habitissimo - Ristrutturazioni e servizi per la casa
costruire piscina prefabbricata pvc

Costruire piscina prefabbricata pvc: Prezzo e Preventivi

Prezzo medio1.000 €/m²

Fascia di prezzi: 500 €/m² - 1.500 €/m²

Richiedi preventivi ai migliori professionisti della tua zona

Questi prezzi sono una stima e possono variare in base alla qualità dei materiali, la durata dei lavori, le dimensioni, ecc. per questo ti consigliamo di richiedere un preventivo personalizzato

In questa guida

Richiedi preventivi gratuiti e senza impegno ai professionisti della tua zona

Come funziona il servizio preventivi di habitissimo?

Grafico di persona che richiede il suo preventivo tramite cellulare1. Raccontaci del tuo progetto costruire piscina prefabbricata pvc.
Persona richiedente un preventivo tramite il suo smartphone2. Confronta i migliori professionisti e aziende di costruire piscina prefabbricata pvc.
Conversazione telefonica tra un professionista e un privato3. Potrai ottenere preventivi e assumere, se lo desideri, il professionista che più ti piace.
In meno di un minuto e gratis

Informazione utile

I prezzi delle piscine in PVC variano a seconda della struttura in cui sono realizzate.

Le piscine fuori terra autoportanti sono le più economiche. I costi si aggirano intorno ai 100/150 euro a seconda della grandezza.

Ci sono poi le piscine frame, con telaio portante esterno in tubolari d’acciaio che sostiene un liner in PVC. Questa tipologia di piscina può arrivare a costare intorno ai 1000 euro.

Infine, esistono le piscine fuori terra rigide, che hanno una struttura rigida in diversi materiali, tra cui il PVC. I costi, in questo caso, aumentano fino a circa 5000 euro.

  • 1 giorno
  • Difficoltà: bassa
arrow

Manutenzione della piscina prefabbricata in pvc.

Se c’è un aspetto da non sottovalutare in piscina è l’igiene. È di fondamentale importanza tenere pulita la struttura, non solo per mantenere l’acqua limpida e cristallina, e quindi garantire un ottimo stato alla piscina, ma è soprattutto una questione di sicurezza.

Quindi, per le piscine prefabbricate in PVC, le operazioni di manutenzione ordinaria sono importantissime. Se l’impianto non è ben pulito, tutti i fruitori saranno a rischio di infezioni.

La pulizia della piscina varia in base al rivestimento in questione. Innanzitutto, per preservare un ottimo stato della piscina fuori terra bisognerebbe coprirla e ripararla durante il periodo invernale. Se la piscina fuori terra è della tipologia autoportante (gonfiabile), invece, durante il periodo di non uso, bisogna sgonfiarla, riporla e rimetterla in uso con la bella stagione.

Per la sicurezza dei bagnanti, l’acqua della piscina deve essere sempre perfettamente pulita. In primo luogo bisogna pulire quotidianamente l’acqua rimuovendo foglie o insetti e settimanalmente bisogna spazzolare le pareti della vasca.

Poi, il trattamento dell’acqua deve garantire la disinfezione e l’abbattimento di qualsiasi carica microbica, ed è per questo che i trattamenti più diffusi sono quelli a base di cloro. Occorre poi tenere sotto controllo il pH dell’acqua. Per questo in commercio esistono appositi prodotti e kit.

I dispenser per il cloro si comportano da dosatori: rilasciano piccole quantità di cloro, in modo costante, così da mantenere l’acqua sempre pulita.

Inoltre, sono moltissimi i kit per la pulizia del fondo della piscina fuori terra in PVC. Esistono una serie di strumenti manuali o automatici per pulire il fondo della piscina.

Quali sono i vantaggi di una piscina in poliestere?

Quando si parla di questo tipo di piscine, la cosa che risalta di più è il prezzo, perché sono le meno care. Sono anche facili da installare quindi risultano più appetibili. Tra i vantaggi di queste piscine:

  • Prezzo: le piscine in poliestere sono le più economiche. È chiaro che dovrai scegliere un minimo di qualità ma in generale sono economiche, sia in termini di prezzo iniziale che di manutenzione.
  • Rapidità di istallazione: eviterai lavoro e grattacapi. Queste piscine si possono trasportare e sistemare direttamente nel posto stabilito quindi non dovrai patire gli interminabili lavori necessari per gli altri tipi di piscine.
  • Varietà di colori: puoi scegliere tra una vasta gamma di forme e colori.
  • Poca manutenzione: non dovrai faticare molto per mantenere la tua piscina come nuova
  • Resistenti
  • Puoi aggiungere tutti gli accessori che vuoi, come faresti con una normale piscina
  • Le puoi smontare e trasportare dove vuoi
  • Sicurezza: grazie ai bordi lisci e arrotondati, con queste piscine puoi star tranquillo, specialmente se hai bambini

Cosa devo tenere in considerazione prima di costruire una piscina in poliestere?

In primo luogo, controlla che non sia deformata. Parlane con un professionista dato che, se non ci stai subito attento, col tempo ti può costare caro. La base sulla quale poggia deve essere di ghiaietto, meglio evitare altri materiali.

Un altro fattore su cui prestare attenzione è la resistenza. Se il professionista ti suggerisce di aggiungere del cemento è perché il materiale con cui è fatta la piscina non è di ottima qualità e la piscina potrebbe accasciarsi. Ti suggeriamo di scegliere i migliori materiali per la tua piscina.

Lo spessore deve essere di almeno 8 mm. In caso contrario, la piscina non è di buona qualità e potrebbe rovinarsi presto.

Per quel che rigurada la qualità della vernice, controlla la brillantezza del colore e informati sulla marca per conoscerne tutte le caratteristiche.

Inoltre, assicurati che il professionista usi un prodotto specifico per proteggere la piscina dai fattori ambientali come, per esempio, i raggi del sole.

Cosa devo inserire nella mia richiesta di preventivo per costruire una piscina prefabbricata in poliestere?

Quando fai una richiesta di preventivo, indica le misure della piscina che vorresti, il luogo in cui vuoi installarla e una breve descrizione dello stesso.

Inoltre, indica la forma che deve avere, il tipo di rivestimento e gli accessori. Se puoi, descrivi al professionista come vorresti che fosse la tua piscina. Ti suggeriamo di informarti su manutenzione e garanzia.

Come scegliere il miglior professionista per la costruzione di una piscina in poliestere?

Una volta ricevuti i vari preventivi, dovrai scegliere la ditta che preferisci. Assicurati che il preventivo sia completo in ogni sua voce. Leggi le referenze sulla ditta, confronta i lavori e le opinioni su lavori precedentemente svolti e assicurati che si tratti si un bravo professionista.

Quali sono i vantaggi delle piscine prefabbricate in pvc?

Le piscine fuori terra sono delle strutture removibili, da appoggio non ancorate al suolo. Si differenziano dalle piscine interrate per la loro temporaneità e per il fatto che non richiedono alcun tipo di autorizzazione per essere installate. Infatti, le piscine fuori terra in acciaio, autoportanti in PVC e in legno sono le migliori per chi desidera costruire una piscina privata senza dover ricorrere a grandi e dispendiosi lavori.

Innanzitutto uno dei vantaggi principali delle piscine fuori terra, e in particolar modo di quelle in PVC, risiede nel fatto che, non avendo bisogno di scavi, possono essere installate senza bisogno di permessi e autorizzazioni, ed inoltre, sono esenti da tasse.

Proprio per questo motivo, sono abbastanza economiche pur garantendo un ottimo risultato, poiché l’installazione è veloce e non c’è bisogno di tanta manodopera in fase di montaggio. Infatti, per quanto riguarda l’installazione, al massimo bisognerà livellare la base d’appoggio, se non è in piano, e per quanto riguarda il montaggio, spesso si può ricorrere al fai da te.

Infine, la scelta di una piscina fuori terra può essere quella più adatta nel caso in cui lo spazio esterno non sia molto grande oppure se si desidera avere i benefici di una piscina con l’aggiunta di poterla realizzare e mettere in uso in poco tempo e poterla smontare al termine della stagione estiva, riducendo così anche i tempi e i costi conseguenti alla manutenzione del periodo di stallo.

Esistono diverse tipologie di piscine fuori terra in PVC.

PVC è l’acronimo di cloruro di polivinile, noto anche come polivinilcloruro. È il polimero più importante della serie ottenuta da monomeri vinilici ed è una delle materie plastiche di maggior consumo al mondo. Puro, è un materiale rigido; deve la sua versatilità applicativa alla possibilità di essere miscelato anche in proporzioni elevate a composti inorganici e a prodotti plastificanti che lo rendono flessibile e modellabile.

Le piscine autoportanti in PVC fanno parte della categoria di piscine morbide e il loro più grande vantaggio è quello relativo al costo e alla facilità di montaggio e smontaggio. La struttura è resistente ma allo stesso tempo leggera, in modo da garantire resistenza sufficiente ai carichi dell’acqua. Le operazioni di montaggio durano solo pochi minuti: basta gonfiare l’anello superiore e riempire, la vasca è autoportante e la struttura si alza grazie alla spinta dell’acqua.

Per quanto riguarda la fase di smontaggio, si può svuotare la vasca in maniera agevolata grazie anche alle apposite valvole di drenaggio presenti sulla struttura.

Gli svantaggi che si possono avere con queste piscine sono da ricercare nella qualità del materiale di costruzione che, se non adeguato, porta ad una rapida usura della piscina e dall’efficienza della filtrazione, solitamente a cartuccia, che deve essere abbastanza potente da garantire la limpidezza dell’acqua. Nel momento in cui la struttura deve essere smontata si deve fare attenzione al luogo in cui verrà riposta per evitare danneggiamenti durante il periodo di stoccaggio.

Troviamo poi le piscine con telaio e struttura morbida PVC. Questa tipologia di piscina è abbastanza facile e veloce da installare. In fase di montaggio si devono incastrare tra loro una serie di tubi in metallo. Le piscine di questa tipologia vengono solitamente fornite con una scaletta “a ponte” per l’ingresso in acqua e con i kit base per il mantenimento e la pulizia della vasca.

Infine esistono le piscine fuori terra rigide in PVC. Sono le piscine più resistenti e durature, ma anche le più costose. Sono piscine costituite da una struttura rigida.

Le fasi di costruzione o montaggio di una piscina prefabbricata in PVC.

Per quanto riguarda il montaggio delle piscine prefabbricate in PVC si deve inizialmente procedere con l’individuazione della zona in cui si deve posare la piscina.

La zona dovrebbe essere esposta al sole, non eccessivamente ventilata e lontana da alberi da cui possono cadere numerose foglie.

Una volta scelta la zona bisogna livellare la base di appoggio, rimuovendo il terreno in eccesso, le radici, le pietre e qualsiasi altro ostacolo.

Dopo aver completato questa operazione è possibile passare al montaggio della piscina fuori terra, che naturalmente varia in base al modello scelto.

Il montaggio di una piscina fuori terra in PVC autoportante non è molto difficile e può essere tranquillamente effettuato con il fai da te. Basterà stendere il telo di base, poi gonfiare l’anello portante e infine riempire la vasca. Man mano che si riempie la vasca, l’anello sale di livello e trascina con se le pareti della piscina, che diventano rigide e stabili.

Invece, risulta più impegnativo il montaggio di piscine fuori terra in PVC con telaio portante, che spesso prevedono anche l’installazione di un impianto di filtrazione. I passaggi saranno un po’ più complessi.

Dopo aver preparato il fondo, bisogna stendere il telo di base e distendere il liner sul telo, con la valvola di fuoriuscita dell’acqua verso il luogo dove si vuole far uscire l’acqua in caso di svuotamento della piscina. Poi bisogna assemblare la struttura esterna e ancorare i montanti al suolo e inserirli nel manicotto del liner. A questo punto vanno effettuati i collegamenti idraulici e di filtraggio e poi si può procedere con riempimento della vasca.