Come funziona il servizio di preventivi di habitissimo?
In meno di 1 minuto e gratis

Richiedi prezzi di depurazione e trattamento acque online. Servizio totalmente gratuito e senza impegno. Potrai paragonare vari preventivi di depurazione e trattamento acque dai migliori professionisti.

Prezzo di Idraulici

Quanto costa un lavoro di Idraulici?

Il prezzo medio è di

634 €
Da 80 € Prezzo più basso per la categoria: depurazione e trattamento acque
Fino 3.000 € Prezzo massimo indicatoci dai professionisti per i lavori di depurazione e trattamento acque

Questi prezzi sono approssimativi e possono variare in funzione di fattori come la qualità dei materiali, la durata del lavoro, le dimensioni...

Per ottenere un preventivo personalizzato:

In questa guida

Informazione utile
  • Realizzare un impianto adeguato per la depurazione e il trattamento delle acque reflue che devono essere allontanate da bagni, cucine e lavanderie è importante dal punti di vista igienico.
    Si tratta infatti di acque non pulite che possono contenere microrganismi dannosi per la salute dell'uomo e dell'edificio stesso.

  • Da 1 a 2 settimane
  • Difficoltà: Media

Trattamento e depurazione acque reflue: metodi alternativi.

Una fossa biologica in costruzione

Una fossa biologica in costruzione

Quando si afferma che tutti gli edifici sono collegati alla rete fognaria pubblica è vero, ma c'è qualche eccezione.
Se la grande maggioranza degli edifici lo è e ha il proprio sistema di smaltimento delle acque di scarico attraverso tubazioni che percorrono i diversi ambienti dello stabile convogliando all'interno di una colonna di scarico che si collega alla rete fognaria, qualche edificio è dotato di un sistema differente.
Questo non significa che l'edificio non ha un sistema fognario: ne ha uno alternativo.
Condizioni di questo tipo si verificano nel caso di edifici isolati particolarmente distanti dalla rete fognaria pubblica, per i quale diverrebbe troppo dispendioso eseguire lavori di collegamento alla rete pubblica, o per progetti che riguardano interi quartieri sperimentali.

Lo spurgo di una fossa biologica

Lo spurgo di una fossa biologica

L'alternativa più classica al sistema di smaltimento delle acque di scarico tramite rete fognaria pubblica sono le fosse biologiche, chiamate anche fosse settiche.
Si tratta di un sistema fognario che si può considerare statico, all'interno del quale non si ha scorrimento di acqua. E' costituito da un contenitore a tenuta stagna realizzato in materiale adeguato come il vetroresina o il calcestruzzo prefabbricato. Questo grande contenitore, che in genere serve un solo edificio, viene interrato lasciando a vista solamente il pozzetto per l'ispezione e la manutenzione.
All'interno del contenitore che costituisce la fossa biologica vengono raccolte le acque di scarico dell'edificio e lì rimangono.
La struttura interna della fossa biologica è divisa in compartimenti: in un vano vengono convogliate le acque nere. Qui la loro parte solida si deposita, mentre la parte liquida e meno sporca viene recuperata e utilizzata per l'irrigazione.
La parte dei liquami con il tempo fermenta a causa della presenza di batteri anaerobi che la rendono meno settica.
Un sistema realizzato in questo modo richiede manutenzione periodica: spurgo, svuotamento completo, lavaggio.
Se ne occupano ditte specializzate nella pulizia e nella manutenzione della fossa biologica. Vietatissimo il fai da te che oltre a non essere efficiente è anche pericoloso, in quanto non si è dotati dell'attrezzatura necessaria per l'intervento e, non meno importante, dei dispositivi per la protezione della persona.

Un impianto fitodepurativo

Un impianto fitodepurativo

Un sistema alternativo alla rete fognaria pubblica e alla fossa biologica è l'impianto di fitodepurazione.
Un impianto di questo tipo è costituito da una vasca di raccolta delle acque reflue. In questo caso la vasca è a cielo aperto ed è impermeabilizzata.
La sua particolarità consiste in uno strato di ghiaia sul fondo: la parte solida delle acque nere si deposita sul fondo e viene filtrata dalla ghiaia.
Nella parte superiore della vasca ci sono piante acquatiche che si nutrono delle sostanze presenti nei liquami depositati sul fondo e chiarificano le acque. Anche in questo caso le acque non più settiche possono essere riutilizzate con diverse finalità.
La bellezza della fitodepurazione sta nella possibilità di sfruttare elementi naturali come le piante acquatiche senza modificare il loro ciclo di vita. Anzi, le si aiuta a trovare facilmente nutrimento e, in uno scambio ideale, in cambio le piante depurano l'acqua rendendo possibile utilizzarla nuovamente.
Ci sono ditte specializzate che si occupano della realizzazione dell'impianto di fitodepurazione e della sua manutenzione periodica - per quanto limitata, ogni impianto ha bisogno di essere certificato e seguito nel tempo da un professionista che ne garantisca il funzionamento corretto.

Trattamento e depurazione delle acque reflue: come avviene lo smaltimento

Trattamento e depurazione acque reflue: termini utili

Ci sono alcuni termini tecnici che riguardano la depurazione e il trattamento delle acque che  bene conoscere per potersi orientare quando si ha davanti il progetto degli impianti di un edificio, ma anche per poter prendere decisioni legate alla scelta e alla disposizione dei grandi elettrodomestici, dei sanitari e degli arredi all'interno di bagni, cucine e lavanderie.
Perché?
Perché se si sa che la lavatrice ha bisogno di un tubo per l'ingresso dell'acqua pulita e di uno per lo smaltimento di quella sporca, è più facile capire dove posizionarla e se gli attacchi sono già stati predisposti o se c'è bisogno di chiamare l'idraulico, come se si hanno problemi con lo scarico del lavello della cucina potrebbe essere necessario rivolgersi ad una ditta di spurghi per l'ispezione della colonna di scarico.
Non è necessario conoscere tutta la terminologia legata agli impianti e agli apparecchi per la depurazione e il trattamento delle acque, ma qualche termine è essenziale:

  • acque bianche: si tratta di acque reflue provenienti dagli impianti di un edificio.
    Questo tipo di acque non sono pericolose per gli abitanti dell'edificio, ma nemmeno per la salute pubblica, tanto è vero che vengono convogliate e smaltite attraverso un impianto diverso rispetto alle acque che possiamo considerare sporche.
    Si tratta di acqua non potabile, ma non dannosa: è l'acqua piovana, la neve che si scioglie con il disgelo o la grandine che perde la sua consistenza ghiacciata.
    Le acque bianche arrivano dal tetto, dalla strada, dal giardino, dal terrazzo o dal cortile;
  • acque nere: acque prodotte all'interno dell'edificio ed in particolare in bagno e in cucina.
    Si tratta di acque che possono contenere microrganismi dannosi per l'uomo e che vanno allontanate il prima possibile dall'edificio attraverso l'apposito impianto per la depurazione e il trattamento delle acque;
  • acque grigie: si tratta di una classificazione che riguarda solo le acque provenienti dai bagni e che divide quelle poco sporche da quelle particolarmente sporche.
    Le acque grigie arrivano dallo scarico del lavabo, della doccia, della vasca da bagno e del bidet.
    All'interno di questa categoria rientrano anche le acque di scarico delle lavatrici, sia che siano posizionate in un locale lavanderia, che in bagno o in cucina;
  • acque saponate grasse: si tratta dell'acqua di scarico del lavello della cucina che, spesso, a causa del lavaggio a mano o del prelavaggio di stoviglie unte, hanno al loro interno detersivi e residui di cibo che rendono le acque particolarmente untuose, grasse e pregne di sostanze chimiche e non biodegradabili.

Dai un punteggio a questa guida

Punteggio medio: 0 stelle

0 punteggi dati

84 persone hanno chiesto preventivi per depurazione e trattamento acque

Prezzi per categoria
Prezzi correlati
Registrati
Registra la tua impresa

Contatta all'istante persone nella tua zona alla ricerca di professionisti esperti negli ambiti della costruzione, ristrutturazione, installazioni, traslochi, architetti ecc..