possono variare in funzione di fattori come la qualità dei materiali, la durata del lavoro, le dimensioni...

Per ottenere un preventivo personalizzato:

In questa guida

Prezzi per ristrutturare un balcone

Lavori Prezzo
Rimozione pavimento (7mq) 200€
Posa di un nuovo pavimento in gres porcellanato (7mq) 250€
Messa in sicurezza dei frontalini (20m) 750€
Applicazione guaina impermeabile (7mq) 225€

I prezzi sono orientativi e possono variare in funzione di vari fattori a seconda del tipo di lavoro

I lavori da effettuare per ristrutturare i balconi

Rifacimento pavimentazione

Rifacimento pavimentazione

Uno degli interventi più frequenti che possono interessare un balcone è la sostituzione della pavimentazione, perché usurata o semplicemente non più adatta. Infatti i pavimenti di un balcone devono essere adeguati per l’installazione all’esterno, possedendo precise caratteristiche: resistenza al gelo, poco assorbimento dell’acqua, variazioni contenute con la temperatura. Inoltre se si tratta di un balcone posto in un condomino, attenzione alle regole per il rispetto del decoro. Per quanto concerne i costi, la media è di circa 30€/mq, soprattutto se si opta per il gres porcellanato. Il prezzo può tuttavia arrivare anche a 60€/mq se si scelgono materiali più pregiati, come il cotto, ad esempio.

Sostituzione ringhiera

Sostituzione ringhiera

Per la sostituzione della ringhiera i materiali più usati sono il legno e il ferro. I costi da sostenere per la realizzazione di una ringhiera in ferro possono essere in media molto bassi, da 10€ a 40€/mq, come per il ferro verniciato o zincato, fino a salire anche a 200€-300€/m per il ferro battuto. Per le ringhiere in legno i prezzi oscillano dai 70€ ai 300€/m. Un'idea alternativa a queste soluzioni è oggi costituita dai parapetti in vetro, un'idea molto interessante i cui costi partono dagli 80€ per arrivare anche a 200€-250€/m.

Impermeabilizzazione

Impermeabilizzazione

Per evitare possibili infiltrazioni d’acqua piovana che possono intaccare una parte del balcone, la soluzione può essere quella di realizzare uno strato di impermeabilizzazione della pavimentazione. Questa operazione è da svolgersi nel momento in cui si è deciso anche di sostituire le piastrelle del balcone. Non dimentichiamo che l’acqua può penetrare anche da giunzioni deteriorate e non più ben impermeabilizzate, gli attacchi della ringhiera, gli scarichi, le canalette, i raccordi tra verticale ed orizzontale, quindi è opportuno valutare un lavoro completo e ben eseguito. La spesa per stendere la guaina bituminosa apposita si aggira intorno ai 20€/mq.

Vuoi sapere di più sulle piastrelle?

Rifacimento intonaco

Rifacimento intonaco

Nei casi in cui il degrado del balcone è solo superficiale, basta rifare lo strato di intonaco. Importante è la scelta del giusto intonaco adatto per elementi esterni, in quanto devono resistere agli agenti atmosferici. Tra i migliori si può optare per un intonaco a base di malta idraulica e pozzolana, molto resistente all’azione dell’acqua e all’umidità, oppure a base di cemento. Tra le proposte più efficaci per ristrutturare un balcone in tempi rapidi, sigillando il più possibile danni e crepe, viene proposto anche l'intonaco epossidico. Questa malta è molto durevole rispetto al composto tradizionale e in più mostra un'elevata refrattarietà alla pioggia, al sole e a qualunque tipo di intemperie. I costi da sostenere per una nuova intonacatura al balcone oscillano da 20€/mq a 35€/mq.

Rifacimento frontalini

Rifacimento frontalini

Il rifacimento dei frontalini è tra le cause più frequenti di ristrutturazione dei balconi. Nei condomini in particolare il lavoro si fa necessario quando sono numerosi i frontalini ad essere danneggiati, perché la perdita di materiale sgretolato, in caduta libera dall'alto diventa pericoloso per i passanti. In questo caso i balconi si mettono in protezione per mezzo di reti che raccolgano ogni detrito cadente e si procede gradualmente al lavoro. L'allestimento del ponteggio in questo caso si fa necessario, segue la rimozione delle parti danneggiate del frontalino, il trattamento dei ferri strutturali e l'applicazione della malta cementizia. Da quest'operazione in poi si può parlare di ricostruzione: si rifà l'intonaco del frontalino, si stende la guaina impermeabilizzante se richiesta e si conclude con la tinteggiatura. Il costo da sostenere per questo lavoro oscilla dai 30€ ai 60€/m.

Informazione utile
  • Il costo per ristrutturare un balcone dipende innanzitutto dal tipo di intervento che si deve effettuare anche in relazione all’entità del danno. Quindi è normale che i prezzi saranno più alti se si tratta di operazioni su elementi strutturali di più balconi e più bassi per quelle che riguardano elementi superficiali di un unico balcone, come il rifacimento dell’intonaco. In ogni caso è meglio sempre fare una manutenzione periodica dei balconi per evitare situazioni gravi e costose.

    • La ristrutturazione del balcone hai dei costi che si aggirano in media sui 150€/mq.
  • Quclhe giorno/settimana
  • Difficoltà: Media

Quanto costa la ristrutturazione di un balcone?

I costi

Il rifacimento del balcone è un'operazione che può comprendere più di una voce, non necessariamente contemporaneamente, tuttavia interessa ambiti congruenti.

  • Facendo una media della spesa, la ristrutturazione del balcone costa circa 150€/mq.

Un esempio di lavori finiti

  • La ristrutturazione completa di due balconi (1mx8m) il cui scopo è risanare spaccature e cedimenti nel cemento, apportare un nuovo isolamento, rifare la pavimentazione con piastrelle da esterno e contorno in marmetto presuppone una spesa di circa 2.000€.
  • La ristrutturazione dei frontalini di un balcone perimetreale (20m) e la loro messa in sicurezza comporta una spesa di circa 700.

Alcuni lavori che possono variare i costi

Come già accennato, la ristrutturazione di un balcone può comportare diversi tipi di intervento, da svolgere contemporaneamente o a seconda della necessità. Alcune operazioni possono, di fatto, aumentare il budget, vediamo alcuni esempi.

Non sempre è necessario, ma in alcuni casi si approfitta della ristrutturazione del balcone per cambiare la pavimentazione. I lavori necessari e il materiale sono un aumento di costo:

  • Demolizione pavimentazione e massetto: da 25€ a 35€/mq
  • Realizzazione di un nuovo massetto: da 25€ a 35€/mq

  • Realizzazione nuova pavimentazione: da 30€ a 60€/mq

Analogamente si può fare necessario un risanamento della struttura in ferro del balcone, che presenta un costo medio di 40€/ml.

Ecco un elenco dei costi più frequenti e collaterali che possono rientrare nella ristrutturazione di un balcone:

  • Allestimento di ponteggi: 2€/mq primi 30gg, poi 3€/mq
  • Smaltimento del vecchio pavimento e dei calcinacci: da 7€ a 20€/mc
  • Affitto del mezzo di trasporto per lo smaltimento: da 12 a 45
  • Applicazione guaina impermeabile: da 30€ a 35€/mq

Ristrutturare balconi: le cause più frequenti di degrado

Quali permessi servono per ristrutturare i balconi e gli incentivi fiscali possibili

Le operazioni che si intendono svolgere per la ristrutturazione dei balconi possono necessitare di alcuni permessi ed autorizzazioni che si differenziano per tipologia di intervento. Ad esempio se si tratta della costruzione di un balcone si deve necessariamente richiedere il permesso per costruire al proprio comune di appartenenza. Lo stesso vale anche quando si decide di realizzare dei nuovi davanzali.

Invece per interventi di riparazione o sostituzione delle parti in muratura e parapetti non si ha bisogno di nessuna autorizzazione, se non sono previste alterazioni delle parti esistenti, in quanto rientra tra le attività libere previste dal nuovo regolamento nel campo dell’edilizia. Al contrario se i lavori prevedono riparazione o sostituzione che comportano alterazioni delle caratteristiche esistenti si deve presentare la SCIA (Segnalazione Certificata di Inizio Attività).

In ogni caso, visto che la materia che riguarda le attività edilizie è abbastanza complessa e in continua evoluzione, al fine di garantire una sempre maggiore semplificazione delle procedure, è bene chiedere consiglio e supporto a professionisti del settore. In questo modo si ha la certezza di essere in regola con la realizzazione dei lavori ed evitare di incorrere in possibili problemi legali.

Per ristrutturare i balconi è anche possibile poter accedere ad una serie di agevolazioni fiscali previste dallo Stato. Nel dettaglio i casi in cui sono previsti sgravi fiscali, fino al 50%, riguardano la realizzazione di un nuovo balcone o il rifacimento del vecchio mediante l’utilizzo di nuovi materiali, con particolare riferimento alla sostituzione della pavimentazione e interventi di impermeabilizzazione. In generale dovrebbero rientrare tutte le operazioni che hanno come obiettivo garantire la sicurezza.

Anche in questo caso è consigliabile rivolgersi ad un professionista per conoscere nel dettaglio quali sono le operazioni che possono godere delle agevolazioni fiscali, prima di procedere a ristrutturare i balconi della propria casa o del condominio.

Come ripartire le spese all’interno di un condominio per ristrutturare i balconi

Dai un punteggio a questa guida

Punteggio medio: 4.5 stelle

2 punteggi dati

838 persone hanno chiesto preventivi per ristrutturare balconi

Prezzi per categoria
Prezzi correlati
Registrati
Registra la tua impresa

Contatta all'istante persone nella tua zona alla ricerca di professionisti esperti negli ambiti della costruzione, ristrutturazione, installazioni, traslochi, architetti ecc..