Come funziona il servizio di preventivi di habitissimo?
Richiedi un preventivo gratuitamente In meno di 1 minuto e gratis

Richiedi preventivi per ristrutturazione condomini online. Riceverai diversi preventivi da confrontare dai migliori professionisti di ristrutturazione condomini.Servizio completamente gratuito e senza impegno.

Prezzo di Ristrutturazione Condomini

Quanto costa un lavoro di Ristrutturazione Condomini?

Il prezzo medio è di

68.947 €
Da 4.000 € Prezzo più basso per la categoria: ristrutturazione condomini
Fino 300.000 € Prezzo massimo indicatoci dai professionisti per i lavori di ristrutturazione condomini

Questi prezzi sono approssimativi e possono variare in funzione di fattori come la qualità dei materiali, la durata del lavoro, le dimensioni...

Per ottenere un preventivo personalizzato:

Informazione utile
  • Per i lavori di ristrutturazione sulle parti comuni del condominio hai diritto a una detrazione fiscale fino al 50%. Con le nuove regole, è stato stabilito che riqualificando l'edificio da un punto di vista energetico la detrazione sarà del 65%.

    Inoltre, fino al 31 Dicembre 2018 si potrà usufruire della detrazione al 50% anche per l'acquisto di mobili ed elettrodomestici non inferiori ad una classe energetica A+, e ad A (solo per quanto riguarda i forni), grazie al bonus mobili.

  • 1 - 6 settimane
  • Difficoltà: Alta

3 esempi di ristrutturazioni condominiali

Ristrutturazione facciata condominio

Ristrutturazione facciata condominio

Tra i lavori di ristrutturazione dei condomini, quello più richiesto è sicuramente la ristrutturazione della facciata. Si tratta di un opera di manutenzione ordinaria che beneficia della detrazione fiscale del 50%.

E' possibile eseguire vari lavori che interessano la facciata di un condominio: la stuccatura di crepe e fessure, causate da possibili eventi sismici o agenti atmosferici; la tinteggiatura; il rinforzo dei terrazzi e dei balconi, sono soltanto alcuni esempi.

Fonte dell'immagine in: unsplash.com

Lavori in corso

Lavori in corso

Lavori di ristrutturazione in corso per questo edificio con tinteggiatura della facciata e del tetto. Per le pareti esterne verranno utilizzate tinte vivaci e accese ma attenzione non sempre questo è possibile! Se il Comune di residenza ha dei vincoli paesaggistici potrai tinteggiare le pareti esterne del tuo edificio solo scegliendo tra i colori approvati da questo.

Ogni Comune ha infatti un piano colore differente: occorre pertanto rispettarlo, dipingendo la facciata come indicato in questo. In alcuni luoghi potrebbe anche essere obbligatorio (sempre per norme comunali) installare ringhiere e persiane di un determinato tipo e verniciate con colori predefiniti, soprattutto se le abitazioni sono situate nei centri storici della città.

Fonte dell'immagine in: unsplash.com

Ristrutturazione ecosostenibile

Ristrutturazione ecosostenibile

I restauri di questi condomini hanno permesso di conservare la facciata originaria dell'edificio, realizzando nello stesso tempo, una struttura di elevate prestazioni termiche e acustiche caratterizzata da classe energetica A.

Semplicemente ripristinando la muratura esistente, dipingendola di bianco e aggiungendo bellissime recinzioni in vetro, questo complesso abitativo ha acquistato anche una grande valenza estetica.

In questo caso è stata usata la tecnica del "tetto verde": è stato realizzato quindi un tetto al piano terreno, parzialmente coperto di vegetazione. Questa installazione, oltre che essere molto in voga per quanto riguarda le nuove tendenze del design, è anche in grado di ridurre i consumi di riscaldamento e raffreddamento del locale sottostante.

Fonte dell'immagine in: theplan.it

Aspetti da conoscere circa la ristrutturazione di condomini

Cosa devo sapere prima di ristrutturare il condominio?

A seconda del tipo di ristrutturazione di condomini che intendiamo realizzare, varierà il modo prendere decisioni. Nel caso in cui si debba modificare in modo considerevole la struttura dell'edificio, occorrerà raggiungere l'accordo all'unanimità di tutti i condomini, mentre, se si tratta di un cambiamento importante ma non strutturale, sarà necessario il benestare di 3/5 dei condomini. Infine, se le modifiche da apportare sono semplici, basterà che la metà dei condomini sia d'accordo con il progetto di ristrutturazione. Una volta approvata la ristrutturazione stessa, dovrà essere il capo condominio a richiedere i preventivi ai vari professionisti, per poi procedere eventualmente a una seconda votazione per scegliere la ditta che eseguirà i lavori.

Cosa deve includere il preventivo?

Nel caso in cui dobbiamo effettuare una ristrutturazione integrale del condominio, probabilmente saranno necessari interventi di diversa natura, tra cui sistemazione delle murature, opere di idraulica, elettriche, falegnameria ecc.. In questo caso il preventivo che ci viene sottoposto dai professionisti dovrà essere suddiviso in varie voci di spesa per ognuno dei lavori necessari, anche se la ristrutturazione verrà affidata ad un'unica ditta. Ciascuna voce dovrà elencare tutti i materiali necessari per realizzare il lavoro (con il relativo prezzo) e il costo della manodopera, che potrà essere un costo orario o un costo totale per il progetto. Nel preventivo dovrà comparire anche l'IVA e altre eventuali imposte. Solo un preventivo così fatto consentirà a chi lo riceve di capire se è più conveniente far eseguire la ristrutturazione a un'unica ditta o a più professionisti.

Cosa devo includere nella richiesta di preventivo per la ristrutturazione del condominio?

Nella richiesta di preventivo di ristrutturazione del condominio, la prima cosa da fare è indicare il tipo di lavoro che si desidera far realizzare. Gli interventi più comuni per quanto riguarda le ristrutturazioni di condomini sono i seguenti:

  • Ristrutturazione integrale del condominio

  • Piccola ristrutturazione del condominio

  • Adattamento accessi disabili

  • Ristrutturazione garage condominiale

  • Progetto e ristrutturazione del condominio

  • Altri lavori di ristrutturazione del condominio

Una volta specificato il tipo di lavoro da realizzare, occorrerà indicare anche le tempistiche desiderate per il completamento dei lavori, e se si vuole dare priorità alla qualità, al prezzo o al rapporto qualità-prezzo (quest'ultima resta la migliore opzione). Infine, nel modulo di Habitissimo per la richiesta di preventivi di ristrutturazione di condomini è presente un riquadro dove occorre indicare tutti i dati del condominio, come le dimensioni, i dettagli del lavoro da realizzare e i materiali che si vogliono utilizzare. In questo modo si darà un'idea più precisa ai professionisti che devono preparare il preventivo.

Ristrutturazioni condominiali: chiariamo qualche dubbio!

Per quali tipi di lavori è obbligatorio ristrtutturare un condominio?

Quando a rischio ci sono la salute e sicurezza dei condomini ma anche di gente esterna. Alcuni esempi: la messa in norma dell'impianto elettrico, il distacco di un intonaco, la caldaia fuori norma, un tetto pericolante. Mentre il rifacimento di un edificio con lo scopo di migliorare comfort e abitabilità ( restauro balconi, pittura esterni o portone) non è un lavoro obbligatorio, anche se in molti casi necessario. 

Che cos'è la detrazione fiscale irpef e per quali lavori posso richiederla?

E' uno sconto prorogato dalla Legge di Stabilità: può essere di due tipi: del 65% (fino al 31 dicembre 2018) se i lavori di ristrutturazione dei condomini riguardano la riqualificazione energetica (installazione dei pannelli solari, isolamento muro, riduzione fabbisogno energetico) e del 50% per interventi su parti comuni (fondazioni, tetti, scale, cortili, ascensori, pozzi, locali addetti ai servizi come lavanderia o portineria, cisterne,ecc..) 

Il condominio necessita di lavori di ristrutturazione. Chi decide se, quando e come intervenire?

La decisione spetta ai proprietari degli appartamenti, i condomini, tramite assemblea condominiale. Viene presentato il problema all'amministratore il quale provvederà a contattare un tecnico per un sopralluogo e per capire se l'intervento rientra nelle opere di manutenzione obbligatoria o no. Quindi, se la risposta è sì, come dice la parole, c'è l'obbligo di intervenire, se la risposta è no, è l'assemblea, tramite votazione, che decide se dare o no il via ai lavori.  

E' possibile richiedere un finanziamento per i lavori condominiali?

Si, è possibile richiedere un finanziamento per i lavori di ristrutturazione dei condomini, soprattutto nei casi di riqualificazione energetica, infatti, si possono ottenere finanziamenti ed agevolazioni molto vantaggiosi.

5 esempi di ristrutturazione condominiale per i quali puoi ottenere una detrazione fiscale

Ristrutturazione di un condominio passo a passo

Tutto quello che serve per richiedere le detrazioni fiscali per la ristrutturazione di un condominio

Le ristrutturazioni dei condomini appartengono a quella categoria di lavori per la quale lo Stato fornisce incentivi tramite detrazioni fiscali. Per questo motivo i procedimenti sono brevi e la burocrazia praticamente nulla. 

Quello che serve per ottenere la detrazione sono le fatture della ditta che esegue i lavori. L'importo deve essere pagato dal conto corrente intestato al condominio. Ogni proprietario riceve una certificazione dall'amministratore sulla quale è riportato l'importo versato. E' sulla base di questo importo che va richiesta la detrazione. Come? Nella dichiarazione dei redditi.

E' bene ricordare che fino al 2021, se si eseguono lavori sulle parti comuni, atti a migliorare gli edifici dal punto di vista antisismico, sarà possibile ottenere il 75% (per il passaggio ad una classe di rischio inferiore) e l'85% (per il passaggio a due classi di rischio inferiori) di sgravi fiscali.

1.438 persone hanno chiesto preventivi per ristrutturazione condomini

Preventivi per categoria