Come funziona il servizio di preventivi di habitissimo?
In meno di 1 minuto e gratis

Richiedi prezzi di ristrutturazione bagni online. Servizio totalmente gratuito e senza impegno. Potrai paragonare vari preventivi di ristrutturazione bagni dai migliori professionisti.

Prezzo di Ristrutturazione Bagni

Quanto costa un lavoro di Ristrutturazione Bagni?

Il prezzo medio è di

2.077 €
Da 250 € Prezzo più basso per la categoria: ristrutturazione bagni
Fino 5.850 € Prezzo massimo indicatoci dai professionisti per i lavori di ristrutturazione bagni

Questi prezzi sono approssimativi e possono variare in funzione di fattori come la qualità dei materiali, la durata del lavoro, le dimensioni...

Per ottenere un preventivo personalizzato:

In questa guida

I costi per ristrutturare il bagno

Tipo di ristrutturazione Prezzo
Ristrutturazione integrale bagno 7 mq 3.800 €
Rifacimento impianto idraulico bagno 7 mq 750 €
Rifacimento impianto elettrico bagno 7 mq 420 €
Sostituzione piastrelle bagno 7 mq 1.200 €
Sostituzione vasca per doccia 1.400 €
Nuovi sanitari 1.200 €

I prezzi sono orientativi e possono variare in funzione di vari fattori a seconda del tipo di lavoro

I lavori che non possono mancare per ristrutturare il bagno

Sostituire piastrelle

Sostituire piastrelle

Nell’ambito di una ristrutturazione integrale del bagno uno dei lavori più comuni è la sostituzione delle piastrelle, a parete e a pavimento. Questo lavoro il cui costo medio è di 20€ al mq non va fatto solo per motivi estetici ma anche quando bisogna fare dei lavori sugli impianti per cui demolire è necessario, oppure quando le piastrelle non sono più aderenti alla superficie.

Cambiare sanitari

Cambiare sanitari

La sostituzione dei sanitari può essere una voce consistente nel preventivo di una ristrutturazione del bagno. Esistono prodotti di qualità elevata che hanno di conseguenza un costo alto, mentre prodotti di qualità intermedia hanno costi più accessibili. Una sostituzione completa dei sanitari ha un costo medio di 1.200€.

Tenendo conto che esistono moltissime marche e moltissimi modelli di sanitari, indicativamente i costi per ogni elemento sono:

  • Lavandino: intorno ai 380€ 
  • Wc: intorno ai 450€
  • Bidet: intorno ai 350€
Sostituire vasca con doccia

Sostituire vasca con doccia

Una ristrutturazione generale del bagno è occasione per eliminare la vasca da bagno se viene poco utilizzata per far posto ad un più pratico piatto doccia. Questo consentirà di guadagnare spazio ed un senso di maggiore ampiezza. Il costo medio per questo lavoro è di 1.400€.

Vuoi sapere di più sulla sostituzione di una vasca per una doccia?

Adattare bagno per disabili

Adattare bagno per disabili

Se in casa sono presenti delle persone con mobilità ridotta sarà necessaria qualche attenzione in più nella progettazione del bagno per eliminare le barriere architettoniche e rendere il bagno accessibile con sedia a rotelle.

Per adattare il bagno per disabili la porta andrà sostituita con una scorrevole della larghezza di almeno 90 cm, i sanitari saranno sostituiti con modelli appositi, il lavabo sarà abbassato, la doccia sarà a filo pavimento per consentire un accesso più agevole e saranno installati dei maniglioni di sicurezza.

  • Costo medio porta scorrevole: 400 €
  • Costo medio WC per disabili: 250 €
  • Costo medio cambio da vasca a doccia: 1.700 €
  • Costo medio piatto doccia filo pavimento: 300 €
  • Costo medio lavabo: 200 €
  • Costo medio maniglioni di sicurezza: 50 € cad.
Informazione utile
  • La ristrutturazione integrale del bagno è più lunga poiché include il rifacimento dell’impianto idraulico. Questo richiede un giorno di lavoro per la demolizione, un giorno per il rifacimento e due giorni per l’asciugatura del massetto prima della posa delle piastrelle.

    Il prezzo medio di una ristrutturazione completa del bagno è di 750€ al mq mentre quella parziale ha un costo di 500€ al mq. La ristrutturazione completa di un bagno di 7mq avrà un prezzo finale di 5250€.

  • 1-2 settimane
  • Difficoltà: Media

Ristrutturare il bagno spendendo poco

Ci sono diversi interventi che possono essere eseguiti per una ristrutturazione del bagno economica. Su alcuni di questi si può risparmiare anche osando con il fai da te, ma è sempre un rischio se non si ha una buona dimestichezza con gli attrezzi del mestiere. 

  • Posare un nuovo pavimento in cemento resina: Il grande vantaggio dello scegliere il cemento resina per rinnovare il pavimento del bagno è che non sarà necessario demolire piastrelle e massetto, così come non dovranno essere smontati i sanitari, perché il nuovo pavimento sarà posato su quello esistente. Di conseguenza, evitando questi interventi si potrà avere un notevole risparmio. La posa richiede diversi passaggi che conferiranno alla pavimentazione un aspetto ogni volta unico. Il costo di questa lavorazione è di 80€/mq
  • Cambiare l’illuminazione: Un’illuminazione poco efficiente è molto penalizzante per un ambiente come il bagno. Si può quindi pensare di sostituire l’illuminazione esistente con delle lampade a Led che assicurano una visione migliore e danno inoltre un senso di maggiore ampiezza dello spazio poiché la luce prodotta è più forte e le ombre si attenuano. Se le sorgenti luminose non sono sufficienti, far aggiungere un nuovo punto luce da un elettricista ha un costo di 60€
  • Dipingere le piastrelle: Per rinnovare delle piastrelle dall’aspetto invecchiato in modo veloce e senza dover affrontare i fastidi delle demolizione si può ricorrere alla verniciatura. Si esegue con delle apposite pitture che aderiscono bene alla ceramica, solo dopo una pulizia e sgrassatura accurata delle superfici. Per quanto possa sembrare un lavoro semplice richiede grande precisione per ottenere un risultato omogeneo. Il costo medio per questo lavoro è di circa 35€/mq.

Domande interessanti prima di ristrutturare il bagno

Quali sono i lavori che possono influenziare di più il prezzo della ristrutturazione?

I lavori che più incidono sul prezzo finale della ristrutturazione sono quelli che comportano delle opere murarie come la demolizione e ricostruzione di pareti, il rifacimento degli impianti idraulici e modifiche importanti nella distribuzione interna

Questi lavori, a seconda della loro importanza, possono incidere sul costo finale in una percentuale che va dal 130% al 265% in più.

Che soluzioni esistono per sfruttare meglio lo spazio in un bagno piccolo?

Ci sono diverse soluzioni da applicare per guadagnare spazio. Tra queste l'eliminazione della vasca per installare al suo posto un piatto doccia o la sostituzione di una porta a battente con una scorrevole. Si può anche intervenire per far sembrare l’ambiente più spazioso, ad esempio eliminando le piastrelle e dipingendo tutte le pareti di bianco o in un colore molto chiaro. Anche utilizzare mobili e sanitari sospesi aiuta ad aumentare la sensazione di ampiezza dello spazio.

Esiste una normativa per ristrutturare un bagno all'interno di un condominio?

Non ci sono norme specifiche trattandosi di lavori che si svolgono all’interno dell’appartamento. L’unica cosa da tenere in considerazione sono gli orari in cui si svolgono i lavori che potrebbero essere stabiliti dal regolamento condominiale. In assenza di questo vale sempre l’applicazione del buon senso e quindi cercare di non arrecare disturbo al vicinato nelle ore serali e notturne e nei giorni festivi.

A quali professionisti mi devo rivolgere per ristrutturare il bagno?

Durante la ristrutturazione del bagno entrano in gioco diversi professionisti come il muratore per le demolizioni, l’idraulico per rifare gli impianti e allacciare i nuovi sanitari, l’ imbianchino per le tinteggiature, l’elettricista per creare nuovi punti luce, il piastrellista per posare i pavimenti ed i rivestimenti, ecc

Contattare un’impresa che fa riferimento a tutte queste professionalità semplificherà la gestione del cantiere perché si potranno organizzare al meglio i singoli interventi senza che uno possa intralciare il lavoro dell’altro.

Passaggi essenziali per la ristrutturazione del bagno

Permessi e incentivi fiscali per la ristrutturazione del bagno

La ristrutturazione del bagno rientra nel regime di edilizia libera se vengono eseguiti soltanto lavori di manutenzione ordinaria tra i quali rientrano la sostituzione dei pavimenti e dei rivestimenti a parete, la sostituzione dei sanitari, la sostituzione di vasca con doccia, la tinteggiatura ed altri lavori che non apportano modifiche agli impianti.

Diventa invece manutenzione straordinaria e richiede pertanto la richiesta della Cila quando la ristrutturazione prevede la sostituzione delle tubature, degli impianti e del massetto. La pratica andrà presentata anche quando è prevista la modifica della distribuzione interna dell’edificio come succede se stiamo creando un nuovo bagno oppure lo stiamo spostando o modificando nelle dimensioni. La richiesta del titolo abilitativo va presentata da un tecnico abilitato ed ha effetto immediato.

La detrazione fiscale per la ristrutturazione, nella percentuale del 50% su una spesa massima di 96.000 €, può essere richiesta soltanto se si effettuano opere di manutenzione straordinaria. Non sarà quindi possibile ottenere questa agevolazione se si esegue una ristrutturazione parziale del bagno, mentre viene concessa nel caso di realizzazione e integrazione di servizi igienico sanitari.

Sarà possibile usufruire anche del bonus mobili, anche se è stata eseguita una ristrutturazione di più ampia portata sulla stessa unità immobiliare, che consiste in una detrazione del 50 % su una spesa massima di 10.000 € da utilizzare per l’acquisto di mobili destinati ad arredare il bagno.

Queste percentuali sono soggette a variazioni secondo la Legge di Bilancio che viene emanata ogni anno. Vale quindi la pena di controllare le agevolazioni in vigore prima di avviare la ristrutturazione.

Dai un punteggio a questa guida

Punteggio medio: 4.4 stelle

8 punteggi dati

42.459 persone hanno chiesto preventivi per ristrutturazione bagni

Prezzi per categoria
Prezzi correlati
Registrati
Registra la tua impresa

Contatta all'istante persone nella tua zona alla ricerca di professionisti esperti negli ambiti della costruzione, ristrutturazione, installazioni, traslochi, architetti ecc..