Come funziona il servizio di preventivi di habitissimo?
Richiedi un preventivo gratuitamente In meno di 1 minuto e gratis

Richiedi prezzi di realizzare pavimento antiscivolo online. Servizio totalmente gratuito e senza impegno. Potrai paragonare vari preventivi di realizzare pavimento antiscivolo dai migliori professionisti.

Prezzo di Pavimenti Continui

Quanto costa un lavoro di Pavimenti Continui?

Il prezzo medio è di

5.392 €
Da 560 € Prezzo più basso per la categoria: realizzare pavimento antiscivolo
Fino 22.250 € Prezzo massimo indicatoci dai professionisti per i lavori di realizzare pavimento antiscivolo

Questi prezzi sono approssimativi e possono variare in funzione di fattori come la qualità dei materiali, la durata del lavoro, le dimensioni...

Per ottenere un preventivo personalizzato:

In questa guida

Informazione utile
  • Realizzare una pavimentazione antiscivolo è un lavoro da affidare ad esperti professionisti, così come quando si devono realizzare altre pavimentazioni.

    QUesto non solo per la posa a regola d’arte del pavimento, ma anche perché, quando si sceglie un pavimento antiscivolo, bisogna leggere attentamente la scheda tecnica del produttore del pavimento specifico, in modo da poter conoscere la classificazione del pavimento antiscivolo e capire se è adatta alle vostre esigenze oppure no. 

  • Tempistiche: medie
  • Difficoltà: Media

I materiali utilizzati per realizzare un pavimento antiscivolo

Pavimento antiscivolo con piastrelle rustiche

Pavimento antiscivolo con piastrelle rustiche

Uno dei materiali utilizzati per realizzare un pavimento antiscivolo sono le piastrelle rustiche, ottime anche dal punto di vista estetico per ogni tipo di esterno come terrazzi, balconi, giardini o scale, così come utili per delimitare ambienti esteticamente come gli esterni o il bordo piscina, ad esempio.

Ovviamente, per esterni hanno bisogno di trattamenti specifici per evitare che si danneggino, ma hanno caratteristiche molto interessanti oltre le antiscivolo, in quanto molto resistenti sia all’acqua che agli agenti atmosferici in generale, il che, insieme ad un’elevata resistenza e alle caratteristiche estetiche e antiscivolo ne fanno un’ottima scelta.

Fonte dell’immagine in: designmag.it

Pavimento antiscivolo con gres porcellanato

Pavimento antiscivolo con gres porcellanato

Il gres porcellanato è un altro materiale ceramico molto utilizzato nella realizzazione di pavimenti antiscivolo, anche perché possiede, per quanto costo, delle caratteristiche tecniche molto elevate: elevatissime resistenze all’abrasione, ai graffi, agli urti e anche agli agenti chimici.

Si tratta di un materiale adatto sia per gli interni che per gli esterni, anche se il suo maggior utilizzo è per i bordi piscina, per le aree pavimentate nelle aree verdi e negli esterni in generale. A livello estetico, poi, la scelta dei colori è davvero molto variegata.

Senza contare, inoltre, che ci sono diverse tipologie di finiture per la superficie delle piastrelle: naturale, che funzionata da antiscivolo sia per l’acqua che per il giaccio; finitura strutturata, con caratteristiche antiscivolo in generale; bocciardata, con una superficie molto simile alle piastrelle rustiche etc.

Fonte dell’immagine in: iperceramica.it

Pavimento antiscivolo in pvc simil legno

Pavimento antiscivolo in pvc simil legno

Per la realizzazione di pavimenti antiscivolo, poi, un materiale molto utilizzato è anche il PVC, un tipo di pavimento molto vantaggioso, oltre che per le sue caratteristiche antiscivolo. A livello estetico, un pavimento in PVC può essere posato assumendo diversi aspetti, di materiali diversi, così da essere adatto a diversi stili, e risulta sempre morbido al tatto, quindi è ideale anche per le camere dei bambini.

SI tratta di un materiale durevole nel tempo, in quanto resistente sotto diversi punti di vista, oltre che immune a problemi di acqua e umidità. Di conseguenza, è adatto ad ogni tipo di stanza, così come è adatto ad ogni tipo di superficie e pavimentazione. Non a caso, uno dei suoi vantaggi è quello di poter essere posato sopra ogni tipologia di pavimento esistente, sia con pannelli autoadesivi che con la colla.

Ecco come posare un pavimento in PVC!

Fonte dell’immagine in: arredamento.it

Pavimento antiscivolo in gomma

Pavimento antiscivolo in gomma

Un ultimo materiale che può essere utilizzato per la realizzazione di pavimenti antiscivolo è la gomma, estremamente diffusa come scelta specialmente nelle palestre e negli asili, senza contare che può essere usato anche come protezione e copertura ad una vecchia pavimentazione, per proteggerla da graffi, urti, etc., invece di sostituirla del tutto con un’altra pavimentazione.

Anche se, solitamente, un pavimento in gomma è posizionato su una pavimentazione in buono stato, in modo non solo da proteggerla al massimo, da poter creare anche, appunto, uno strato di pavimentazione antiscivolo e, se ben fatta, praticamente idrorepellente, ideale quindi per stanze come il bagno, la cucina o stanze particolari come il garage o un ripostiglio.

Si tratta di uno dei migliori materiali dalle caratteristiche antiscivolo, anche perché unisce quella caratteristica a quella di non essere un pavimento totalmente duro, il che è ideale a livello di sicurezza, ideale per i bambini, ancora una volta.

Come posare un pavimento in gomma?

Fonte dell’immagine in: pianetadesign.it

Cosa tenere in considerazione quando si deve realizzare un pavimento antiscivolo

Le classificazioni per la realizzazione dei pavimenti antiscivolo

La normativa in vigore per la realizzazione di pavimenti antiscivolo

Infine, quando si deve realizzare una pavimentazione antiscivolo, si deve anche tenere in considerazione la normativa italiana in vigore sul tema.

La prima cosa da considerare è il Decreto Legislativo 81 del 2008, che fa specifico riferimento alle norme e agli usi dei pavimenti antiscivolo nei locali commerciali. Per capire cosa la legge considera “Pavimento antisciolo”, invece, c’è da vedere il Decreto Ministeriale 236/89.

Nello specifico, il Decreto Legislativo 81/2008 responsabilizza il datore di lavoro, o chi lo rappresenta, sia civilmente che penalmente dal punto di vista della prevenzione, con una valutazione dei rischi. Il datore di lavoro, poi, dovrà operare per ridurre il rischio di scivolo del pavimento prendendo i dovuti provvedimenti, proteggendo, quindi, la salute e la sicurezza dei suoi dipendenti e clienti.

Secondo il Decreto Ministriale 236/89, invece, per pavimento antiscivolo  si intende una pavimentazione realizzata con materiali il cui coefficiente di attrito, misurato secondo il metodo della British Ceramic Research Association Ltd. (B.C.R.A.) sia superiore ai seguenti valori: 0.40 per elemento scivolante cuoio su pavimentazione asciutta, 0.40 per elemento scivolante gomma dura, standard su pavimentazione bagnata. 

Dai un punteggio a questa guida

Punteggio medio: 0 stelle

0 punteggi dati

Altre persone hanno chiesto preventivi per realizzare pavimento antiscivolo

Prezzi per categoria
Prezzi correlati
Registra la tua impresa

Contatta all'istante persone nella tua zona alla ricerca di professionisti esperti negli ambiti della costruzione, ristrutturazione, installazioni, traslochi, architetti ecc..