Come funziona il servizio di preventivi di habitissimo?
Richiedi preventivi gratuitamente In meno di 1 minuto e gratis

Devi riparare il tuo bagno? Vuoi dargli un tocco moderno o realizzare qualche ristrutturazione? Richiedi un preventivo per la ristrutturazione del tuo bagno ai professionisti del settore e scegli quello che più si adatti alle tue esigenze per sanitari, rubinetteria e complementi.

Prezzo di Ristrutturazione Bagni

Quanto costa un lavoro di Ristrutturazione Bagni?

Il prezzo medio è di

3.449 €
Da 1.500 € Prezzo più basso per la categoria: ristrutturazione bagni
Fino 6.000 € Prezzo massimo indicatoci dai professionisti per i lavori di ristrutturazione bagni

Questi prezzi sono approssimativi e possono variare in funzione di fattori come la qualità dei materiali, la durata del lavoro, le dimensioni...

Per ottenere un preventivo personalizzato:

Aspetti da conoscere prima di far ristrutturare il bagno

Cosa deve contenere un preventivo?

Nel preventivo per la ristrutturazione del bagno bisogna includere dettagliatamente tutti i prezzi dei materiali che verranno utilizzati per i lavori. Inoltre, poiché solitamente in una ristrutturazione del bagno intervengono sia i muratori, sia gli idraulici, nel caso in cui decidiamo di appaltare i lavori ad una ditta integrale dovremo tenere presente il costo della manodopera di ciascuno dei professionisti coinvolti, in modo tale da sapere qual è la voce di spesa più cara e quale la più economica. Così potremo valutare se ci conviene affidarci a un’impresa integrale o appaltare i lavori separatamente a diversi professionisti.

Cosa devo includere nella richiesta di preventivo?

Al momento di sottoporre una richiesta di preventivo per il bagno, dobbiamo indicare quali elementi specifici desideriamo modificare, vale a dire, se vogliamo cambiare tutte le piastrelle o solo la vasca, per citare un esempio. Inoltre è importante indicare le dimensioni della stanza e lo spazio a disposizione per ogni elemento. È bene anche comunicare il tipo di materiali che vorremmo utilizzare o la marca specifica, in modo da fornire indicazioni precise ai professionisti. Solo in questo modo potremo essere sicuri che la ditta o il professionista con cui lavoriamo abbia compreso esattamente le nostre esigenze.

E’ facile modificare la distribuzione del bagno?

Se il bagno ha lo scarico, è probabile che si possa modificare completamente la disposizione ed eseguire qualunque intervento, sempre nel rispetto delle dimensioni della stanza e dei sanitari da installare, che devono poter essere usati con comodità. Se non c’è lo scarico, le acque possono essere fatte passare dal soffitto del piano inferiore e il cambio di disposizione sarebbe più complicato. L’ideale sarebbe mostrare il bagno da ristrutturare al professionista prima di avviare i lavori, perché senza vedere è molto difficile valutare un lavoro.

Come posso migliorare un bagno piccolo con una ristrutturazione?

Sostituendo una vasca che utilizziamo poco con una cabina doccia, guadagneremo sufficiente spazio nel nostro bagno. Oggi esistono anche lavandini di marca di piccole dimensioni che possono aiutarci a migliorare un bagno piccolo senza sacrificare lo stile.

29.090 persone hanno chiesto preventivi per ristrutturazione bagni

Trasformazione vasca in doccia e sistemazione pareti
Pubblicato il 23/05/2018 Arbostella, Salerno (Salerno)

Preventivo trasformazione vasca in doccia e sistemazione pareti

Vorrei trasformare la vasca in doccia occupando la stessa zona e utilizzando un piatto doccia bianco 70x170 e parete ad anta fissa in vetro temperato 6/8 mm con apertura sulla destra (dove è presente un termoarredo). Occorrerà ovviamente aggiungere delle piastrelle anche alle pareti: dal momento che è mia intenzione cambiare il colore di quelle attuali [e nella zona della vasca sostituire se...

Ristrutturare Bagno
Pubblicato il 22/05/2018 Bogliasco (Genova)

Preventivo ristrutturare bagno

Rimozione piastrelle e sostituzione sia a pavimento che a parete, installazione doccia fra due pareti senza piatto doccia, ma walk in, dimensione bagno circa 6mq, sostituzione sanitari con sanitari appesi e sostituzione arredi bagno. Utilizzo gres porcellanato oppure marmo per rivestimenti, appoggio lavandino in muratura (incasso a mura di mensola in legno).

Ristrutturazione bagno: le tendenze

Bagno moderno minimalista

Bagno moderno minimalista

Elementi caratteristici per questo tipo di bagno moderno e minimal, il più in voga in questo momento, sono rivestimenti monocromatici, mobili dalle linee sobrie, pulite ed essenziali e dalle forme squadrate o arrotondate, privi di orpelli decorativi e dalla massima funzionalità, realizzati in legno grezzo o laccato in versione lucida o opaca, le pavimentazioni sono in ceramica o parquet dai colori chiari e neutri, o scuri e netti.

La ristrutturazione di un bagno in stile minimal non è difficile: le parole d'ordine sono semplicità e linee essenziali!

Fonte dell'immagine in: Pinterest.com

Bagno originale e colorato

Bagno originale e colorato

Se non avete paura di osare e desiderate ristrutturare il vostro bagno in modo originale, esagerate con il colore! Tinteggiate le pareti con nuance forti e sgargianti come il rosso, il blu elettrico o il giallo, ma optate rigorosamente per sanitari in ceramica bianca.

Fonte dell'immagine in: Pinterest.com

Bagno shabby chic

Bagno shabby chic

Ristrutturare un bagno in stile shabby chic significa reinterpretare in chiave contemporanea il gusto classico e mixarlo con il vintage: in questo stile compaiono boiserie alle pareti, finiture chiare dei colori neutri o delle tinte pastello, parquet a terra, vasche da bagno con i piedini curvati dal gusto retrò, sedie in ferro bianco decapato o poltroncine imbottite su cui poggiare la biancheria. Lo stile perfetto per regalare un tocco di romanticismo al vostro bagno!

Fonte dell'immagine in: Pinterest.com

Bagno neo-barocco

Bagno neo-barocco

Un bagno neobarocco è caratterizzato da uno stile prezioso e senza tempo che ben si adatta alle case dall’ arredamento antico e ricercato: le finiture, i sanitari, gli arredi e i complementi hanno un tocco ricercato e retrò e colori raffinati quali il bianco opaco, l’argento antico, l’oro, il moka o il nero. I mobili in particolare puntano tutto su dettagli decorativi ricchi e ridondanti, sono molto eleganti e signorili e caratterizzati da linee sinuose, da gambe sottili con piedini e volute.

Eseguire la ristrutturazione di un vecchio bagno per renderlo in stile neobarocco non è molto semplice ed è necessario acquistare sanitari particolari, come quelli appena descritti.

Fonte dell'immagine in: Pinterest.com

Informazione utile
  • Il bagno è il luogo adibito al relax e alla cura della persona. Deve essere accogliente e funzionale! Scegliete rivestimenti adatti, come le piastrelle o il grès porcellanato e complementi che, oltre ad essere esteticamente gradevoli, siano anche molto comodi.

  • 1-10 giorni
  • Difficoltà: Media

Differenti elementi per il bagno

Vasca freestanding

Vasca freestanding

La vasca freestanding presenta un'installazione più semplice rispetto a quelle tradizionali, in quanto non prevede opere murarie ad eccezione per l'allaccio all'impianto idrico. È elegante e sobria e si adatta a differenti stili.

Se il vostro bagno è ristrutturato in stile retrò o barocco, potete scegliere una vasca in ghisa con i piedini; se invece siete amanti dello stile vintage ed industriale, optare per una vasca in rame è la scelta migliore.

Fonte dell'immagine in: unsplash.com

Mobile lavabo sospeso

Mobile lavabo sospeso

Il mobile lavabo sospeso rappresenta il compromesso giusto tra estetica, stile e comodità. Grazie alla sua struttura alleggerisce l'ambiente senza compromettere lo spazio. Ed è anche molto più facile da pulire rispetto ad un mobile tradizionale!

Esistono tantissimi modelli di lavabi sospesi: in questa foto è stato installato un mobile laccato bianco con inserti in legno, verniciati con pitture idrorepellenti: la ristrutturazione di questo bagno lo ha reso di stile contemporaneo, e il lavabo sospeso è perfetto per tali realizzazioni.

Fonte dell'immagine in: Pinterest.com

Doccia filo-pavimento

Doccia filo-pavimento

La doccia filo-pavimento è un must-have degli ultimi tempi. Originale e raffinata, apporterà un tocco di stile unico al vostro bagno. Senza contare la facile manutenzione: pulire una doccia filo-pavimento è infatti molto semplice, proprio per la sua configurazione.

Optando per questo tipo di installazione si avrà un bagno più igienico, esteticamente uniforme e anche molto comodo, vista la mancanza di ostacoli, come uno spesso piatto doccia. In questo caso, la ristrutturazione della zona bagno risulta più complicata, a causa degli interventi di posa di questa particolare tipologia di doccia.

Fonte dell'immagine in: Pinterest.com

Rivestimenti ed arredi rustici

Rivestimenti ed arredi rustici

Anche se oggi la tendenza più seguita è quella di ristrutturare un bagno in stile moderno e contemporaneo, molti vanno controcorrente e realizzano una stanza da bagno completamente diversa, in stile rustico.

L'estetica dei bagni in stile rustico è molto particolare e di forte impatto visivo: in questo bagno, ad esempio, vengono utilizzati dei mobili per i lavabi in legno scuro piuttosto grandi, dei rivestimenti con travi a vista anticate e perfino una decorazione a cassettoni per la vasca da bagno.

Fonte dell'immagine in: unsplash.com

Elementi contemporanei d’ispirazione asiatica

Elementi contemporanei d’ispirazione asiatica

Lo stile contemporaneo è in continua evoluzione: in questo ultimo periodo la tendenza è quella di contaminarlo con quello asiatico, inserendo nell'arredamento elementi in legno di bambù, piante ed elementi in pietra o ristrutturando i rivestimenti preesistenti, sostituendoli con legni idrorepellenti, come il Teak.

In questa foto possiamo notare come il portabiancheria in legno sia perfettamente inserito in un contesto piuttosto moderno, ma non solo: l'aggiunta di sassi nel vano doccia evoca un'atmosfera tipica della cultura Zen.

Fonte dell'immagine in: unsplash.com

Ristrutturazione bagno: i passi da seguire

Ristrutturazione bagno: trucchi da seguire

Permessi, agevolazioni e detrazioni fiscali per la ristrutturazione del bagno

Ristrutturare un bagno può richiedere o meno autorizzazioni e permessi che devono essere emessi dal proprio Comune: tutto ciò dipende da quali tipi di modifiche e interventi si vogliono apportare al proprio bagno.

Infatti, se la superficie del bagno resta invariata e non ci sono modifiche importanti degli impianti e i cambiamenti riguardano solo le finiture o i sanitari (si tratta infatti di interventi di manutenzione ordinaria), non sarà necessario presentare un progetto firmato da un tecnico abilitato, né richiedere alcun titolo abilitativo.

In caso contrario invece, bisognerà presentare al Comune la C.I.L.A, ovvero la Comunicazione di Inizio Lavori Asseverata, o la S.C.I.A, la Segnalazione Certificata di Inizio Attività (in quest’ultimo caso se la ristrutturazione interesserà anche parti strutturali e modificherà la superficie del bagno tramite modifica delle tramezzature). 

Entrambe queste pratiche si possono presentare anche in concomitanza dell'inizio dei lavori e ovviamente devono essere firmate da un architetto, un ingegnere o un geometra. Entro 30 giorni dal termine della ristrutturazione, poi è necessario presentare all'Agenzia del Territorio una denuncia di variazione catastale.

Per la ristrutturazione di un bagno all’ interno di edifici residenziali, si può usufruire di agevolazioni e detrazioni fiscali (IVA agevolata al 10%, che è possibile chiedere solo alle ditte fornitrici dei materiali ed esecutrici dei lavori, e detrazione IRPEF al 50% per interventi di ristrutturazione edilizia,ma solo per certi tipi d’interventi.

Per godere delle detrazioni fiscali in caso di ristrutturazione di un bagno è importante effettuare tutti i pagamenti alla ditta esecutrice dei lavori tramite bonifico bancario.